Archivio: PRIMA PAGINA

31/3/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D)- 27^ GIORNATA

SCALIGERA ED ALBAREDO NON VOGLIONO SAPERNE DI STACCARSI: SEMPRE A 4 PUNTI DI DISTACCO! CASTELDAZZANO SEMPRE 3° INCOMODO, BEVILACQUA CHE NON LO MOLLA UN ATTIMO. GIPS “CORSARO” AL “DAVI”, IDEM IL BONAVIGO DELL’IRREFRENABILE BOMBER PESARIN. VIGO “TENNISTICO” CONTRO IL RALDON, IL MARCHESINO BYPASSA (4-3) LA NUOVA COMETA.

La fuga infinita: così possiamo chiamarla la sfida tra la capo

    a Scaligera di mister Alessandro Ghirigato da Isola della Scala e l’Albaredo del collega Manuel Cuccu da Roveredo di Guà. Entrambi vincitori tra le proprie mura pure ieri, nel quadro della 27ma giornata del girone “D” di Seconda categoria, con chiaro e largo verdetto.

    I giallo-rossi isolani per 3 a 0 (Alessandro Pasotto, Massimiliano Gramegna (su rigore) e l’erbetano Michele Maestrelli, difensore datato 1989). Di contro, agli argini del basso Adige, all’altezza di Albaredo, contro il Cadeglioppi di mister Nicola “Fonzie” Bertozzo, hanno risposto i precisi opliti biancazzurri Roberto Pace, ex Cologna Veneta, difensore targato 1998, e Dorjan Molla, l’albanese, ex Bovolone 1918, classe 1986.
     
    Sempre separate, Scaligera ed Albaredo, da 4 punti (il rapporto in termini algebrici è di 66 a 62), mentre sempre a ricoprire il ruolo di terzo incomodo a 56 punti è il Casteldazzano di mister Riccardo Adami, ieri trionfatore per 1 a 2 a Trevenzuolo, casa dell’Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani ed ancora scottato dalla eliminazione di Coppa Veneto di 2^ categoria subita mercoledì scorso dal Refrontolo. In illusorio vantaggio i vigasiani grazie a “monsignor” Alessandro Carraro (1989), ma, poi, ripresi dal centrocampista classe 1992 Enrico Segattini e superati al 90mo dall’avanti classe 1984 Daniele Zambelli ex Olimpica Dossobuono.
     
    Quarto scranno a 53 punti per il rilanciatosi Bevilacqua di mister Eros Crema: per la “Cremonese della Bassa”, per i grigio-rossi “pigiamati” del presidente Marco Calonego vittoria casalinga per 2 a 0 (Mattia Migliorini, classe 1999, poi, Sacchetto) sui Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti, privi di bomber Giacomo “Brun” Cordioli.
     
    Quinto posto a 49 per il Gip Salizzole del nogarese trainer Andrea Bertelli, tornato alla vittoria di 2 a 3 al “Luca Davi”, in casa di un Sustinenza di mister Giancarlo Permunian, il quale, udite, udite!, nel girone di ritorno ha raccolto nemmeno tanti punti quante le dita di una mano! Filippo Taietta (1989), il 1991 Michele Pimazzoni e il 1995 Nicolò Zago i marcatori rosso e blu salizzolesi; Alessio Poli (classe 2001, figlio del benzinaio di Sanguinetto) e il navigato (1983) Thomas Bersani, invece, per la “Celeste della Bassa veronese”: troppo poco! Sustinenza, il quale si giocherà domenica prossima in trasferta, contro il pari classificato al terz’ultimo posto a 23 punti Cadeglioppi, la salvezza matematica!
     
    Al sesto posto, a 45 punti, il GSP Vigo 1944 dei tanti e caldi tifosi che in settimana ci tempestano il tablet di sms e di chat inneggianti alla vittoria: che poi si è ieri rivelata, per 6 a 3, contro l’A.C. Raldon di mister Simone Ronconi (marcatori nero-verdi, doppietta del 1992 Riccardo Princivalle, più l’assolo – quello iniziale – dell’avanti 1998 Diego “de La Vega” Bertasini). Per i bianco-granata di mister “El Ros”, Adriano Rossignoli e del presidente-salottiere Raimondo De Angeli, doppia di Mohammed El Hasnaoui, acuti di Riccardo Trivellin (1987) da Noventa Vicentina, del 1992 Valerio Cesare, del difensore 1984 Enrico Gambin e di Simone Danielli.
     
    Straripa, a Bonavicina, in casa dell’ormai matematicamente retrocessa in Terza categoria Bonarubiana di mister Gianni Rossi, il Bonavigo di mister Giancarlo Corso: mattatore è il bomber-cacciatore di lepri e di palloni (ieri fantastico tris per il “puntero” isolarizzano arrivato a quota 17 reti) Andrea Pesarìn, festeggiato dai compagni di scuderia, ai quali ha dovuto donare caraffe di spritz. Lo imita il socio Ciccomascolo, Mattia, classe 1994, mentre alla “Bona” resta la magra consolazione del gol firmato da Ait Boikud.
     
    Al “Rino Dalle Vedove”, l’Aurora Marchesino supera per 4 a 3 la già fuori da tutti i giochi Nuova Cometa di mister Ivan Benin; la quale si era portata in duplice vantaggio con Battaglini e Badu, segnando poi ancora con Baltieri. Per i giallo e blu di mister Andrea Calzolari, quint’ultimi a 28, vanno a bersaglio pieno Carlo Alberto Provolo (1992, ex raldonate), Riccardo Dalle Vedove, il 1998 Alessandro Mussola e il 1994 Diego Spezie .

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2031