Archivio: ULTIM’ORA

20/4/19
A RAVENNA UNA BELLA FORTITUDO SCONFITTA DAGLI EPISODI (3-0)

Primo tempo ricco di emozioni tra la terza e la quarta forza di questo campionato. Le gialloblù di Bragantini subiscono l’aggressività delle padrone di casa nei primi minuti della partita e rischiano al 5’, quando Montecucco da posizione vantaggiosa spara a lato della porta difesa da Olivieri. La Fortitudo inizia a carburare e trova combinazioni interessanti con le sue giocatrici offensive. Già dopo i primi venti minuti le squadre sono lunghe e il match è molto intenso dal punto di vista atletico. Le ospiti provano a sbloccare il risultato dalla distanza: prima Pinna e poi Peretti, che tenta su punizione e poi con un bel tiro di prima intenzione da fuori area, ma nessuna delle conclusioni ha fortuna. L’occasione principale arriva al 45’, quando Benincaso calcia una punizione indirizzata a Carraro, che di testa davanti alla porta manca il colpo per centimetri. La prima frazione di gioco si chiude sullo 0 a 0, con due squadre che si affrontano a viso aperto e senza paura.

La ripresa si apre con due ghiotte occasioni per la Fortitudo, entrambe con l’asse Gelmetti-Pinna, con quest’ultima che filtra per l’attaccante gialloblù che però non riesce a infilare la porta difesa da Copetti. Il Ravenna passa in vantaggio al 12’ con un regalo della retroguardia della Fortitudo: Olivieri palleggia in area ma perde l’appoggio e Cimatti può comodamente firmare la rete a porta vuota. Colpo durissimo per le ospiti al 16’, quando l’arbitro fischia un rigore dubbio per un presunto fallo su Cimatti; Filippi calcia spiazzando Olivieri e firma il 2 a 0. Al 25’ Gelmetti colpisce il palo e dopo soli tre minuti gioco, partita e incontro per il Ravenna, che segna il 3 a 0 sfruttando un altro errore difensivo: Olivieri non trattiene un cross e Pecchini spinge la sfera nella propria porta. Le ospiti provano a salvare l’orgoglio ma la porta del Ravenna sembra stregata. Una partita ben giocata dalle gialloblù che concedono due regali e un rigore. Una Fortitudo che non ha demeritato e che deve solo essere più concreta e aggressiva quando la situazione lo richiede.

Ravenna: Copetti, Carrozzi (31’ st Giovagnoli), Barbaresi (20’ st Cinque), Montecucco (31’ st Haanpaa), Filippi, Bouby, Cimatti (42’ st Raggi), Cameron, Colini, Burbassi, Greppi. A disposizione: Cicci, Cinque, Matteucci, Balladelli, Raggi, Haanpaa, Giovagnoli. Allenatore: Piras.
Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Pecchini (31’ st Caneo), Mele (31’ st Bonfante), Peretti (40’ st Signori), Groff, Caliari, Carraro, Dallagiacoma, Pinna, Benincaso (20’ st Martani), Gelmetti. A disposizione: Perina, Salaorni, Pavana, Bonfante, Signori, Caneo, Martani. Allenatore: Bragantini.
Arbitro: Bianchini (Perugia).
Assistenti: Santarossa (Pordenone), Tortolo (Basso Friuli).
Reti: 12’ st Cimatti, 17’ st Filippi, 28’ st autogol Pecchini.
Note: ammonite Filippi, Groff, Cinque.

Riccardo Cannavaro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:213