Archivio: ULTIM’ORA

26/2/18
MISTER GIANNI PIERNO (GARGAGNAGO) SUONA LA CARICA

Ha una simpatia che contagia, il pragmatico mister del Gargagnago Gianni Pierno. Come un comandante giudizioso ed esperto affronta con il suo brigantino il mare agitato, fiducioso di arrivare prima possibile in acque più tranquille. Nel girone A di Seconda categoria il suo Gargagnano si sta battendo con forza e grinta ed è in continua crescita. Avanza a piccoli passi e sta coronando il sogno estivo di una tranquilla salvezza. Gianni è sorridente e mette legna in cascina. E' un mister abituato ad esprimere un calcio vivace e con buone giocate. I ragazzi della squadra del bravo ed appassionato presidente Stefano Sartori lo stanno seguendo sempre con attenzione e criterio.

Dopo le 22 partite giocate finora i bianco rosso e verdi occupano con 29 punti l'ottava piazza. Finora hanno vinto in campionato 8 volte, pareggiato 5 e perso 9. Domenica scorsa hanno vinto 1 a 0 in casa contro la corazzata Pastrengo di mister Paolo Brentegani con una rete capolavoro della punta Adrian Georgescu al 7° della ripresa. Domenica per loro ci sarà un altra sfida difficile sul terreno della prima della classe, il PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo forte dei suoi 52 punti e nessuna sconfitta incassata finora.

Una carriera, quella di Gianni Pierno, consumata a guidare le brigate di Real San Massimo e Team Santa Lucia in Seconda categoria, prima di festeggiare quest'anno tre importanti annate nelle fila del Gargagnago, squadra che mastica pallone con umiltà e acume, mettendo in evidenza buoni giovani battendosi sempre con tanta grinta e spirito di squadra ogni domenica contro qualsiasi avversario. Danno una mano al presidente Sartori, il vice presidente Rinaldo Fasoli, il segretario Domenico Procura ed il team manager Giorgio Chiesara. Aiutano il vulcanico Gianni Pierno, che effettua allenamenti mai ripetitivi alla rosa della Prima squadra, il vice Simone Campagnari e l'ottimo allenatore dei portieri Giuseppe Pace.

Dice durante una pausa di lavoro mister Pierno: "Stiamo esprimendo una buon gioco fatto di qualità e quantità. I miei ragazzi scendono in campo come piace a me, undici leoni che vogliono regalare ai propri dirigenti delle belle soddisfazioni. Il nostro obiettivo è la salvezza, da toccare con mano il prima possibile. Ci mancano ancora otto gare, tutte da vivere con lo spirito giusto. Più vittorie faremo e meglio sarà. Avanti tutta, sono sicuro che possiamo farcela".

Gianni guarda la parte alta della classifica esprimendo, come sempre, giudizi equilibrati. "La classifica per i primi tre posti mi sembra stia parlando da sola. La capo

    a PescantinaSettimo di mister Gianni Canovo ha un potenziale d'attacco incredibile, un centrocampo ben assortito e una difesa che è assai robusta. Il campionato è davvero in mano sua. Ottimo pure il Real Lugagnano che dispone di due punte di categoria superiore come Bertoletti e Rognini come pure il Pastrengo con Pesic e Ronconi. I gialloverdi fanno più fatica a tenere il passo ma sono sempre lì in agguato. Un trio di squadre che stanno infiammando, con merito, il nostro girone A di Seconda categoria".

    La sua luce nella vita, quando ne parla gli brillano gli occhi, è la sua compagna Romina che lo coccola tutta la settimana e porta dei fragranti ed appetitosi dolci ai suoi ragazzi dopo l'allenamento. "Senza Romina come farei? E' una donna splendida, guai a chi me la tocca. Mi segue con attenzione e tifa sempre con passione per le squadre che alleno".

    Mister Gianni Pierno vuole fare bene al Gargagnago per meritare in futuro nuove occasioni, magari in categorie superiori. "A Gargagnago sto divinamente, c'è una dirigenza compatta e che mi stima, come del resto io stimo loro. I ragazzi stanno sempre con i piedi per terra provando ad accendere la luce la domenica pomeriggio in campo. Cosa potrei volere di più? A parte gli scherzi stiamo dando continuità al progetto voluto dalla società, quello di crescere ogni anno con criterio non facendo mai voli pindarici. Una famiglia, quella del Gargagnago, che ama divertire e divertirsi convincendo l'intero ambiente con buone prestazioni".

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1379