Archivio: ULTIM’ORA

8/4/19
LORENZO ZERBATO E IL CALDIERO SOGNANO LA FINALE NAZIONALE

DOPO LA SEMIFINALE DI ANDATA DELLA COPPA ITALIA, VINTA CONTRO IL BAGNOLO IN CASA (3-1), DOMANI I TERMALI SONO ATTESI DAGLI EMILIANI CHE CERCHERANNO DI RIBALTARE IL VERDETTO

E’ contento il capitano e attaccante classe 1991 Lorenzo Zerbato, in forza da due anni nei gialloverdi del Caldiero dopo essere arrivato dal Legnago Salus in serie D. Protagonista, con un gran tiro incrociato, del primo gol che mercoledì scorso ha portato in vantaggio il Caldiero di mister Cristian Soave nella gara di andata delle semifinali della fase nazionale della Coppa Italia di Eccellenza. Nella sfida casalinga giocata davanti al pubblico amico allo stadio "Berti" di via Ponterotto a Caldiero, alla fine di una sfida molto combattuta la squadra del presidente Filippo Berti aveva prevalso per 3 a 1 contro gli ostici undici emiliani del Bagnolo in Piano in provincia di Reggio Emilia. Erano andati in gol nell’ordine, oltre che a Zerbato in apertura, Zampino, che aveva momentaneamente pareggiato per il Bagnolo, poi aveva messo la freccia per il Caldiero Nicolò Zanetti e messo al sicuro il risultato il neo entrato Emilio Brunazzi. Un 3 a 1 finale per il Caldiero che fa ben sperare in vista del ritorno previsto per domani, mercoledì 10 aprile ore 15.00 allo stadio “Campari” di Bagnolo in Piano che è 8 chilometri a nord di Reggio Emilia.

Nell’altra sfida di semifinale i laziali della Nuova Florida Team hanno perso in casa per 1 a 0 con rete dei pugliesi ospiti che era giunta al 33° del primo tempo grazie a Di Rito. Un gol che mette i pugliesi del Casarano in una posizione di favore in vista della gara di domani fra le proprie mura. La finalissima è prevista per mercoledì prossimo 24 aprile allo stadio "Buozzi" di Firenze, in campo neutro. Si è organizzato un pullman per la trasferta in terra emiliana per i tifosi del Caldiero che vogliono tifare e spingere alla finale la squadra gialloverde termale. Chiunque volesse seguire i propri beniamini a Bagnolo può contattare l’A.S.D. Caldiero Terme al numero 045-6152300 in orario di segreteria.

"Quella di andata è stata davvero una bella partita - afferma Zerbato -, siamo in un buon periodo di forma e siamo molto carichi e concentrati. I nostri avversari del Bagnolo hanno provato ad impensierirci più volte nel corso della gara, ma in campo abbiamo messo cuore e grinta ed alla fine abbiamo vinto noi con merito".

Ora vi aspetta domani una gara di ritorno non facile in Emilia.."Mi dicono che da loro troveremo un campo molto caldo, sia per le condizioni del terreno non perfette che per la loro tifoseria. Ci sarà da sudare moltissimo ma vogliamo arrivare in finale. Il Caldiero se lo merita per gli sforzi fatti dal nostro grandissimo presidente Filippo Berti, imprenditore qualificato che vuole un mondo di bene a tutti i suoi giocatori".

Il Caldiero è impegnato quest’anno a 360 gradi, impegnato sia in Coppa che in Campionato. Il suo girone A di Eccellenza promette un finale trilling. Zerbato lo sa e vuol giocarsi, assieme ai suoi compagni, tutte le carte migliori: "In Coppa abbiamo disputato quasi un intero girone d’andata di campionato, con 13 gare giocate. In campionato, con una gara in più della capo

    a Vigasio, che ha giocato 28 gare, occupiamo la seconda posizione  con 62 punti, uno in meno del Vigasio di mister Mario Colantoni. Non vogliamo perdere di vista l’obiettivo finale. Provare a vincere sia il nostro girone di campionato e la Coppa Italia Nazionale. Credo che abbiamo una squadra molto forte in tutti i reparti e che ha le idee ben chiare".

    Dopo aver vinto 3 a 0 a Sona domenica, giovedì 25 aprile, dopo il riposo di domenica prossima, è in programma a Vigasio il big match fra le due protagoniste del girone (logicamente in caso di approdo alla finale di Coppa la gara verrà spostata) e poi il 28 aprile si chiuderà con il Garda in casa nell’ultima giornata, queste saranno le prossime ultime tre tappe del campionato del Caldiero. Mister Cristian Soave deve tenere alta l'attenzione dei suoi giocatori in questa fase decisiva della stagione: "Il nostro mister è una persona davvero incredibile, sia come tecnico che come uomo che ci insegna ad affrontare la vita con i suoi ottimi valori. E’ l'arma in più del Caldiero. Lavora con metodo per arrivare alla conquista di un sogno, e noi siamo sempre con lui, senza pause".

    Dopo la gara di andata l’intera squadra ha festeggiato la vittoria con il Bagnolo al bar “Sliparo” e “Nobis” fino a tarda notte. Due locali che quest’anno stanno portando benissimo alla truppa del direttore generale Fabio Brutti e del diesse Gianluca Benini. Zerbato desidera ringraziare i suoi genitori Giorgio ed Anna, e la sua fidanzata Ilaria, che non si perde una sua partita. Tifa Inter e il suo idolo è l'ex giocatore nerazzurro Milito. Salutandoci Lorenzo ci dice: "Il Caldiero ha piena consapevolezza nei suoi mezzi. La società è un modello per la sua organizzazione e per le persone che amano questi colori. Noi stiamo correndo per due imprese parallele, la Coppa ed il Campionato. Ne abbiamo i mezzi e spero che domani riusciremo a raggiungere la finale Nazionale che sarebbe un traguardo storico per il Caldiero e tutto il calcio veronese".

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:943