Archivio: PRIMA PAGINA

14/4/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 1^ CATEGORIA (GIR. B) - 29^ GIORNATA

MONTORIO AD UN PASSO DALLA STORIA E DAL TRIONFO! E SEMPRE CON UN PUNTO IN PIU’ DELL’ATLETICO CITTA’ DI CEREA. CADE ANCORA LA PRO SAMBO DEL NUOVO MISTER CENCI, POI, QUASI TUTTE VITTORIE INTERNE, DA QUELLA DEL BOVOLONE E DEI SANGIOVANNEI, A QUELLE DI ZEVIO E VALTRAMIGNA. IL 2002 MALAGNINI, FIGLIO D’ARTE, SALVA L’ISOLA 1966 DALLA CADUTA AL “TIBERGHIEN” (2-2). NEL CAOS LA CORSA PLAY OUT!

Montorio, dunque, a un passo dalla storia (non ci risulta essere mai approdato al campionato di Promozione), e a un punto in più dell’Atletico Città di Cerea di mister Simone Marocchio, ieri, con il “bonus” della vittoria a tavolino in seguito decisa dalla Figc-Lnd per la radiazione inflitta al SanguinettoVenera. “Bonus” prossimo ed ultimo che spetterà all’Audace calcio di mister Luca Ponzini, ieri semi-stoppato al “Tiberghien” sul 2 a 2 da una conclusione sferrata da un baby dell’Isola 1966 di mister Andrea Corrent, Michele Malagnini, classe 2002, figlio del longevo bomber – ad attuale trainer degli Allievi isolarizzani – Gianmatteo.

Prima dell’”enfant prodige” biancazzurro aveva trasformato il penalty il compagno di scuderia, il più maturo “puntero” Massimo Mantovani, rientrato all’ovile dopo la scappatella a Bovolone. Doppio vantaggio per i rosso-neri sanmichelati, a firma di Andrea Castelli e dell’ex virtussino, il classe 1996 Mirko Cacciatori.
 
Tornando all’ombra del castello montoriese, che ispirò la novella boccaccesca, i bianco-nero-verdi di mister Marco Burato riescono a tenere le distanze dall’inseguitore e imbufalito “Piccolo Toro”, aggiudicandosi l’intera posta verso la mezz’ora della ripresa grazie alla conclusione vincente del 1994 Enrico Dalla Mura che mette k.o il Casaleone di mister Pippo Crivellente.
 
66 i punti per i montoriesi, 65 per i ceretani, mentre l’avvicendamento – in settimana – Fulvio Cenci-Totò Mantovani – non frutta alla Pro Sambo, sconfitta per 2 a 3 al “Renzo Tizian” dall’A.C. Pozzo – lo scossone psicologico desiderato. Doppia di bomber Gianmarco Ravelli per i pro-sambonifacesi, doppia di Papa Kassum (secondo gol deviato da Alberto Portinari, ex SSD ValdalponeRoncà) e sigillo di Gigi Onofrio per i rosso e blu pozzani di mister Stefano Paese, ora quart’ultimi a 31, sopra all’A.C. Zevio, a 30, all’U.S. Provese a 8 e al radiato SanguinettoVenera.
 
Pozzo, il quale ha sopra alla sua testa, a 32 il Tregnago, a 33 il Buttapietra, a 34 freccette il Bovolone, a 35 quel San Giovanni Ilarione, che domenica prossima, ultima di campionato, scenderà al “Nicola Pasetto”. Sangiovannei di mister Sereno Ferrari, i quali ieri hanno matato per 3 a 1 l’A.C. Tregnago di mister Antonio Sorgente da Nola, grazie ai precisi “arcieri” biancazzurri Marcazzan e Gecchele (doppietta per costui!). I giallo e blu alto-valligiani hanno fatto “bingo!” col solo 1982 ed ex real-montefortiano Michele Gugole.

“Al Cavallaro”, 4 a 3 dei “mobilieri” di mister Claudio Sganzerla a spese della già retrocessa da tempo U.S. Provese, ma encomiabile per la sua combattività e generosità (in rete per i rosso-neri della frazione di San Bonifacio, Salvaro, Capone e Lorenzoni; per i bovolonesi, invece, Olivieri, l'attaccante Giacomo Bissoli, l’avanti 1996 Dennis Zanini e il compagno di reparto offensivo, il 1995 Giacomo Rossignoli).
 
Al “Todeschini”, lo Zevio di mister Lucio Merlìn ha ragione, 2 a 0, dell’SSD ValdalponeRoncà di mister Beppe Allocca: e, lo fa, grazie alle reti, entrambe scoccate nella ripresa, dall’ex lupatotino Federico Bressan e da dall’ex virtussino, il 1996 Mattia Fracasso.
 
All’”Emilio Steccanella” di Cazzano di Tramigna, altra vittoria “made in Christian Turozzi, l’over 200 reti, ancora decisivo: la gara la decide proprio lui, quando stava stagnando sul nulla di fatto, avversari i Boys Buttapedra di mister Cristian Cordioli.

In buona sostanza, tutto ancora da decidere sia in testa che in coda: decisivi, forse, gli ultimi 90 e più minuti della stagione e del calendario!

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2120