Archivio: ULTIM’ORA

28/2/18
BOMBER DOMENICO MARINO TIENE A GALLA IL PESCHIERA

Hanno il goal nel sangue i due fratelli Domenico e Michele Marino in forza al Peschiera del Presidente Umberto Chincarini. I due hanno ben 14 anni di differenza, Domenico è nato nel 1983, mentre Michele è del 1997. Praticano il gioco del calcio alla stessa maniera, in modo intenso e con la voglia di “ubriacare” con le loro giocate le difese avversarie. Peccato che Michele sia ancora fermo per una ricaduta dopo il serio infortunio patito nella prima parte di stagione. Domenico tifa per lui affinche possa rientrare: "Come si fa a giocare senza mio fratello Michele. Manca a me e alla squadra ma purtroppo si è dovuto ancora fermare per un risentimento muscolare. Deve avere pazienza e ritornare quando sarà completamente guarito".

E' una attaccante completo Domenico Marino, con un gran fiuto del goal e dotato di un tiro forte, è un attaccante sempre al servizio della squadra che ha come obiettivo stagionale una tranquilla salvezza. E' amareggiato per il cambio in panchina avvenuto da tre partite con l'avvicendamento di mister Vasco Guerra. Al suo posto è arrivato Marco Magagnotti. "Serviva in noi una scossa, quindi rispetto la decisione della società. Vasco è un tecnico esperto e molto bravo. Una persona stupenda sotto tutti i punti di vista. Mi mancherà. Ora si è voltato pagina, è arrivato Marco che conosce molto bene l'ambiente vivendo a Peschiera. Ha riordinato la squadra lavorando sopratutto sulla testa dei giocatori. Domenica scorsa, contro il Pedemonte, è arrivata la sua prima vittoria da quando è in panca, una gara avvicente terminata sul 3 a 2 per noi. Vogliamo giocare al meglio le rimanenti 8 gare, cercando di fare ottime prestazioni per portare a casa punti salvezza. L'ambiente è unito e compatto, quindi abbiamo tutti i mezzi per far bene".

Il CastelnuovoSandrà, l'attuale prima della classe, sta dimostrando di saperci fare. E' il migliore attacco del girone A di Prima categoria con
40 reti fatte. Il Peschiera, nonostante la classifica, viaggia al terzo posto dietro il San Zeno con 35 reti. Domenico ha fatto la sua parte. Finora ha segnato 13 goal e occupa il secondo posto dei cannonieri del girone dietro al bomber del Valpolicella Nicola Vicentini in testa alla classifica con 14 reti. "Sono molto contento di aver segnato 13 reti ma ne voglio fare delle altre importanti in chiave salvezza. Quando siamo in palla facciamo sempre delle buone gare. Non dobbiamo scoprirci troppo e lavorare con maggiore intensità in mezzo al campo".

L'ambiente del Peschiera è sereno e pieno di entusiasmo, come conferma Domenico. "Non me l'aspettavo, se devo essere sincero. A Peschiera mi stimano e mi vogliono bene. Ho molta stima nei confronti dei miei compagni e della società che è ambiziosa al punto giusto e che non ci fa mancare assolutamente nulla". Domenico fa l'operaio in una ditta di Erbè e convive con Giulia che lo va a vedere ogni domenica. E' un giocatore che in area non lascia passare nessun pallone e quando sta bene può diventare letale per le difese avversarie. "Non so dove possiamo arrivare ma dobbiamo mettercela tutta per cercare di sbaragliare le forze avversarie. Le prossime gare, per noi, saranno davvero fondamentali. A partire già da domenica prossima al campo Sussidiario di via Campagnola Vecchia a Sommacampagna contro il Caselle di mister Massimiliano Canovo. Poi Quaderni, Real GrezzanaLugo e San Zeno. Una bella botta di vita. Dobbiamo fare più punti possibili".

Il connubbio Peschiera-Domenico Marino è destinato a restare a lungo. Nessuno può fare a meno dei suo goal e anche il presidente Umberto Chincarini lo sa. Il massimo dirigente vuole sempre il massimo dai suoi ragazzi ed è felice di sostenere una società che è sempre al passo con i tempi, attenta al bilancio e con la voglia di portare alla ribalta giovani elementi di spicco del proprio settore giovanile sempre ben curato.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1318