Archivio: ULTIM’ORA

13/11/17
IL PEDEMONTE DI MISTER STEFANO MODENA VOLA SEMPRE ALTO

NONOSTANTE LA FORTE DELUSIONE PER ESSERE STATI INGIUSTAMENTE PRIVATI DELLA MERITATA PROMOZIONE, I BIANCOROSSI SALGONO IN VETTA ALLA CLASSIFICA DEL GIRONE A DI 1^ CATEGORIA

Fra le squadre più sorprendenti, di questo primo terzo dei campionati dilettantistici, c'è anche la polisportiva Pedemonte del presidente Alberto Fedrigo e del diesse e sponsor Claudio Farina che, dopo il grandissimo campionato dello scorso anno culminato con la vittoria della finale play-off, anche quest'anno si stanno ripetendo a grandissimi livelli. I biancorossi sono attualmente primi del girone A di Prima categoria alla pari del Mozzecane a 23 punti. L'ennesimo miracolo è reso possibile grazie alla grande esperienza dei tecnici Stefano Modena e Giorgia Brenzan, che collaborano insieme oramai da diversi anni e che hanno allenato in passato le squadre del Quaderni, del Raldon, degli Juniores del Garda, del Grezzana e prima ancora del PGS Concordia.

Proprio il riconfermato tecnico Stefano Modena, al suo terzo anno in biancorosso, ci parla del buon momento della sua squadra: “Siamo solo ad un terzo della stagione ma la squadra sta giocando un campionato ad alto livello con grande determinazione nonostante la beffa estiva della mancata promozione. A differenza della Ares, dove la squadra per la delusione si è sfaldata, la nostra ha reagito bene e i ragazzi vogliono prendersi la rivincita facendosi giustizia sul campo. Ho a disposizione davvero un bel gruppo formato da tanti giovani interessanti e anche domenica ho schierato 5 giovani dal 1997 al 2000. Questo è il mio terzo anno in biancorosso, dopo la salvezza all'ultima giornata del 1° anno, il terzo posto e la vittoria dei play-off dello scorso anno, in questo inizio di stagione ci stiamo ripetendo a buoni livelli anche se il nostro obiettivo primario è sempre la salvezza diretta".

Qual è il segreto della tua squadra?
"Ripeto, abbiamo un gruppo splendido e coeso, dove tutti remano dalla stessa parte. Non abbiamo primedonne o giocatori di grido ma il collettivo è la nostra forza. Ogni anno cambiamo poco e quindi i ragazzi si conoscono alla perfezione. Questa estate sono partiti 4 giocatori che sono stati rimpiazzati da Michele Posenato (classe1993 giunto in prestito dall’Ambrosiana), Thomas Fornalè (ragazzo del 1997 giunto dall'Alba B.Roma) e l’esperto difensore Matteo Carlassara (classe 1994 ex Valpolicella). A questi sono stati aggiunti alcuni giovani interessanti provenienti da squadre Juniores".

Ma ora che siete in vetta alla classifica l'obiettivo cambia?
"Per noi raggiungere la salvezza diretta è la cosa più importante, vincere il campionato è sempre difficile anche perchè ci sono squadre più attrezzate della nostra, come il Concordia, che è una gran bella squadra, e il Mozzecane, che è una squadra molto esperta con una difesa molto solida, la migliore del girone. E' ovvio che, vista la posizione attuale, un pensierino ai play-off ce lo facciamo anche noi. Veniamo da sette vittorie consecutive e stiamo giocando senza le nostre due punte Luca Ferrari e Daniel Zamboni (entrambi acciaccati) che l'anno scorso ci hanno regalato insieme più di 25 gol. Ora dobbiamo essere bravi perchè arriva il difficile perchè ogni squadra da sempre qualcosina in più quando incontra la capo

    a".

    Quindi massima attenzione già da domenica col Bussolengo?
    "Domenica vengono a farci visita i rossoverdi del presidente Emilio Montresor che sono la nostra "bestia nera" e questo mi preoccupa. La classifica del Bussolengo è bugiarda perchè la squadra non è così debole come dicono i punti. Con il nuovo mister Roberto Pienazza i rossoverdi hanno raccolto 4 punti nelle ultime due partite battendo il Concordia e perdendo di misura in precedenza contro il Mozzecane. E' una gara da prendere con le pinze e da giocare con la massima attenzione. Come ho detto il Bussolengo merita una classifica migliore come il Caselle e l'Olimpica Dossobuono, squadre che hanno giocatori di qualità e che sicuramente sapranno risalire la china".

    Poi, Stefano, ha parole di elogio anche per il suo staff...
    "Per me Giorgia Brenzan è una spalla ideale, ha le mie stesse idee calcistiche ed ha carta bianca in tutto, noi ci impegniamo sempre per raggiungere il massimo con il gruppo che abbiamo a disposizione. Giorgia è anche un preparatore atletico professionista ed è forse l'unica a Verona a possedere il patentino Uefa A, pensa che potrebbe allenare in serie B e con le sue più di cento presenze nella Nazionale Azzurra femminile potrebbe anche prendere il Master. Non voglio dimenticare il nostro preparatore dei portieri Maurizio Vantini detto "Mao" che era già qui a Pedemonte al nostro arrivo ma che collabora con noi con grande impegno e dedizione”.

    Grinta e determinazione non mancano certo al tecnico di Lugagnano Stefano Modena che salutandoci ci dice: “Vogliamo fare un buon campionato, la mia speranza è di arrivare nelle prime 5 per giocarci i play-off che quest'anno hanno un regolamento che di certo da più certezze. Le altre squadre che vedo favorite per queste posizioni sono il Concordia, il San Zeno, il Parona e il Mozzecane, quest'ultima la vera sorpresa di questa prima parte di stagione dopo la mezza rivoluzione estiva che sembrava aver ridimensionato l'organico rossoblu”.

    la redazione di www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1738