Archivio: ULTIM’ORA

11/5/19
IL BUSSOLENGO CONFERMA IN PANCA MISTER ROBERTO PIENAZZA

Comunque è stato un successo, lo conferma il tecnico del Bussolengo Roberto Pienezza. Per un soffio, la pimpante formazione rossoverde che milita nel girone A di Seconda categoria, non è entrata nella griglia dei play-off, terminando al 4° posto a 54 punti alla pari del Lazise ma in svantaggio con i lacustri negli scontri diretti (1 a 1 all'andata a Bussolengo, 2 a 0 a favore della squadra del lago al ritorno).

E' comunque ugualmente soddisfatta la società guidata da 25 anni dal vulcanico e grintoso presidente Emilio Montresor, come conferma il direttore sportivo Renzo Bendazzoli, detto il nero: "Una stagione per noi importante. Dopo un girone di andata dove abbiamo fatto fatica a carburare, nel ritorno abbiamo però perso una sola partita, proprio quella fatale in casa del Lazise. Un vero peccato per le prestazioni e il grande impegno dei miei ragazzi. Ma è andata in questa maniera e quella unica sconfitta non ci ha permesso di giocarci i play-off. Ma niente paura, stiamo già costruendo la squadra per l'anno prossimo. Aggiungeremo due o tre pedine, muovendoci sul mercato rinforzando una rosa della prima squadra che è già consistente ed affiatata. Ufficialmente abbiamo già confermato mister Roberto Pienazza del quale siamo molto contenti. E' l'uomo giusto al posto giusto".

Mister Pienazza ha ricevuto spesso tanti complimenti dalle squadre avversarie per come giocava la sua squadra: "Quest'anno - dice - ho avuto a disposizione ragazzi fantastici innamorati della maglia del Bussolengo. Si sono dati da fare in campo e spesso mi hanno fatto emozionare per le loro giocate. Al triplice fischio finale di ogni partita ricevevo i complimenti ed una stretta di mano dal mister avversario".

Il Bussolengo quest'anno ha schierato giovani assai interessanti nati negli anni 2000, 1999, 1998 e 1997, tutti provenienti dal settore giovanile rossoverde. "Era nostro desiderio, come società - spiega Pienazza -, formare una squadra di giocatori del paese smaniosi di dare battaglia ogni domenica in campo. Il comportamento e le giocate della punta classe 1996 Matteo Tezza mi sono piaciute molto, ma sono stati ugualmente bravi tutti i suoi compagni di squadra, a cominciare da Marco Pachera e il moldavo Sergiu Postolachi. Sono letteralmente esplosi i giovani Sebastiano Bortolazzi ed il portiere Luca Scandola".

Compie quest'anno 96 anni di vita questo glorioso club con al primo posto nelle sue prerogative la valorizzazione dei giovani del proprio vivaio. Una ricetta che a Bussolengo funziona sempre perfettamente e il riconfermatissimo mister Pienazza lo sa molto bene.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:570