Archivio: ULTIM’ORA

7/12/17
ARTE E CALCIO ANCHE ALLO STADIO "BERTI" DI CALDIERO

DUE CONTAINER ADIBITI A MAGAZZINO SONO STATI IMPREZIOSITI DA DEI MURALES REALIZZATI DA GIORGIO MENEGOLO, GIOVANE ARTISTA DI ILLASI

Il 1° novembre avevamo pubblicato un articolo che parlava dello splendido murales che splende sulla parete esterna degli spogliatoi del CastelnuovoSandrà, dove si vedono raffigurati un ragazzo ed una ragazza che rincorrono un pallone ed i colori del CastelnuovoSandrà. Opera realizzata da Alessandra Cardi, giovane artista che frequenta il Liceo Artistico "Nani Boccioni" di Verona. Ebbene scopriamo che anche il Caldiero aveva pensato di abbellire l'impianto sportivo con dei colorati murales eseguiti da Giorgio Menegolo, giovane artista classe 1999 di Illasi, studente di Chimica, che frequenta il 4° anno all'istituto "Enrico Fermi" di Verona.

Spesso l'arte e la bellezza vanno a braccetto con il gioco del calcio, e non solo. Intervistando Giorgio abbiamo scoperto casualmente che Alessandra era stata la sua ragazza e che si erano conosciuti e frequentati perchè le loro due scuole sono vicine (in zona stazione) e che solo in un secondo tempo avevano scoperto di avere la stessa passione per l'arte. Ma andiamo a conoscere meglio Giorgio Menegolo, chiamato dalla società termale del presidente Filippo Berti per abbellire due container adibiti a magazzini.

Come sei arrivato a dipingere sugli impianti sportivi del Calcio Caldiero Terme: "In passato avevo dipinto un sottopasso nel comune di Colognola e il murales fu notato dall'ex Sindaco che ne parlò in un articolo su un giornale della zona. Probabilmente qualcuno della dirigenza lo lesse e pensò di chiamarmi per dar colore ai due freddi container".

Ma l'avevi fatto anche per altre società?
"No, solo per amici. Avevo dipinto le pareti di garage, camerette, o i muri di giardino e quelli esterni della casa. Per i disegni interni usiamo delle bombolette apposite ad acqua che non sono tossiche e non fanno odore."

Da dove è nata questa tua passione per la pittura di strada?
"Già da piccolo ero molto portato per il disegno e crescendo ho cominciato ad interessarmi di arte moderna e più contemporanea, come i graffiti e i murales, che sono l'evoluzione artistica di lettere o disegni".

Ma allora Giorgio perchè non hai fatto l'artistico?
"Perchè voglio che resti una passione, un hobby e non un lavoro. Probabilmente studiare questa arte ore e ore a scuola non mi piacerebbe. Nella vita vorrei diventare un chimico dei colori anche se ora sto studiando la chimica applicata alla produzione alimentare".

Vediamo che questa arte sta prendendo piede in molte città per abbellire e non per imbrattare, ad esempio tra Santa Lucia e viale Piave c'è un muro lunghissimo tutto impreziosito da splendidi murales... "Si, è stato chiesto il permesso dal comune e anche li è presente un mio disegno. Sono arrivati artisti da tutta Italia ma anche dalla Germania ed altri stati. Ma anche al Chievo c'è un muro pieno di graffiti e in città hanno recentemente messo dei blocchi di cemento anti terrorismo che sono stati poi dipinti dai ragazzi dell'Istituto Nani. Verona è una città piena di arte e il comune si stà aprendo anche a questo tipo di arte. A livello italiano le città più aperte ai murales sono Milano, Bologna e Roma."

Tornando al binomio arte e sport, non ha mai praticato calcio?
"No, ho provato a giocare a basket e da piccolo ho fatto molto nuoto. A livello agonistico ho praticato il Karate arrivando ad essere cintura nera e all'età di 14 anni sono stato vice campione ai Nazionali".

Sei tifoso di qualche squadra di calcio?
"No, perchè non seguo molto il calcio. Da bambino tifavo Inter ma solo perchè lo facevano i miei amici. Oltre che a disegnare mi piace pescare o cantare l'hip pop e il rap con gli amici".

Caldiero e Castelnuovosandrà sono colorate e fantasiose anche nel gioco visto che sono entrambe sul podio dei loro rispettivi campionati e stanno attraversando un buon momento, i termali di mister Cristian Soave sono alla quarta vittoria consecutiva i lacustri di mister Fabrizio Gilioli arrivano da due colorate vittorie per 3 a 2 contro due delle favorite alla vittoria finale, il Mozzecane e il Concordia.

la redazione di www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1373

Continuando la consultazione del sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Vedi la nostra Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi