Archivio: ULTIM’ORA

19/3/18
COLPACCIO DEL LEGNAGO SALUS AD ADRIA (0-1)

PASSO DECISIVO DEI BIANCAZZURRI VERSO LA SALVEZZA. E DOMENICA A LEGNAGO ARRIVA L’UNION FELTRE

Dopo la vittoria con il Campodarsego, il Legnago batte anche l’Adriese al “Bettinazzi” di Adria a un quarto d’ora dal termine con la prima rete di piede dell’uruguaiano biancazzurro Danilo Peinado. Per gli uomini di Manuel Spinale è la terza vittoria esterna della stagione dopo quelle di Mantova e Noale. Piove a dirotto e il campo diventa sempre più scivoloso e al limite della praticabilità. Arbitra Ilaria Bianchini di Terni che aveva diretto al “Sandrini” il 4 ottobre scorso il secondo turno di Coppa Italia (gara unica) fra il Legnago e l’Arzignano eliminato ai rigori per 5 a 4. L’Adriese è in serie positiva da sette turni con 17 punti e vorrebbe conquistare il risultato pieno per vendicare il k.o. dell’andata a Legnago e per provare ad avere un posto play off. Alla fine  deve subire la terza sconfitta interna della stagione dopo quelle con Arzignano (1-3) e Union Feltre (1-2). La squadra rodigina deve rinunciare al difensore Boscolo Birto Nicola squalificato e a Pregnolato infortunato. Il Legnago si presenta con la formazione che prima della sosta ha battuto il Campodarsego con Pasquino al posto di Valerio Cardamone che sabato ha giocato un tempo con la rappresentativa di serie D che ha battuto per 2 a 1 la Virtus Entella qualificandosi per gli ottavi del 70° torneo di Viareggio. In panchina con il portiere Cairola ci sono Mangiapia, Rizzo, Fogagnolo, Maiese, Torri, Avanzini, Marchetti e Zanetti. In tribuna Kouame per uno stiramento e il brasiliano Bodini pronto al rientro.

Al 4’ un bel cross di Pasquino  in area, nessuno interviene. Al 7’ al tiro Santi (10 gol finora), ma il rasoterra è fuori bersaglio. Al 12’ Giacomo Marangon idolo locale conclude alto. Al 13’ il Legnago è pericoloso con Vita che crossa per Peinado anticipato. Un minuto dopo Gulinatti tira, c’è una deviazione parata. L’Adriese raccoglie corner (9-1 alla fine) quasi sempre battuti da Marangon che al 29’ conclude a rete , ma centralmente.Poco dopo Gulinatti crossa in area locale, Peinado è in agguato, il portiere para. Al 39’ il portiere del Legnago Cuoco scivola fuori area e tocca il pallone con le mani ed è ammonito. Al 41’ traversa dell’Adriese con un bel tiro di Santi. Al 42’ Cuoco para una conclusione di Marangon. Al 42’ gran raid di Martino, ex Legnago, che conclude la sua discesa con un tiro alle stelle.

Nella ripresa il Legnago cresce e Vita al 15’ scatta sulla sinistra e conclude alto. Al 24’ per un fallo su Gulinatti tira la punizione Vita e sulla respinta della difesa cerca ancora il gol. Al 30’ il gol partita: Zanetti che aveva preso il posto di Matei scatta sulla destra e crossa in area, il portiere Motti esce su Vita e lo travolge, il pallone rimbalza e Peinado in agguato non perdona. Al 36’ sugli sviluppi di un angolo battuto da Marangon, c’è bagarre in area e Cuoco salva su Ballarin. In pieno recupero il Legnago sfiora il raddoppio con uno spunto irresistibile di Zanetti con conclusione respinta dal portiere Motti. Poi la fine e applausi per il Legnago della quindicina di tifosi del Calcio Club Radioscarpa. Domenica alle ore 15 al “Sandrini” c’è l’Union Feltre.

Dopo la vittoria con la capo

    a Campodarsego, domenica a riposo per un giocatore impegnato a Viareggio, un altro colpaccio da tre punti ad Adria. “Una grande vittoria - commenta sorridente l’allenatore Manuel Spinale a fine gara - contro una grande squadra giocando con voglia, carattere e la cattiveria di chi deve raggiungere il suo obiettivo. A parte una decina di minuti alla fine del primo tempo tutti i giocatori schierati, anche chi è entrato, meritano i complimenti per l’atteggiamento dimostrato.” Il presidente del Legnago Davide Venturato è contento. “L’Adriese - dichiara - nel primo tempo ha avuto un paio di occasioni: il Legnago ha interpretato meglio la partita nella ripresa realizzando il gol della meritata vittoria.” Così il direttore generale Mario Pretto: “Un passo importante verso la salvezza che è ancora distante, una vittoria che da speranza per il futuro e frutto della buona preparazione atletica.” In casa dell’Adriese il d.s. Sante Longato è deluso dell’insuccesso, ma riconosce i meriti del Legnago e di Peinado, autore di tre gol, due nell’andata ed uno nel ritorno.

    Adriese (4-3-3): Motti, Anostini, Martino (32’st Tescaro), Boscolo Berto, Ballarin, Pagan, Rosati (20’st Dall’Ara), Busetto, Santi, Marangon, Incatasciato (47’st Tafuro). All: Mattiazzi
    Legnago (4-3-3): Cuoco, Dabo, Pasquino, Marin, Parrino, Talin, Matei (13’st Zanetti), Gulinatti, Peinado, Taylor (27st Torri), Vita  (33’st Rizzo). All. Spinale
    Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni
    Reti: 30’ st Peinado
    Note: Pioggia battente. Spettatori 200 circa. Ammoniti Cuoco,Marin, Taylor, Ballarin Angoli 9-1 Recuperi 2’ e 4

    Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:903