Archivio: ULTIM’ORA

2/2/18
OBIETTIVO SUI PRESIDENTI: GIAMPAOLO GASPARI (CROZ ZAI)

Il miracolo dell’U.S. Croz Zai, società fondata nell’ormai lontano 1972 come Circolo Ricreativo Operai della Zona Agricola Industriale nei quartieri a Sud di Verona - e in quei ruggenti anni sponsorizzata Dossi Seven - in largo merito lo si deve attribuire a lui. Giampaolo Gaspari, classe 1958, tecnico-commerciale di un’importante azienda di pneumatici, sempre a Sud di Verona, ne diventa Presidente nel 2011, dopo un decennale tirocinio come dirigente al servizio, in precedenza, anche di quel Foroni, che alla fine degli anni 90-inizio 2000 si era imposto sul palcoscenico nazionale per la serie A raggiunta con il calcio in gonnella e i suoi scudetti conquistati.

L’entusiasmo e la passione contagiosa per il gioco più bello del mondo mostrata da colui che non a torto è stato simpaticamente battezzato con il nomignolo di “Berlusconcino della Zai” gli permettono di compiere il triplo salto mortale con i giallo e blu crozzini, udite udite!, nell’arco temporale di sole 6 stagioni, passando dalla Terza categoria alla Promozione. Quest’anno, la matricola  si sta ritagliando il ruolo di squadra-rivelazione, per dare continuamente buon filo da torcere alle grandi, grazie a un gruppo di combattivi atleti – la maggioranza dei quali, privi di esperienza, alla pari dello stesso mister – il navigato Doriano Pigatto detto “Ghepardo” per i suoi trascorsi pedatori come punta di Pegognaga e Virtus B.V., e subentrato al posto del dimissionario e rampante coach Peter Taccardi dopo una decina circa di gare  -; capace subito il nuovo trainer Pigatto, di far risalire dai fondali della classifica il complesso messo assieme in estate dal consumato diesse Germano Pistori.
 
Già, Pistori, classe 1948, campione italiano alla fine degli anni 60 con la De Martino del Verona ed ex valido mediano del Nardò di Lecce ed anche  “mediano di Alberto Sordi”, per aver figurato come comparsa nel famoso film – girato nel luglio 1970 a Lugo di Romagna – il “Presidente del Borgorosso Fubal Club”, che ha visto il coinvolgimento della squadra bianco-nera romagnola – in cui militò come difensore, anche se per spiccioli di partite, il “Mago di Fusignano”, Arrigo Sacchi, pellicola che vide la partecipazione straordinaria partecipazione dell’asso argentino di Napoli e Juve, il “pallone d’oro” argentino Omar Sivori.
 
E, tutto questo,  senza accendere mutui bancari, ma solo rivoltando come un calzino la “rosa” che lo scorso maggio conquistò la storica Promozione,  per poi scegliere spontaneamente di emigrare come un esodo di massa senza precedenti nella storia del calcio scaligero verso altri lidi, ma attingendo a un badget molto ridotto, che fa invidia a tanti altri squadroni, i quali sicuramente hanno investito più grano.
 
Gli impianti sportivi del “Meneghello”, in via Lussemburgo, a un passo dalla discoteca “Berfi’s”, hanno ospitato società di massima serie per la loro rifinitura alla vigilia di match di serie A e di serie B (vedi Sampdoria, Torino, Crotone, Cagliari) disputati ora contro l’Hellas Verona ora contro il Chievo.
Una traccia di buon ”pedigree”, insomma, la presenza di questi club ben più titolati, che testimonia, però, la grande cura nei particolari da sempre prestata  al calcio, di qualsivoglia Divisione, dalla “troika” crozzina - quella formata, appunto, da Giampaolo Gaspari, dal Segretarissimo e vice-presidente, il mitico Lucio Franceschetti, e dal vulcanico, passionale diggì Tarcisio Spada -. Pronti ad esplodere di gioia, tutti e tre insieme, nell’ipotesi in cui l’U.S. Croz Zai il prossimo 29 di aprile conquistasse un altro trionfo: quello che da quelle parti si chiamerà “scudetto della salvezza”.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Giampaolo Gaspari è stato l'ospite telefonico della trasmissione Anteprima i dilettanti su Prima Free Tv Emittente Televisiva condotta da Elia Faggion con ospite Andrea Nocini. Cliccare sul link qui sotto per vedere il filmato...

https://www.facebook.com/prima.free/videos/1408465545946059/

Visualizzazioni:1308