Archivio: PRIMA PAGINA

14/4/19
IL PUNTO SUL CAMPIONATO DI 2^ CATEGORIA (GIR. D) - 29^ GIORNATA

IL VIGO IMPONE IL RALLENTY (1-1) ALLA SCALIGERA E L’ALBAREDO SI PORTA A -2 ALLA VIGILIA DEL BIG MATCH FISSATO A ISOLA DELLA SCALA PROPRIO DOMENICA PROSSIMA! IN CODA, PESANTE SCONFITTA DEL BONFERRARO PER MANO DEL SUSTINENZA, AURORA MARCHESINO ATTERRATA DAL GIPS SALIZZOLE, MACCACARESI SUPERATI DAL BONAVIGO-PESARIN, VECCHIATO (CADEGLIOPPI) TIENE A TREVENZUOLO FUORI DAI PLAY OUT I SUOI. IL GIA’ SALVO RALDON BATTUTO AD ALBAREDO. BRILLIO COMETINO A BONAVICINA, CASTELDAZZANO BLINDA IL 3° POSTO VINCENDO A BEVILACQUA.
 
Colpo di scena nel girone “D” di Seconda categoria, quello da anni combattutissimo – perché ricco di pubblico e di campanili! – della Bassa veronese: ora solamente due lunghezze separano la capo

    a Scaligera di mister Alessandro Ghirigato dall’inseguitrice Albaredo dell’omologo Manuel Cuccu, vittorioso ieri in riva agli argini del basso Adige per 1 a 0 (match winner Superbomber Pier Luigi Dal Bosco, ex Montebello vicentino, classe 1987, al suo 27° gol stagionale) contro il già, ma non per questo arrendevole, A.C. Raldon del collega cadidavidese Simone Ronconi.
     
    Infatti, a Vigo, in casa dei bianco-granata di mister Adriano Rossignoli, detto “El Ros”, i giallo-rossi isolani si illudono per il vantaggio “fatuo” griffato dall’isolarizzano Massimiliano Gramegna; poi, è il difensore 1992 Marco Pasqualini a far tornare la Scaligera con i tacchetti ben saldi a terra e a giocarsi davvero una stagione intera (dove basta solo il pareggio, ovviamente oltre alla vittoria) a Isola della Scala per poter ritornare in Prima categoria.
     
    70 punti per la Scaligera, a fronte dei 68 esibiti dagli albaretani del presidente ed assicuratore, ma…mi faccia un…Piasere Daniele, mi…lasci compiere il magico, storico sorpasso in vetta!... Al 3° posto, a 62, si cristallizza definitivamente il Casteldazzano di mister Riccardo Adami, il quale avrà un orecchio sulla sua gara casalinga contro la già da tempo retrocessa Pol. Bonarubiana di mister Gianni Rossi ed uno a Isola della Scala, per non essere alla fine staccato di 7 punti dal binomio che lo ha già matematicamente sovrastato. Biancazzurri “castellani”, i quali hanno già compiuto il loro compito di tenersi in maniera definitiva dietro le spalle quel Bevilacqua che ieri hanno battuto in casa della “Cremonese della Bassa”, con uno 0 a 2 firmato dall’ex San Marco Alfonso Giardino, al suo 14° sigillo stagionale.
     
    Bevilacqua rimasto fermo alla boa n.56, un cm più avanti di quella alla quale è approdato il Gips Salizzole del nogarese trainer Andrea Bertelli e del presidente "Belfagor" Nello Migliorini, ieri vittorioso al “Rino Dalle Vedove” di Marchesino per 1 a 2 (doppia in rimonta del centrocampista 1991 Nicholas Marzari; vantaggio-illusion di Carlo Alberto Provolo, ex raldonate, classe 1992).
     
    Il Bonavigo di mister Gianluca Corso è sempre più Andrea Pesarìn-dipendente: ieri, altro fantastico tris del cuoco-cacciatore isolarizzano, classe 1991 al suo 22° sigillo, giunto con il 3 a 1 rifilato ai Boys Gazzo di mister Matteo Gobbetti (in rete per i maccacaresi e prima dello stesso “puntero” biancazzurro, l’avanti maghrebino Abdellah Saghroui, classe 1994). I compagni di scuderia del meraviglioso, prolifico “panzer” isolano invocano più caraffe di spritz da consumare al centralissimo “Bar Roma” dell’antico paese di Isolaporcarizza, locale affollatissimo, ogni domenica sera nel post-partita, da giocatori dilettantistici, gestito da Sebastiano Gobbi, dai suoi collaboratori Matteo ed Elia, e ingentilito da ammiccanti veline-bar-woman, le quali servono appannate pinte di birra ed invitanti stuzzichini.
     
    Al “Luca Davi”, sospirati 3 punti per il famelico Sustinenza, il quale, è vero, ha perso lo scontro diretto a Cà degli Oppi, ma si rifà con gli interessi, aggiudicandosi per 2 a 1 quello casalingo contro la Pol. Bonferarro di mister Andrea Olivieri. Giallo-amaranto bonferraresi di un sempre più avvilito ma non ancora rassegnato presidente Alfredo Gheli, i quali cercano con bomber Michele Preato (1992) di acciuffare almeno il pari, ma i puledri “celesti” sustinentesi hanno già lasciato la stalla con il malloppo totale in pugno (il “biondino” 1994 ed ex Concamarise Nicolas Mantovani e il difensore-goleador Thomas Bersani, 1983, sono i due “rapinatori” dei “Celeste della Bassa veronese”).

    Un’unghiata sferrata dal biancazzurro Baltieri significa bottino pieno e 0 a 1 a Bonavicina da parte della Nuova Cometa di mister Ivan Benin oramai già ampiamente in salvo. Infine, pari, 1 a 1, a Trevenzuolo, tra la già sazia di punti Atletico Vigasio di mister Fabrizio Saccomani e il Cà degli Oppi del collega Nicola “Fonzie” Bertozzo: botta del vigasiano Zorzella, replica di pari intensità firmata dall’ex “eroe di Montorio” ai tempi della sua militanza a Nogara, l’ex cubista Luca Vecchiato da Bovolone.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2093