Archivio: ULTIM’ORA

5/3/19
“EVERGREEN” TAIOLI (CADIDAVID) PREVEDE LA SALVEZZA A QUOTA 35

A vederlo in campo, con la maglia del suo A.C. Cadidavid, in cui sta disputando la sua decima stagione non ininterrotta, nessuno gli darebbe le 40 primavere che andrà a compiere il prossimo 5 novembre. Difensore, classe 1979, sposato con due figli (Filippo e Sofia), dottore commercia

    a con tanto di avviato studio, Federico Taioli parla dei bianco e blu di mister Armando Corazzoli, a 6 bracciate al traguardo, a 540 minuti alla conclusione.

    “Noi, ora, non stiamo vivendo una situazione facile: il nostro momento difficile è frutto di infortuni e di squalifiche, le quali ci hanno penalizzato non poco. E, poi, per restare nel contesto, domenica scorsa (ndr) abbiamo terminato la gara in 8 uomini, a causa di tre espulsioni, e, al 93° minuto abbiamo subito il gol della sconfitta da parte dell’Aurora Cavalponica. Non ci sta girando per il verso giusto, ma io confido nei miei compagni, nel mister, nella nostra capacità di fare quadrato, per affrontare le ultime 6 gare come fossero tutte finali, in modo di poter raggiungere la salvezza”.

    Possono bastare 35 punti per salvarsi?
    “Noi, ora siamo a 24, il Torneo è molto equilibrato, tranne il discorso-scudetto già prenotato da quel CastelbaldoMasi, che la spunta con tutte le avversarie. Nelle ultime 4 stagioni, ci siamo piazzati in posizioni Uefa (al 4°, al 5° e al 6° posto), riuscendo a fare molto con pochi investimenti. Ed abbiamo sempre compiuto degli autentici miracoli calcistici, sotto questo punto di vista. Ora dobbiamo solo riprendere a fare punti”.

    Eppure, dopo i 4 gol che rifilaste all’A.C. Cologna Veneta, la salvezza pareva ormai in cassaforte… “Da allora abbiamo subito molte defezioni: domenica, contro l’Aurora Cavalponica, difettavamo di ben 6 titolari, con parecchi Juniores in campo al loro posto”.

    Vi aspetta un calendario proibitivo, con Albaronco e Seraticense prossime avversarie. “L’Albaronco è un’autentica corrazzata, la Seraticense nel ritorno ha sempre innescato le marce alte. Noi i punti, ciononostante, dobbiamo da qualche parte pur farli!”

    All’ultima giornata, ve la vedrete con il Badia Polesine di mister Ruggero Ricci… “Mi auguro che i 3 punti non servano a nessuna delle due, di non vivere un gara da dentro o fuori!”

    Qual è il segreto della tua invidiabile performance?
    “La fortuna e la buona costituzione fisica. E lo stile di vita che conduco. Non ho mai subito infortuni seri, né ho dovuto, grazie a Dio, sottopormi a operazioni chirurgiche. Anche se, non te lo nascondo, comincio a sentire qualche acciacco”. Sono i tagliandi, caro Federico, dei prossimi 40 anni!

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:774