Archivio: ULTIM’ORA

29/4/19
MISTER MAURIZIO LISSANDRINI TAGLIA IL NASTRO DELLE 450 PANCHINE

Festa in casa del Valdalpone Roncà (anche se sconfitto in casa all'ultima giornata da un buon Valtramigna Cazzano)  per il traguardo ragguardevole delle 450 panchine nei nostri dilettanti di mister Maurizio Lissandrini, che per l’occasione ha abbandonato il suo ruolo di preparatore atletico e si è seduto in panca per l’ultima di campionato. Mister di lungo corso nei dilettanti, con un a carriera iniziata al fianco di mister Preto e Malaman nelle Officine Brà di Verona, con la scalata dalla Prima categoria alla serie D alla fine degli anni ‘80, per poi passare dal Verona femminile alle prime esperienze come responsabile di prime squadre al Chiampo in Promozione e, in seguito, al Valdalpone (con un campionato vinto), al Cologna Veneta (per 4 stagioni meravigliose), al Sarego, al Lonigo e al Montebello.

Diplomato ISEF Lissandrini lavora come docente alle scuole Medie di Montecchia di Crosara e per molte stagioni ha collaborato in vari settori giovanili (Sanbonifacese, Albaronco e Belfiorese) portando la sua esperienza al servizio dei più giovani. Da quest’anno è tornato a collaborare, con il Valdalpone del presidente Giuseppe Steccanella, come preparatore atletico al fianco di mister Giuseppe Allocca, del secondo Matteo Bellini e al preparatore dei portieri Roberto Puller. Un team che ha lavorato bene in questo campionato portando la squadra a sfiorare il 5° posto fino alla penultima giornata. “Ringrazio inanzitutto mister Allocca che mi ha concesso l’onore di tagliare questo ambizioso traguardo, ma prometto che tornerò nel mio ruolo a cominciare dalla prossima stagione, sempre in questa società”
 
Quali sono mister i suoi momenti da ricordare nella sua carriera?
“I ricordi più belli sono legati ovviamente a dove ho vinto i campionati, al Valdalpone, al Sarego e al Cologna Veneta. Tuttavia ho anche dei ricordi meravigliosi di quando sono stato a Lonigo, a Colognola ai Colli e a Montebello, dove ho trascorso stagioni piene di energia e voglia di vincere. Di tutti  questi anni ricordo molti giocatori ai quali sono rimasto legato anche fuori dal campo, persone con le quali il valore umano va oltre quello del rettangolo di gioco “
 
Ci faccia la sua formazione ideale dei suoi ex giocatori.. “Se devo mettere in campo il mio 11 ideale avrei molte difficoltà, ma ci provo.
Menini (Sarego), Fraccaro (Lonigo), Dian (Lonigo), Martinelli (Cologna), Mantovani (Chiampo), Beltrame (Cologna), Sinigaglia (Cologna), Fochesato (Sarego), Cucchetto (Cologna), Villardi (Valdalpone), Bagno (Sarego). Porterei sempre con me anche il portiere Fraccaro (Valdalpone), Cecchet (Cologna), Cardone (Valdalpone) e Tamiozzo (Chiampo)".
 
“Saluto facendo un grosso in bocca al lupo a tutti per questo finale dei campionati che daranno i verdetti definitivi della stagione 2018-19 e un arrivederci sui campi di gioco nella prossima stagione 2019-2020 dove, come promesso, tornerò a preparare i muscoli e la testa dei giocatori".

la redazione di www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:724