Archivio: ULTIM’ORA

16/5/19
MISTER GIANNI PIERNO, DOPO QUATTRO ANNI, SALUTA IL GARGAGNAGO

Chiude soddisfatto, ma con un briciolo di amarezza nel lasciare una brigata di ragazzi eccezionali, il mister del Gargagnago Gianni Pierno, che anche quest'anno ha portato i "tricolori" ad una tranquilla salvezza nel girone A di Seconda categoria. Dopo quattro anni di militanza, alla corte del presidente Stefano Sartori, il simpatico mister dice: "Qui a Gargagnago ho passato quattro annate fantastiche. Colgo l'occasione per ringraziare l'anima di questa società, Silvano Procura, il presidente Stefano Sartori e tutto il direttivo. Con loro, i giocatori della prima squadra ed il mio staff tecnico, formato dal mio vice Massimo Maria Baggio e dal preparatore dei portieri Giuseppe Pace, ho passato momenti davvero indimenticabili. Per il sottoscritto, il Gargagnago è una meravigliosa famiglia dove sono sempre stato coccolato e dove ci siamo detti sempre le cose in faccia, come piace e a me. Ci siamo a volte incazzati ma dopo abbiamo sempre fatto la pace. Tutti hanno sempre remato con convinzione in un unica direzione. Quando ricordo il Gargagnago mi si emoziono sempre".

Sono 39 i punti conquistati quest'anno dopo 30 gare disputate, con in tasca 11 vittorie, 6 pareggi e 13 sconfitte, un cammino che quest'anno ha portato i bianco-rosso-verdi a conquistare l'undicesima piazza finale. "Francamente - aggiunge Pierno - sono un po' rammaricato perchè quest'anno potevamo senz'altro fare di più. Potevamo mettere nel forziere dei punti d'oro persi malamente durante la stagione per errori nostri. Purtroppo ci sono capitate defezioni ed infortuni vari che hanno minato il nostro cammino. Ma questo, lo ribadisco, non è una scusante".

Una carriera da allenatore, quella di Pierno, mister dal carattere guascone e colmo di temperamento, sempre sostenuta dalla compagna Romina che è ancora affezionata ai colori bianco-rosso-verdi, la quale ha sempre seguito con trepidazione, alla domenica, la squadra allenata dal suo amato mister con la barba. "Che posso farci! Romina è fedele al Gargagnago e non gli passa - e ride -. Vorrà dire che l'anno prossimo, se troverò una nuova squadra da allenare, io mi siederò su una nuova panchina e Romina si siederà sugli spalti a tifare il Gargagnago".

Gargagnago, Real San Massimo, Real Lugagnano e Team Santa Lucia (in Seconda categoria) sono le compagini allenate da mister Pierno. Tutte gli hanno regalato tante soddisfazioni. "Fare l'allenatore nei dilettanti è a volte complicato. Ti devi misurare con diverse mentalità, devi allenare ragazzi dal carattere diverso e dalle vedute a volte molto diverse dalle tue. Un allenatore deve essere bravo tatticamente sul campo ma anche un buon motivatore. Bisogna essere come un padre di famiglia che ama i suoi ragazzi".

Non sappiamo dove allenerà la stagione prossima mister Gianni Pierno, chi lo vorrà cercare sa dove chiamarlo, il suo telefonino è sempre acceso. Diceva il compianto allenatore di Roma e Milan Nils Liedholm: ”L'allenatore di calcio è il più bel mestiere del mondo, peccato che ci si siano le partite”. Mister Pierno, invece, non vede l'ora di giocarle le partite, perchè lo caricano come una molla.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:835