Archivio: ULTIM’ORA

24/5/19
ROBERTO PIZZINI FESTEGGIA 70 ANNI DI AFFILIAZIONE ALLA FIGC

Vanta un traguardo difficilmente raggiungibile Roberto Pizzini di Pescantina. Ha tagliato quest'anno il nastro dei 70 anni consecutivi di affiliazione alla Figc. Motivo d'orgoglio per la sua famiglia ed il figlio Alberto, ambito allenatore per la sua caratura tecnica nei nostri dilettanti veronesi.

Sono ben 20 le promozioni portate a casa da mister e dirigente, e tante le piazze dove ha dato il suo prezioso contributo dispensando utili consigli. Sono tantissimi i suoi ex giocatori che quando lo vedono lo salutano ancora con calore e riconoscimento.

Roberto Pizzini è un uomo schietto e tutto di un pezzo, generoso ed intraprendente. Innamorato del calcio di altri tempi, quando l'appartenenza ai colori sociali era il fulcro centrale di ogni squadra. Temperamento e grinta sono stati i suoi cavalli di battaglia.

Mai dimenticato, nell'era del Pescantina del presidente Natale Pasquali, capace di portare i rossoblu fino alla vetrina della serie D. Storici i derby giocati nel cuore di Pescantina, in piazza degli Alpini, dove sorgeva una volta il campo comunale, contro il Chievo della famiglia Campedelli. Pizzini ricopriva allora il ruolo di direttore sportivo mentre l'amico Vassanelli faceva il direttore generale.

Roberto Pizzini è cresciuto nelle giovanili della Polisportiva San Lorenzo di Pescantina, in Seconda divisione, esordendo in prima squadra a 18 anni nel 1960 come promettente centrocampista centrale.

Poi, partito due anni dopo per il servizio militare a Pinerolo, giocò nella locale squadra in Seconda divisione. Tornato a casa iniziò la carriera di allenatore guidando le squadre di Caprino, Consolini, Avesa, Settimo, Saval Maddalena, Valdadige, San Zeno di Montagna e Gargagnago.

"Roberto Pizzini è l'anima di Pescantina. Cicerone della storia calcistica di questa squadra - afferma l'attuale presidente del PescantinaSettimo Lucio Alfuso -. Mi congratulo con lui per questo storico traguardo. Sono soddisfatto del suo lavoro al PescantinaSettimo come dirigente ed accompagnatore addetto agli arbitri. Ha dedicato la sua vita alla passione per il calcio dilettantistico. La sua è una bellissima favola intrisa di calcio. Di quella favola è sicuramente il grillo parlante".

Gli fa eco il figlio Alberto: "Sono commosso per questo traguardo conquistato da mio padre. Se lo merita tutto per i sacrifici fatti nel calcio fin da piccolino, quando, all'età di sette anni entro a far parte della piccola famiglia della Polisportiva San Lorenzo di Pescantina. Mio padre mi ha insegnato a non mollare mai, in ogni attività che si fa. Mi ha sempre detto "Ci devi mettere il massimo impegno e tanta passione e vedrai che poi i frutti arriveranno". Mio padre è davvero un grande!"

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:738

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Vedi la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi