Archivio: ULTIM’ORA

11/6/18
ROBERTO PIENAZZA RIPARTE ANCORA IN SELLA AL BUSSOLENGO

Ha vagliato nelle scorse settimane diverse offerte arrivate da altre società, ma mister Roberto Pienazza ha detto ancora una volta si alla proposta del presidente del Bussolengo Emiliano Montresor. Ripartirà dalla Seconda categoria sulla panchina rossoverde e con una squadra tutta nuova e piena di giovani che facevano parte del florido settore giovanile dell'Asd Bussolengo. Ritorna anche come direttore sportivo Renzo Bendazzoli.

Dice Pienazza da noi raggiunto al telefono: ”Non nego che mi sono arrivate tante telefonate, sopratutto nel mese scorso, da squadre che mi volevano come allenatore. Ma alla fine tante parole e pochi fatti e così, in assenza di programmi chiari, avevo pure pensato di fermarmi. Ma poi ha di nuovo suonato il mio telefono ed era il presidente Emiliano Montresor che era pronto ad aprire un nuovo ciclo ancora con il sottoscritto in panchina. Una persona squisita e gentile al quale non potevo dire di no. Ed eccomi qui, con ancora più grinta di prima sulla panchina del Bussolengo con una grande voglia di riscatto".

Ricordiamo che nell'ultimo campionato, nel girone A di Prima categoria da poco concluso, il Bussolengo è retrocesso in Seconda categoria chiudendo in penultima posizione in classifica con 24 punti fatti in 30 gare disputate, con 6 vittorie, altrettanti pareggi e 18 brucianti sconfitte. Peggio ha fatto solo il Team San Lorenzo Pescantina fanalino di coda del girone con 22 punti. In panchina proprio mister Pienazza era subentrato a cammino in corso al tecnico Franco Venturelli.

Continua Pienazza: "Il mio predecessore Venturelli aveva fatto un buon lavoro. La squadra era tonica ma annientata nel morale dai risultati negativi. Ho cercato di porre rimedio ma per troppe defezioni ed infortuni vari non ci siamo riusciti, così con molta amarezza siamo retrocessi". In casa Bussolengo però non si fanno eccessivi drammi. Anzi, c'è grande voglia di rimboccarsi le maniche e imbastire un nuovo programma legato ai giovani che abitano a Bussolengo e nel circondario, che siano orgogliosi di vestire la casacca rosso-verde dell'Asd Bussolengo".

Società nata nel 1923 con la denominazione “Voluntas Associazione Calcio Bussolengo” con presidente Virgilio Motta. Teatro delle gesta calcistica della squadra il campo chiamato “Boschetta” e la piazza San Valentino, vero cuore da sempre del paese di Bussolengo. Nel 1934 il Bussolengo si aggiudicò il campionato. Si legge sulla rosa, il quotidiano sportivo per antonomasia, la Gazzetta dello Sport : "Una piccola squadra priva di mezzi ma sorretta dalla passione e dalla volontà ferrea dei suoi giocatori, era riuscita a diventare campione, imbattuta e perciò stimata”.

Temperamento e passione fin dal suo primo battito di vita, al Bussolengo, non sono mai mancati. Tanto che vari giocatori sono approdati nella seria A nazionale partendo proprio dalla divisa del Bussolengo. Oggi Bussolengo dispone da impianti sportivi top. Il campo principale il “Carlo Adami” vuole recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Seconda categoria 2018-2019. Sono più di 300 i tesserati della formazione retta con maestria, dal presidente Montresor. "E' nostra intenzione inserire pochi tasselli per completare la Prima squadra -  dice mister Pienazza -. Ho notato che nell'ultima stagione a dare di meno sono stati dei giocatori che non vivevano la realtà di Bussolengo. Venivano da fuori ed erano poco attaccati ai colori. Oggi si cambia registro e vogliamo costruire, sotto le direttive e l'esperienza mia e del diesse Renzo Bendazzoli, un gruppo di giovani che vogliano procedere a tutta velocità verso un percorso ben preciso. Vogliamo giocare il campionato di Seconda con la voglia di fare molto bene e rimanendo il più possibile nella parte sinistra della classifica. Vogliamo vincere, si intende, ma con pazienza. Costruire uno spogliatoio fortissimo è la base di tutto per far bene e poter spiccare il volo".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1463