Archivio: ULTIM’ORA

23/5/19
L'A.C. GARDA RIPARTE DALLA RICONFERMA DI MISTER PAOLO CORGHI

E' bastata una stretta di mano per suggellare, per il terzo anno consecutivo, il patto di ferro con l'A.C. Garda per il prossimo campionato di Eccellenza. Mister Paolo Corghi rimane il tecnico della prima squadra rossoblu del direttore generale Mirco Pomari. Ha accettato la proposta fattagli dal vulcanico presidente Vittorino Zampini il quale ogni anno rivoluziona la squadra portandola a reggere benissimo gli urti del duro campionato di Eccellenza. Si sa che lo “svizzero”, che ha in tasca il patentino di allenatore del campionato svizzero, dove ha giocato da professionista, la sa lunga. Va a prendere ogni anno i giocatori ideali per la causa del suo Garda. Gente che in campo da tutto fornendo sempre buone prestazioni. Non esistono prime donne al Garda ma un gruppo ben affiatato di giocatori che remano tutti dalla stessa parte. L'ha confermato quest'anno il campionato, dove il Garda ha raggiunto con tranquillità l'obiettivo prefissato alla vigilia, una bellissima salvezza che per una neo promossa non è mai scontata".

"Ho voluto riflettere in queste giorni, dopo il mio primo incontro con il presidente Zampini, per fare la scelta giusta - dice mister Corghi -. Sono una persona riflessiva che valuta attentamente le proposte. Al primo anno a Garda sono stato benissimo ed ho vinto a sorpresa il campionato, quest'anno da neo promossi in Eccellenza ci siamo salvati senza grossi patemi quindi perchè non proseguire questa entusiasmante avventura in rossoblu? Ho ricontatto Zampini ed eccomi qui, pronto per la nuova stagione targata 2019-20 nel campionato di Eccellenza".

Dalle prime voci a Garda, sembra che si voglia confermare quasi interamente la rosa di questa stagione da poco conclusa. Entreranno in prima squadra giovani promettenti provenienti dal settore giovanile rossoblu assieme a qualche rinforzo di categoria nelle zone nevralgiche del campo. A breve ne sapremo di più. "Sono abituato ad allenare - continua Corghi - i giocatori che mi mette a disposizione la società. Cerco sempre di conoscere al meglio le loro caratteristiche per schierarli nella maniera migliore in campo. Ho chiesto al presidente di confermare tutti, ma si sa che ogni anno ci sono sempre dei giocatori che non vogliono restare, attirati da altre proposte, e che quindi con amarezza dovremo lasciare andar via. So che la società è attenta e sta facendo le opportune valutazioni del caso. La vetrina dell'Eccellenza è ambita da molti giocatori di provata esperienza, devi però schierare sul terreno di gioco anche giovani validi, che sono quelli che spostano gli equilibri. Ora mi rilasso e ricarico le pile in attesa dell'inizio della prossima stagione calcistica".

Mister Corghi considera la classifica finale di quest'anno veritiera: "Vigasio e Caldiero, che l'anno prossimo giocheranno entrambe in serie D, hanno confermato di essere le più forti di tutte. Avevano due rose molto assortite in ogni reparto. Direi che, tranne il San Giovanni Lupatoto di mister Matteo Fattori, che purtroppo è retrocesso, tutte le veronesi, nel bene e nel male, hanno fatto bene. Personalmente sono molto soddisfatto dell'ottimo campionato fatto dal mio Garda".

Altre voci danno riconfermato anche lo staff tecnico di mister Corghi. Restano quindi a vestire la divisa rossoblu i grandi due massaggiatori, per simpatia e doti lavorative, Marzio Conati, detto “Figo”, e suo padre Alessandro. Così come il bravo preparatore atletico Simone Ballarini e l'allenatore dei portieri Davide Zomer. Il Garda ha una base solida, ora basterà solo fare qualche ritocco.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:598