Archivio: ULTIM’ORA

8/11/17
IL CAPITANO NICOLA FERRARESE SPRONA IL SAN MARTINO SPEME

E' sempre stato molto equilibrato nei valori e nel rendimento in campo, il capitano del San Martino Speme Nicola Ferrarese, difensore classe 1993 tutto di un pezzo che guida la difesa con maestria da sette stagioni consecutive. Non è facile prevalere con facilità sul tuo avversario diretto quando ti mette  alle strette e non ti ha respiro. Fare risultato è difficilissimo su ogni campo, specialmente nel campionato di Eccellenza. Al San Martino il gruppo è coeso ma potrebbe dare di più e Ferrarese ne è convinto: "Rispetto alla stagione passata, dove abbiamo conquistato il salto di categoria dalla Promozione all’Eccellenza grazie al ripescaggio, sono stati pochi i nuovi inserimenti di giocatori voluti dalla società. La squadra è giovane ma ha giocatori di valore. Commettiamo alcune ingenuità in difesa che stiamo pagando a caro prezzo e davanti purtroppo non riusciamo a buttarla dentro. E’ un periodo che ci gira tutto storto".

Nicola, come i suoi compagni, è arrabbiato per la gara persa domenica scorsa sul proprio terreno contro il Villafranca. Il San Martino Speme non è riuscito a stare concentrato, distraendosi troppo volte. Risultato finale 3 a 1 per la compagine di mister Alberto Facci con reti di Menolli al 13’ del primo tempo e raddoppio di Martins alla mezz'ora di gioco. Nella ripresa il Villafranca dilagava con l'ex Bardolino Faye Pape e solo alla fine accorciava le distanze Irprati per il San Martino. "Non siamo mai stati in partita, ecco tutto. Ci siamo svegliati troppo tardi ma il Villafranca ha dimostrato di essere sempre sul pezzo, sempre lucido e concreto sui palloni importanti. Sotto di tre reti era difficile rimontare e loro hanno dimostrato di meritare la vetta del girone".

Domenica prossima trasferta in terra vicentina a Valdagno. Il San Martino Speme non vuole sbagliare mirando al bersaglio pieno con una freccia molto appuntita. Andremo ad affrontare in Valdagno Vicenza, un avversario che in passato ha pure giocato in serie C2. Ora il calcio da quelle parti è un po' sottotono ma si vuole risalire la corrente. Noi vogliamo uscire dal loro campo con la vittoria in pugno. Il nostro mister, Filippo Damini, sta preparando la sfida nel migliore dei modi, curando ogni aspetto possibile ed immaginabile. Sono convinto che se giocheremo con l’accortezza giusta usciremo con delle belle soddisfazioni dal loro glorioso campo".

Nicola lavora all’Aia e sta cercando la fidanzata giusta. Ama gli animali e quando può va al parco a portare a passaggio il suo amato cane. Abita dietro il campo sportivo di San Martino e quindi ad allenarsi ci va a piedi con il borsone. E’ un campionato di Eccellenza livellato con una graduatoria corta, come conferma Nicola: "Ogni domenica devi stare molto attento a non fare passi falsi. Se devo dirti una favorita per vincere il nostro girone A di Eccellenza metto al primo posto la Vigontina San Paolo, squadra estremamente quadrata. Ma aggiungo il Villafranca squadra forte in tutti i reparti ed il Caldiero che sicuramente verrà fuori alla distanza, ne sono convinto".

Dopo 9 partite il San Martino ha ottenuto 9 punti con 2 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte segnando 13 reti e subendone 16. Il migliore attacco è il Montecchio Maggiore con 19 goal fatti, mentre la miglior difesa è quella del Cartigliano con soli 5 goal incassati. Il San Martino è la penultima difesa più perforata con 16 reti dietro solo al ValdagnoVicenza con 18 reti. Un dato questo sicuramente da migliorare. "Mister Damini ci carica a dovere ogni volta. E’ un ottimo allenatore, noi però dobbiamo cercare di concedere molto meno ai nostri avversari ed essere più cinici in attacco. Possiamo giocare alla pari con ogni avversario. E’ un campionato avvincente e in ogni partita il risultato è mai scontato. Noi dobbiamo tenere a bada le squadre che abbiamo dietro e fare più punti che possiamo. Sto molto bene a San Martino, è la mia seconda famiglia. Insieme possiamo alzare lo steccato per ripararci da  brutte sorprese. Il San Martino è impavido e grintoso e non vuole essere scalfito dai colpi degli avversari".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1872