Archivio: ULTIM’ORA

2/2/18
LA NUOVA PUNTA YARI TROMBIN E' FELICE DI ESSERE AL GARDA

E' arrivato nel mercato di riparazione la punta classe 1997 Yari Trombin nell'ambito dei buoni rapporti che legano la sua squadra di provenienza, il Cadidavid del presidente Ermanno Dosso, con il Garda del patron Vittorino Zampini. Prima di approdare in riva al lago, Yari ha vestito le divise di Cadidavid, Provese e Belfiorese, sempre nel campionato di Promozione. Si definisce una punta che gioca al servizio della squadra e crea buoni assist per i compagni cercando di finalizzare i palloni che gli arrivano in area. Nell'ultima partita giocata in casa domenica scorsa, il Garda ha affrontato proprio  la sua ex squadra dove era partito ad inizio stagione, i biancazzurri del Cadidavid di mister Fabrizio Sona, partita che si è chiusa sul nulla di fatto.

Il mister rossoblu Paolo Corghi, che in settimana lavora duramente ed intensamente sul campo sintetico di Rivoli, l'ha subito notato. Il ragazzo sta carburando ma deve ancora trovare la giusta amalgama con l'impianto di gioco dei lacustri. Dice Trombin: "Ho scelto Garda perchè mi è piaciuto il progetto di questa squadra. Ho conosciuto bravi giovani ed altri elementi più esperti con spiccate qualità. Diversi sono i ragazzi provenienti dal settore giovanile rossoblu come D'Aquino, Scala, Bortolazzi, Castelletti e Zeni. Mi sono subito inserito e qui sto davvero molto bene".

Yari, assieme ai sui compagni, si gode il 1° posto in classifica, ma sa che rimanere in vetta è tremendamente difficile. "Ci stiamo divertendo e divertiamo. Esprimiamo in campo un gioco lucido e grintoso. Si gioca molto sulle fascie, come vuole il mister, ma quando c'è da andare in mezzo non ci tiriamo certamente indietro. La difesa è ben registrata e disponiamo di un attacco molto ficcante. Quando il furetto Nicola Beverari parte da lontano ed è in giornata buona entra in area a tutta velocità è può sempre fare molto male alle difese avversarie. Il nostro capitano Mirko Dorizzi è l'anima di questa squadra. Jeronimo Soares ha piedi vellutati e fa male sotto rete. Diego Bonamini è un difensore top, così come Nicolò Dalla Pellegrina magico nelle sue giocate. Ma il vero segreto è la qualità del gruppo, siamo amici fuori e dentro il campo".

Finora il Garda ha perso 5 volte, ha pareggiato 4 ed ha portato a casa ben 10 vittorie nelle 19 gare giocate, segnando 30 goal e subendone 22. E' la capo

    a del campionato di Promozione con 34 punti, ma le prime 9 squadre sono tutte raccolte in soli 7 punti. "Ogni domenica devi guardarti alle spalle, San Giovanni, Aurora Cavalponica, Alba, Oppeano e Castelbaldo Masi, sono tutte ben attrezzate per vincere il torneo. Noi restiamo con i piedi per terra, generosi ed umili quanto basta. Domenica prossima capiremo ancora una volta di che pasta siamo fatti. Trasferta molto difficile a Veronella contro l'Aurora Cavalponica. Non faremo le barricate ma giocheremo come sappiamo. Che vinca il migliore!"

    La famiglia ed il nonno sono sempre vicini nella grande passione per il calcio di Yari. Personalmente, il suo sogno nel cassetto è giocare in futuro in una squadra di serie D. Durante le sue annate calcistiche ha sempre provato l'ebbrezza di stare al primo posto. Oea è maturato come calciatore e come uomo. Con la spregiudicatezza della sua età, Yari scruta l'orizzonte fiducioso.

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1548