Archivio: ULTIM’ORA

13/5/19
SALVEZZA MERITATA PER IL NEOPROMOSSO GARDA DI MISTER CORGHI

E' soddisfatto il presidente del Garda Vittorino Zampini, ancora una volta i suoi ragazzi gli hanno regalato momenti entusiasmanti cogliendo un importante salvezza nel girone A di Eccellenza. Ancora una volta, come nelle ultime stagioni calcistiche, Zampini ha visto giusto allestendo una valida rosa della prima squadra formata dal giusto mix tra interessanti giovani, facenti parte dal settore rossoblu, e da giocatori più esperti provenienti da altre realtà calcistiche del territorio circostante, vedi Piger, Boni e Montalenti, tutti ex Montebaldina Consolini. Il capitano Mirko Dorizzi è l'anima di questa società, in tutti i sensi. Innamorato, assieme alla sua famiglia (i genitori danno in mano in società, lavando le maglie o preparando succulenti piatti nella cena settimanale per tutta la squadra una volta la settimana) dei colori rossoblu. Dorizzi ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile ed ora è il capitano della squadra che milita in Eccellenza dove quest'anno ha segnato 12 reti.

Ha fatto benissimo mister Paolo Corghi, al suo primo in Eccellenza, dopo aver chiuso la sua esperienza due anni fa nel mantovano e aver vinto il campionato di Promozione lo scorso anno con i rossoblu. Chiamato in prima squadra dal talent scout Zampini ha conquistato una meritata salvezza, in un girone A di Eccellenza, imbottito da due squadre veronesi titolate, come Vigasio e Caldiero Terme, entrambe approdate quest'anno con merito in serie D. Il Garda ha conquistato, dopo 32 partite di campionato, 41 punti come Borgoricco e Valbrenta. Tranquillo, mister Corghi afferma: "Sono contento del nostro in campionato. Non dimentichiamo che eravamo una neo promossa, piena di energia ed entusiasmo, ma con poca esperienza in questa categoria. Alla fine è andata bene, ci siamo battuti sempre a viso aperto contro tutti. A volte ci è andata bene, altre volte meno, ma abbiamo sempre fornito prestazioni all'altezza della situazione".

Non vuole svelarci il suo futuro ma la domanda è d'obbligo, resterà o no al Garda? "Mi sono trovato molto bene in questo sodalizio che è ben organizzato in tutte le sue componenti. Vorrei rimanere ad allenare in Eccellenza. A breve mi incontrerò con il presidente per discutere sul futuro. Se i programmi di entrambi collimeranno, sicuramente resterò!"

9 vittorie in campionato è un bel viatico per una squadra sempre votata all'attacco grazie all'estro di Nicola Beverari, che quando è in giornata è imprendibile per gli avversari, a Dorizzi, che ha segnato in questa sua prima avventura in Eccellenza 12 reti, e Shaban Gashi che ha contribuito con 9 reti. Il Garda, con i suoi 50 gol fatti quest'anno, è stato il terzo miglior attacco in coabitazione con quelli di Pozzonovo e Caldiero, squadre definite dagli addetti ai lavori due corazzate. Meno bene la difesa rossoblu che con 47 centri subiti è la quint'ultima del girone. Hanno fatto peggio del Garda solo la Belfiorese con 48 gol subiti, la Calidonense (49), la Piovese (50) e il Valgatara con 55 gol subiti a fronte dei 52 fatti.

"Giudico la classifica finale estremamente veritiera - dice Corghi -. Vigasio e Caldiero erano davvero le formazioni da battere, forti e consistenti in tutti i reparti. Nei play-off, dove tutto può succedere, il Pozzonovo ha battuto il Montecchio e l'Arcella giunte alla fine senza più benzina. In fondo sono dispiaciuto che il San Giovanni Lupatoto sia tornato, da neo promossa e dopo un solo anno, in Promozione. Anche Calidonense e Piovese non c'è l'hanno fatta e sono retrocesse assieme ai "lupi biancorossi"".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:748