Archivio: ULTIM’ORA

3/7/18
SONO SEMPRE GLI ATTACCANTI I PIU' RICERCATI SUL MERCATO

I pezzi più pregiati sulle bancarelle dei mercati estivi – ma, anche invernali – sono i bomber. Sono il terminale ultimo di una serie di manovre, studiate e ripetute durante la settimana, coloro che decidono le sorti di una squadra e ne condannano definitivamente quelle dell’avversario. All’inizio delle contrattazioni del nostro calcio, ha tenuto a lungo banco Emilio “Eliseo” Brunazzi, classe 1987, 10 gol tutti su azione alla sua prima esperienza in Eccellenza (dopo tanti anni in doppia cifra in Prima e Seconda categoria) nel Team Santa Lucia Golosine. Un corteggiamento dietro l’altro, dall’A.C. Oppeano all’Albaronco per l’avanti di Caldiero, ex anche di Belfiorese, SSD Valdalpone, Napoleonica, Audace calcio e Real Monteforte. Per lui il cappello delle offerte da parte degli altri club era arrivato molto in alto, poi però, è prevalsa la ragione, l’attaccamento alla maglia e la voglia di consolidarsi in quegli “aquilotti” che in fin dei conti l’hanno chiamato sulla piattaforma dell’Eccellenza.
 
Poi, è stata la volta dell’esplosione del “leone del Mahgreb”, al secolo Mohammed Rkaiba, classe 1989: il statuario “puntero” marocchino l’ha cacciata in fondo al sacco 16 volte (4 in Coppa Italia), una sola volta su rigore, ma dopo aver servito ai suoi compagni di reparto una quindicina buona di assist vincenti e rigori da lui stesso procurato. Ed anche per lui un vespaio di società interessate, non ultima il ValdagnoVicenza (neo-retrocessa per un punto dall’Eccellenza alla Promozione) del presidente, il dr Roberto Maria Coda, interessato fino a fine aprile all’acquisizione del L.R.Vicenza, poi rilevato – come abbiamo appreso dalle cronache sportive – dal “patron” della Diesel e del Bassano Calcio, Renzo Rosso -. Ebbene, il club di Caprino difficilmente si lascerà sfuggire – e farà di tutto per ostacolare tali estrema ipotesi! - una delle micidiali, devastanti punte della Promozione, con un velleitario nuovo mister, Simone Cristofaletti (caprinese doc!), che vuole ripartire proprio dalla forza micidiale dell’avanti marocchino pur di riaffacciarsi al dorato lido della Promozione.
 
Infine, dopo i già noti bomber Luca Bonfigli, Franco Ballarini, Pietro Filippini, Michele Vesentini ed altri, ecco ricomparire sulla mensola dei nostri mercati Mario Di Cristo, classe 1993. Ritornato dalla Prima categoria del Vicentino con la “scarpa d’oro 2018” per aver realizzato 23 reti nel Montebello guidato dal coach sambonifacese Fiorenzo Bognin. Anche per Di Cristo, un nugolo di offertori, a partire dall’U.S. Croz Zai alla Pol. Virtus, dall’A.C. Oppeano a un paio di danarosi club del Mantovano. Di Cristo, che a borgo Milano aiuta la famiglia nella conduzione di un ristorante in cui si serve dell’ottimo pesce - ha militato nell’A.C. Lugagnano, nel PGS Concordia Borgo Milano, nel Sarego vicentino (Promozione), nel Sanguinetto, realizzando sempre una media di 15 gol ed oltre a stagione, e, da buon partenopeo, ha sempre avuto il calcio nel sangue.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2758