Archivio: ULTIM’ORA

25/4/19
CRISTIAN CARIGI (PESCANTINA SETTIMO) GUARDA GIA' AL FUTURO

E' un capitano tutto di un pezzo, il classe 1985 Cristian Carigi, che è in forza da tre stagioni al PescantinaSettimo, fresco di promozione, con 5 giornate di anticipo, dalla Prima categoria al campionato di Promozione 2019-2020. Domenica 28 aprile, al termine dell'ultima gara di campionato, che si giocherà al “Galdino Pinarolli Stadium” di via Monti Lessini a Pescantina contro il Pedemonte, ci sarà la grande festa rossoblu. La Società del PescantinaSettimo del presidente Lucio Alfuso per l'occasione invita tutti gli sportivi veronesi, tifosi e non del Pescantina, per una buona risottata a ritmo di musica dance con la Al-B-Band presentata da Gigi Visentini di TeleArena. Sarà inoltre l'occasione per premiare le squadre del settore giovanile rossoblu.

Cristian, una stagione davvero memorabile per il tuo PescantinaSettimo, l'anno prossimo giocherete con merito in Promozione, che dici? "Bellissima stagione, senza dubbio, promozione da neo promossa con una squadra che era stata costruita dal nostro direttore sportivo Stefano Carigi, che è mio padre, ben attrezzata in ogni reparto. Forti della vittoria ottenuta l'anno precedente in Seconda categoria, dove avevamo vinto il campionato sempre con largo anticipo, abbiamo dimostrato anche quest'anno di saper giocare un buon calcio propositivo che ci ha fatto vincere il nostro girone A di Prima. Non è mai facile ripetersi, ma ci siamo riusciti. Una stagione che era iniziata con umiltà e con la consapevolezza di potercela giocare con tutti. Ovviamente nessuno pensava di vincere il campionato anche quest'anno ottenendo una promozione diretta e anticipata".

Qual è stato il momento in cui avete capito che potevate farcela a vincere il vostro girone? "All'ultima giornata dell'andata in casa del Pedemonte, dove abbiamo vinto soffrendo ed in inferiorità numerica. Una partita dove abbiamo messo tanto coraggio e cuore. E non vorrei dimenticare la partita vinta alla settima di ritorno per 1 a 0 in casa del Quaderni. Una gara durissima che ci ha fatto capire la nostra vera forza, una sorta di pass per lanciarci poi verso la vittoria finale".

Che campionato di Prima categoria è stato?
"Sento spesso sentire dire, a torto, che il nostro girone "A" è stato poco combattuto. Non è vero affatto, anzi è stato il contrario. Tutte le nostre rivali si sono date da fare e noi anche. Ne è venuto fuori un campionato avvincente con risultati mai scontati. Sia per quanto riguarda l'olimpo dell'alta classifica sia per la lotta salvezza. Un girone molto agguerrito ed interessante".

Quali sono i segreti di questo PescantinaSettimo che in due anni è salito dalla Seconda fino in Promozione? "E' una società modello che non fa mai mancare nulla, che crede in quello che fa e che conta su un validissimo settore giovanile con tecnici preparati. Non ci sono, a mio parere, alcuni segreti particolari. Solo una società organizzata in tutto che guarda lontano con entusiasmo".

Se devi fare un plauso a chi lo fai Cristian?
"Al nostro presidente Lucio Alfuso, persona appassionata e piena di valori che vuole molto bene al PescantinaSettimo. Al suo vice Moreno Ronconi, sempre presente ed attento, a mio padre e d.s. Stefano Carigi, che continua a costruire rose di giocatori valide, ed al nostro mister Gianni Canovo, carismatico come non mai e tecnico bravissimo".

Cristian, non è ora di appendere le scarpette al chiodo?
"Ma non scherziamo. Il mio fisico regge bene e quindi voglio giocarmi tutte le mie chance anche l'anno prossimo in Promozione, un campionato che sarà molto interessante e divertente. So che la società si sta già muovendo per rafforzare la rosa ma ora godiamoci il momento ed andiamo avanti con costanza".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:813

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Vedi la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi