Archivio: ULTIM’ORA

30/1/18
AMICI CONTRO: STEFANO BONATO E FRANCESCO GASPARATO

STASERA I DUE AMICI SI SFIDERANNO NELLA SFIDA DI COPPA DA DENTRO O FUORI SUL TERRENO DEL GLORIOSO “TIBERGHIEN” DI SAN MICHELE

Hanno sempre avuto le scintille tra i piedi. Sono due attaccanti di razza che con le loro giocate e i loro goal hanno sempre fatto parlare di se in tutte le stagioni. Stasera, con fischio d'inizio alle ore 20,30, dirige l'arbitro Giacomo Dallorto della sezione di Verona, si scontreranno l'uno contro l'altro sul manto erboso del “Tiberghien” per i quarti di finale del Trofeo Veneto di Seconda categoria. Stefano Bonato, classe 1992, è arrivato quest'anno a dare una mano a suon di goal al PescantinaSettimo allenato dall'esperto mister Gianni Canovo mentre Francesco Gasparato, classe 1980, è passato questa estate ai rossoneri dell'Audace calcio del presidente Roberto Purgato, squadra allenata da mister Matteo Meneghetti che nella stagione passata ha portato la Croz Zai in Promozione con l'apporto dei due forti attaccanti. 

Gasparato e Bonato sono legati da una lunga amicizia fortificata quando hanno vestito la stessa maglia ai tempi del Croz Zai, formando un duo d'attacco davvero micidiale. Giocano ora entrambi in Seconda categoria, in due gironi diversi, dove vestono le maglie di due formazioni che hanno grande blasone e storia. Nei loro gironi, PescantinaSettimo e Audace calcio, non perdono un colpo. La prima guida in solitaria da tempo la classifica del girone A con 43 punti, frutto di 12 vittorie, 7 pareggi e nessuna sconfitta, mantenendo a 6 i punti di distacco dalle due inseguitrici, Pastrengo e Real Lugagnano. Stefano Bonato finora ha segnato 14 reti, una in più di Ronconi e due in meno del capocannoniere del girone Pesic, entrambi in forza al Pastrengo allenato da mister Paolo Brentegani .

Francesco Gasparato, che vanta una notevole esperienza nei nostri campionati dilettantistici veronesi, vedi le sue annate calcistiche con le divise di Croz Zai, Alpo Club 98, Team Santa Lucia, Legnago e Foroni, sempre a buoni livelli calcando i campionati di Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda categoria, fa il centrocampista offensivo ed ha segnato finora 3 goal di buona fattura. Dopo 19 gare disputate l'Audace di mister Meneghetti è la capo

    a del girone B di Seconda categoria con 43 punti, 13 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte, ben 7 punti in più della diretta inseguitrice Casteldazzano. Ad entrambi chiediamo di parlarci del positivo momento dello loro rispettive squadre.

    Stefano Bonato: "Stiamo saldamente mantenendo la prima posizione, ma le concorrenti sono molto agguerrite e ben attrezzate vedi Pastrengo e Real Lugagnano. Ci contraddistingue il solido gruppo, la qualità dei singoli elementi e tanta umiltà. Non guardiamo troppo alla classifica e costruiamo il nostro percorso, chilometro dopo chilometro, credendoci sempre più".

    Francesco Gasparato: "Il nostro obiettivo, non lo nascondo, è vincere il nostro girone. Abbiamo un buon organico ed un mister che sa il fatto suo. Ci inseguono Casteldazzano e San Peretto, due formazioni agguerrite con giocatori di personalità che conoscono bene la categoria. Il Casteldazzano di mister Riccardo Adami è una squadra assai tosta e che finalizza molto, il San Peretto di mister Franco Tommasi è squadra quadrata con i giusti attributi calcistici e con una sola sconfitta al passivo. Le rispettiamo entrambe ma non le temiamo. Dopo la sconfitta di tre domeniche fa sul terreno del Real San Massimo, abbiamo ripreso a far punti ottenendo un preziosa vittoria in casa nostra contro l'United Sona P.S.G. ed il pareggio di domenica scorsa a Valeggio contro la Gabetti di mister Giandonato Di Marzo".

    Ed ora fari accesi sulla sfida dei quarti del Trofeo Veneto in programma stasera sul campo amico dell'Audace dove i due si ritroveranno e si abbraccieranno da grandi amici prima di entrare sul rettangolo di gioco da avversari. Dice Bonato: "Francesco è una persona incredibile. Un vero amico che mi da sempre molto con le sue vedute calcistiche e di vita. Ci piace puntare e saltare l'uomo, siamo fatti così. Quando tiri in porta e la metti nel sacco provi sempre una gioia tremenda. Troppo bello veramente. Ci affronteremo da avversari ma sono certo che le due squadre giocheranno una gara spettacolare che probabilmente sarà decisa da episodi. Chi vince va avanti in Coppa chi perde si ferma...vinca il migliore!"

    Sostiene Gasparato: "Stefano è una persona splendida, un amico sincero. Nel calcio ha trovato la sua giusta dimensione, possiede il fiuto del goal ed una spiccata intelligenza sul campo. Con i piedi sa sempre dove mettere la palla. La Coppa è un traguardo importante per le due contendenti. Chi la vince sale di categoria, non dimentichiamolo. Chi avrà più fiato e determinazione porterà a casa la partita e passerà in semifinale. Spero che sia la mia squadra."

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1958