Archivio: ULTIM’ORA

10/6/18
CORBIOLO, PREMIATA LA POLITICA FAI DA TE

E’ sempre più difficile poter fare calcio nelle zone pedemontane del nostro territorio veronese, figuriamoci a Corbiolo. Eppure, sposando la politica del fare con quello che si ha in casa, o, in altri termini, del valorizzare le proprie risorse umane offrendo a loro la vetrina della Prima squadra – che per gli “scoiattolini” bianco-granata corbiolesi equivale alla 2^ categoria -, ebbene, ci si può togliere anche qualche bella soddisfazione.
 
Ancora più grande se a fine stagione si raggiunge l’obbiettivo fissato alla vigilia della stagione: “E’ stata” esulta sempre come suo solito, e cioè in maniera ponderata, il presidente Sandro Zanini, classe 1960, da 23 anni di fila presidente dell’U.S. Corbiolo 1995 “la prima volta che abbiamo conquistato la permanenza in Seconda categoria senza patemi d’animo, ottenendo la sicurezza matematica alla penultima giornata. Siamo soddisfatti anche dal punto di vista disciplinare e comportamentale, il gruppo è partito unito e compatto ed è arrivato alla stessa maniera fino alla trentesima giornata di campionato”.

E l’anno prossimo quali saranno i vostri obiettivi?
“Dobbiamo continuare a perseguire questo modo di gestire oculatamente le nostre risorse: saranno innestati un paio di nostri Juniores allenati da Alessandro Castellani, qualcuno ci ha detto che lascia ma non per cambiare casacca, ma per impegni di studio o di lavoro”.

Riconfermato il vostro mister Paolo Mainente ?
“Si, ripartiremo da lui e dallo zoccolo dei tantissimi riconfermati, mentre cercheremo di attingere dagli Juniores giocatori con capacità difensive, visto che l'anno scorso abbiamo subito davvero troppi gol (ben 61), piazzandoci al 12mo posto con 34 punti”.

Già, gli Juniores, vostro prezioso serbatoio…
“Erano partiti male, in quanto si è pagato a caro prezzo la ricostruzione totale della squadra; poi, si è raggiunta la metà classifica, giungendo ad essere semifina

    i al “Dandelli”, ed arrivando a contare qualcosa come 20-21 elementi. E’ stata una nuova esperienza anche per mister Castellani, visto che aveva sempre allenato le nostre più piccole leve”.

    Il vostro vivaio quali squadre ha iscritto quest'anno?
    “Oltre alla Prima squadra, annoveriamo gli Juniores Provinciali, gli Allievi, una squadra di Giovanissimi, due di Esordienti, una di Pulcini, e da qui in giù, fino ai Piccoli Amici ed alla Scuola Calcio. Un totale di circa 200 tesserati, più il centinaio di ragazze del volley”.

    Continua quindi con successo il Progetto-Corbiolo…
    “Si sta rafforzando il calcio alla sua base (dai Piccoli Amici agli Esordienti) e stiamo garantendo ai genitori maggiore innovazione e qualificazione, avvalendoci di un’equipe di mister patentati, tra cui da anni anche Stefano Speri (che collabora per l’Hellas Verona). Per due volte alla settimana, ci darà una mano Andrea Marconi, mister delle giovanili del Verona. In più, studenti della Facoltà di Scienze Motorie dell’Ateneo scaligero condurranno degli stages, sia per trasmettere maggiore qualità, professionalità ed innovazione alle nostre piccole risorse umane calcistiche. E, per far fronte ai genitori, sempre più esigenti e desiderosi di stare sempre al passo con i tempi”.

    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1225