Archivio: ULTIM’ORA

27/10/17
NUOVA...FRONTERA PER IL PORTO DI LEGNAGO

Alfonso Frontera, classe 1990,  è uno dei tre cugini, originari di Cutro crotonese, che militano nei nostri dilettanti della Bassa veronese e che portano lo stesso nome e cognome. L’Alfonso di cui parliamo è il nuovo esterno di fascia del Porto di Legnago della presidentessa Beatrice Zancanella. “Sono arrivato dal Minerbe” spiega “all’indomani del fallimento della società del mio paese, dove sono cresciuto e dove ho sempre militato fin dai Primi Calci. Peccato per quello che è accaduto a fine agosto  perché in questo modo si sono cancellati 80 e più anni di storia calcistica di un paese”.

Ed ora Alfonso giochi nel Porto di Legnago...
“Secondo me, siamo un bel gruppo. Tanti sono i nuovi arrivati dal Minerbe 1934 (Luca Dal Molin, Edoardo Modenese; ma ci sono anche Nicola Beltrame, Alessio Maggioni, ex nero-verde) e da altri club limitrofi -. Sono certo che, appena troviamo l’intesa,  possiamo fare bene. La classifica è un po’ avara di punti, in quanto abbiamo vinto al debutto, pareggiato una gara e perdute le altre tre. Non siamo messi molto bene – è vero -, ma abbiamo un mister, Crescenzo Nardella, che ci prepara bene e che è un grande appassionato di calcio”.

Il girone “B” di Terza categoria ha già sgranato la sua classifica…
“La papabile alla vittoria finale, per me, è il GSP Vigo, anche se dovrà fare i conti con la Polisportiva Amatori Bonferarro e con la Dorial dell’intramontabile punta Amedeo "Amadeus" Benedetti e con l'Alpo Lepanto di super-Pippo Perinon, già capocannoniere con 6 reti. Ma, anche il Real Vigasio darà filo da torcere a tutti, da buona retrocessa. Ma, anche noi, una volta decollati, sono sicuro che potremo dire la nostra, magari aspirando a un posto play off”.

Il Porto di Legnago, ossia un mix di giovani e meno giovani: “Il più vecchio è Alessandro Ferrati, nostro capitano. Tra i giovani, Simone La Sferza, classe 1997, e mio cugino Alfonso, suo coetaneo. Lui  è più punta rispetto a me, gioca più avanti voglio dire. Tra i nostri punti di forza, Mattia Melotto, Ferrigato  e Mohammed El Hasnari”. Alfonso è capo reparto di un colorificio nel Padovano: tifa Juventus: “E, visto che è la società della mia città di provincia, tifo anche Crotone, dove milita il “Raul di Pradelle” Andrea Nalini”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1410