Archivio: ULTIM’ORA

14/12/17
A SUON DI GOL LUCA BONFIGLI RILANCIA L'AURORA CAVALPONICA

Tesse con arte la tela del goal, la punta classe 1991 Luca Bonfigli. Nelle ultime 4 gare di campionato, ha segnato ben 7 reti, tutte di buona fattura, portando in alto la sua Aurora Cavalponica. Ha i piedi per terra, il guerriero, sempre presente con i suoi guizzi in campo e capace di acuti di rara potenza quando entra in area di rigore. Il connubio con il presidente Stefano Bressan è perfetto, entrambi rispettano con grande professionalità il proprio ruolo. Il palcoscenico della Promozione va rispettato con il massimo impegno e Bonfigli lo sa e vuole trascinare la sua squadra a suon di reti. Quest'anno, con la divisa della Cavalponica, ne ha già segnate 11, come Davide Falavigna, classe 1987 in forza al Cadidavid e il veloce attaccante della Montebaldina Mohammed Rkaiba.

"Direi che in testa nell'attuale classifica cannonieri di Promozione - dice con modestia bomber Bonfigli -, ci sono tre ragazzi in gamba che amano trattare  bene il pallone cercando poi di depositarlo nella reti avversarie. Il mio sogno personale è di arrivare alla fine del torneo al primo posto, battendo i miei due rivali, e vincendo la classifica cannonieri. Non sarà facile, ma c'è la metteremo tutta".

Prima di approdare all'Aurora, Bonfigli aveva vestito le casacche della Belfiorese in Eccellenza e dell'Alba Borgo Roma dove aveva militato quasi per una vita, ben sette anni in giallorosso di buon rendimento e grande qualità. Ricorda con emozione le annate entusiasmanti vissute con i giallorossi della gloriosa società nata nel lontano 1929. "Con tutta la dirigenza e il magico direttore sportivo Mauro Annechini ho un debito di riconoscenza. Persone leali e schiette, come piacciono a me. Conservo ancora belle amicizie al di fuori del calcio. In primis con l'allenatore Mario Colantoni che mi ho voluto quest'anno proprio alla Cavalponica e che l'anno scorso ha salvato proprio l'Alba Borgo Roma. Mi dispiace molto che lui e la società abbiamo deciso di interrompere il loro rapporto quest'anno dopo poche giornate, ma il calcio ha i suoi tempi ed i suoi cambiamenti in corso di stagione. E' andata così, pazienza".

Ora allena la truppa di Veronella mister Flavio Carnovelli, tecnico generoso e tosto, di poche parole ma dal grande lavoro in campo. Da quando è subentrato lui in panca al posto di Colantoni, l'Aurora ha cambiato passo, vincendo sempre. "Due mister, Carnovelli e Colantoni, dai caratteri molto diversi ma uniti per il durissimo lavoro settimane e la passione per il calcio. Carnovelli ha ripulito la testa di noi giocatori ed ora crediamo di più nei nostri mezzi. Colantoni ha però gettato le basi iniziali curando in modo quasi maniacale la preparazione e l'inizio di campionato".

Luca è fidanzato con Monica da 12 mesi che lo segue con trepidazione e fiducia dagli spalti. Lavora come impiegato in una ditta di Verona. Sa che i giochi, sia per le prime posizioni in classifica che per la zona salvezza, non sono per niente scritti. Ci vuole costanza nel rendimento e nelle prestazioni. Dopo 14 partite, manca solo quella di domenica per concludere il girone d'andata di Promozione, la capo

    a è il San Giovanni Lupatoto del presidente Daniele Perbellini con 28 punti, l'Aurora Cavalponica in compagnia dell'Alba Borgo Roma insegue con 26 punti. Dietro ci sono sei squadre racchiuse in soli 3 punti tutte in gioco per un posto play-off. "E' il bello del campionato. Se vinci due gare di seguito o ne perdi due, cambia totalmente il volto della tua classifica. Mi ha fatto un ottima impressione il San Giovanni che gioca quasi a memoria ed ha in attacco una formidabile coppia di bomber formata da Nicola Avesani e Santhos Corazza. Mi aspettavo maggiore consistenza dall'Oppeano di mister Stefano Ghirardello ma sono certo che presto riprenderà quota. Da tenere d'occhio il Castelbaldo Masi rafforzato dagli arrivi dell'esperto Emanuele Friggi, dal mio amico Mattia Facci e da Montagnani. Ne vedremo delle belle da qui alla fine del girone di ritorno".

    Dice la sua anche sulla zona pericolosa della classifica: "Anche qui è tutto da decidere. Sono invischiate tante ed autorevoli le formazioni. Penso che per loro il girone di ritorno sarà assai diverso. Un ritorno che dovranno affrontare con uno spirito combattivo e con una gran voglia di fare più punti possibili". Dopo inizio della cura Carnovelli, cominciata con la partita di Lugagnano, l'Aurora Cavalponica non si è mai fermata ed ha vinto tutte e quattro le gare disputate. Domenica prossima si vuole espugnare anche il campo della giovane ma pimpante Virtus di mister Andrea Scardoni. "Con la Virtus noi scenderemo in campo con la fame di vittoria. Non vogliamo interrompere la nostra serie molto positiva di 4 vittorie e un pareggio. Ci troveremo davanti una squadra che giocherà un calcio veloce ed intenso, sarà sicuramente una bella sfida. Contro i rossoblu dovrà scendere in campo una Cavalponica decisa e compatta. Vogliamo concludere il nostro girone d'andata nel migliore dei modi".

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1443
- Adv -
- Adv -
- Adv -