Archivio: ULTIM’ORA

22/4/19
IL BUSSOLENGO SPERA ANCORA NEI PLAY OFF

Esattamente un anno fa stavamo commentando l’amara retrocessione del Bussolengo dalla Prima Categoria con una giornata d’anticipo sul finire dei campionati. Oggi ci ritroviamo invece ad esaltare la bellissima cavalcata dei rossoverdi di mister Roberto Pienazza, che sono entrati in zona play off proprio sul finale stagione, forti delle ultime quattro vittorie consecutive (tra cui due roboanti 6 a 0 in due partite consecutive, contro il Sant’Anna e la Juventina Valpantena).

I “ragazzini terribili” rossoverdi, quasi tutti provenienti dal vivaio giovanile del Bussolengo, comparto fortemente voluto dal “presidentissimo” Emiliano Montresor, stanno girando a mille: l’esperto “mister corniciaio” Pienazza sembra aver trovato la quadra al cerchio di una squadra che, ricordiamolo, ha un’età media giovanissima ma è già riuscita a battere le due prime forze di questo campionato, il San Peretto (che domenica ospita il Burecorrubbio) e il Malcesine che all’ultima giornata si contenderanno la promozione diretta in Prima Categoria. Il Malcesine giocherà in casa e si troverà di fronte proprio il Bussolengo che all’andata vinse in casa per 3 a 1.

Per i play off sono rimaste in lizza, il Pastrengo, il Lazise e il Bussolengo. Secondo le regole del Comitato Regionale Veneto della Lega Nazionale Dilettanti, conta anche il distacco in classifica, che non deve essere superiore a sei punti tra la seconda e la terza, e la terza e la quarta squadra in classifica. San Peretto e Malcesine sono già “al riparo”, una accederà in Prima Categoria e l’altra direttamente al secondo turno dei play off. Tra le tre squadre in lizza, quella che ha statisticamente meno possibilità di qualificazione è proprio il Bussolengo. Vediamo perché.

In caso di vittoria: i rossoverdi accederanno ai play off con una vittoria, ma solo se il Lazise non riuscirà a vincere contro la Polisportiva La Vetta (che ha già raggiunto una tranquilla salvezza). In caso di vittoria sia del Bussolengo sia del Lazise, le due squadre termineranno a pari punti, ma a passare saranno i lacisiensi a causa del vantaggio negli scontri diretti.

In caso di pareggio: se il Bussolengo pareggerà col Malcesine, potrebbe qualificarsi solo se il Lazise perdesse e se contemporaneamente il Pastrengo non riuscisse a vincere in casa contro il Colà Villa Cedri. Ricordiamo che sia il Colà, sia la Polisportiva La Vetta, avversario del Lazise, hanno già raggiunto la salvezza e quindi non hanno più nulla da chiedere al campionato…

Ovviamente, in caso di sconfitta, il Bussolengo dello storico direttore sportivo Renzo Bendazzoli verrà escluso indipendentemente dai risultati delle altre due contendenti.

Quindi appare chiaro che una qualificazione ai play off appare difficile, perché oltre al fatto di giocare in casa del Malcesine, secondo in classifica, moltissimo dipenderà anche dai risultati del Pastrengo e del Lazise che, almeno sulla carta, hanno davanti una gara abbordabile. Il risultato più probabile, per i bookmaker, sarebbe quindi una qualificazione di Pastrengo e Lazise. Ma si sa che a volte il nervosismo nel centrare un facile risultato a portata di mano può giocare qualche scherzo soprattutto con la stanchezza di fine stagione, e il Bussolengo spererà anche in quello.

Marco Mazzi per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:766