Archivio: ULTIM’ORA

9/4/18
MALCESINE, MAI COSI’ IN ALTO!

Davvero storica la stagione agonistica che il Malcesine Calcio del presidente Simeone Casella sta vivendo quest’anno: erano decenni che gli alto-gardesani non veleggiavano così in alto, che non viaggiano a nodi così elevati! Anche perché – e lo stesso discorso lo si può estendere a tutti gli altri club che s’affacciano sul lago – è sempre difficile porsi ambiziose velleità, visto che i giocatori del luogo prima sono reclutati nelle strutture turistico-alberghiere della zona e poi trascorrono il meritato riposo al caldo dei Tropici, limitando così la loro disponibilità.
 
I bianco-granata del mister di Riva del Garda, Marco Martini, classe 1978, ex giovanili del Parma, ma anche ex trainer degli Juniores dell’A.C. Garda, veleggiano al 4° posto a 47 punti, 4 in meno del Real Lugagnano, il quale ha una gara da giocare, e 7 in meno rispetto alla damigella d’onore del già promosso in Prima categoria PescantinaSettimo, ovvero il Pastrengo. “Sì, ammetto, siamo andati oltre le previsioni della vigilia” commenta con una briciola di comprensibile soddisfazione mister Martini; che aggiunge: “abbiamo girato la boa a 21 punti, se avessimo toccato cima 30, saremmo stata la concorrente numero uno del Super PescantinaSettimo”.

Un trainer, Martini, che si sta rivelando il vero valore aggiunto dei bianco-granata malcesinesi: "Ho trovato uno zoccolo di qualità, formato da giocatori del luogo, cui si sono aggiunti elementi del mio territorio, vedi Nicola Lutterotti (13 gol all’attivo), Andrea Luciano – nostro bomber con 18 reti -. Da fuori è arrivato il difensore classe ’79 Giordano Perantoni. Io ho cercato di trasmettere un po’ di mentalità, basata sulla costanza dell’applicazione, ma è tutto l’ambiente ad essere favorevole al mio operato, dirigenti e tifosi. Ed anche l’attenzione e l’impegno dei miei giocatori, perché senza la loro collaborazione un mister non fa tanta strada!”

Tra i pali del Malcesine si sta facendo onore il portiere Matteo Azzoni, classe 1995: “E’ un buon giocatore di qualità, ma è tutto il gruppo che va elogiato, non il singolo atleta”. Se alla vigilia del Torneo, l’obiettivo primario era la salvezza senza patemi, ora il mirino è indirizzato verso un posto al sole dei play off: “Difficile entrarvi perché, ahinoi, il Pastrengo, domenica, battendo il Real Lugagnano, ci ha reso difficile il raggiungimento del traguardo dei play off. Ora ci attendono tre finali, tutte da vincere, con Gargagnago e Burecorrubbio in casa e Lazise in trasferta, in calendario alla 30ma giornata. Ma, non basterà azzeccare da parte nostra tre vittorie, bisognerà anche che Pastrengo e Real Lugagnano accusino interi o mezzi passi falsi. I play off costituirebbero per il Malcesine Calcio 2017-18 del presidente onorario Gigi Marchiotto la classica ciliegina da mettere sulla torta di una stagione da incorniciare”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1590