Archivio: PRIMA PAGINA

27/1/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) - 19^ GIORNATA

LA SCALIGERA SI SBARAZZA ANCHE DEL BEVILACQUA E MANTIENE I 5 PUNTI DI VANTAGGIO SULL’ALBAREDO. A VIGO RALLENTA IL CASTELDAZZANO, L’ATLETICO VIGASIO S’AVVICINA AL GIPS SALIZZOLE, “CINQUINA” BONFERRARESE AL BONAVIGO, “QUATERNA” CADEGLIOPPINA AI BOYS GAZZO. 6^ VITTORIA RALDONATE SU LA BONARUBIANA.

Sempre a +5 il distacco della capo

    a Scaligera di mister Alessandro Ghirigato sull’accorrente Albaredo dell’omologo Manuel Cuccu: entrambe vittoriose, ieri pomeriggio, sul campo amico, gli isolani di strettissima misura (1 a 0, mattatore uno dei candidati alla “scarpa d’oro 2018-19", il bovolonese Alessandro Pasotto, al suo 15° centro) sul lanciato Bevilacqua di mister Eros Crema, in maniera più pingue gli albaretani, in quanto stingono con un netto 3 a 0 (frombolieri bomber Pier Luigi Dal Bosco (e sono 17 le sue reti), il difensore nonché ex colognese, il classe 1998 Roberto Pace, e l’avanti, ex bovolonese, Dorjan Molla, classe 1988) l’Aurora Marchesino di mister Andrea Calzolari.
     
    46 a 41 punti: questo è il rapporto che regna, dopo 19 giornate disputate nel girone “D” di Seconda categoria, tra la Scaligera e l’Albaredo Calcio. A 40, cede due punti il Casteldazzano di mister Riccardo Adami: ieri, i biancorossi “castellani” hanno rallentato, 2 a 2, a Vigo, in casa di una matricola, quella sguinzagliata da Adriano Rossignoli, che sta riprendendo quota dopo il “momento no” vissuto a cavallo tra le feste natalizie e la ripresa. Per la terza miglior realtà attualmente del raggruppamento, segnano “Case” Riccardo Mazzi, classe ’94 ed ex “leone” della San Marco B.M., e bomber Daniele Zambelli, classe ’84 ex Dossobuono: dunque, i “castellani” non sono stati capaci di gestire il favorevole doppio vantaggio, favorendo in tal modo il ritorno dei bianco-granata vighesi e regalando il palcoscenico allo spinimbecchese Massimiliano Urban, classe 1981 ex Casaleone, ed autore della doppia rimonta dei granata.
     
    Al 4° posto, a 37 freccette, il Gips Salizzole di mister Andrea Bertelli: ieri, per i rosso e blu del presidente Lionello Migliorini, 1 a 1, all’ombra del loro castello scaligero contro la Nuova Cometa di mister Ivan Benin (momentaneamente in vantaggio grazie a Baltieri). Per i salizzolesi del diesse Angelo “Ciampi” Campi, ha rimesso la stadera in equilibrio l’ex Pol. Bonarubiana, Manuel Vicentini, classe ’90.

    Quinti, a pari merito, a quota 36 punti il già citato Bevilacqua e l’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani: al “Luca Davi” di Sustinenza, altro stop pericoloso, che fa molto riflettere da parte della “Celeste della Bassa veronese” di mister Giancarlo Permunian, proprio per mano (e per piè) dei più alla fine “atletici” vigasiani. Capaci di rivoltare come un guanto il verdetto che li vedeva inizialmente sotto di ben due reti (il 1994 Manuel Leardini ed Andrea “Cardellini” Garbellini, classe ’89, in gol per i biancazzurri). Capacità reattiva ospite premiata dalle reti griffate da Michele Adami (doppietta per l’avanti 1987, miglior cannoniere di tutte le categorie con 19 reti in altrettante gare) ed assolo emesso dal difensore Edoardo Bonetti, classe 1998, ex Olimpica Dossobuono.

    Ben 7 reti zampillate in Cà degli Oppi - Boys Gazzo: il 4 a 3 premia i padroni di casa guidati da mister Nicola “Fonzie” Bertozzo, mentre castiga i maccacaresi di uno scatenato – perché felice padre di Pietro, nato lo scorso 16 gennaio – Giacomo “Brun” Cordioli, firmatario di una fantastica tripletta (due volte dal plotone di esecuzione degli 11 metri). L’ex Atletico Città di Cerea Luca Vecchiato (1982), Sebastiano Barini (1988), Mattia De Togni (1989) e l’ex sangui-venerabile Andrea Doardo (1983): questi i precisi “gunners” biancocelesti cadeglioppini.
     
    Magic moment per la Pol. Bonferraro di mister Andrea Olivieri e del presidente Alfredo Gheli: 5 a 0 al “G.R. Lombardi” a salate spese sul Bonavigo di mister Gianluca Corso: ancora sugli altari della cronaca i due “cow boys” Pietro Menegollo di Castel d’Ario e Luca “Sambuca” Molinari, autori di 3 delle 5 reti (con doppia di Mene-gollasso), imitati nell’impresa dal difensore 1989 Damiano Rolli e dal centrocampista 1995 Matteo Andreoli.
     
    L’A.C. Raldon del cadidavidese trainer Simone Ronconi la spunta, 2 a 1, sulla non ancora pitagoricamente retrocessa Pol. Bonarubiana del polesano condukator Gianni Rossi da Bergantino (alla sua 3^ storica chiamata a Bonavicina; e in rete-illusion col neo-entrato Stefano Bersani, centrocampista datato 1994). Per i “ramarri nero-verdi”, fanno “bingo!” il 1987 Daniele Bendazzoli e l'altro ex Pozzo Matteo Gulmini.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2035