Archivio: ULTIM’ORA

9/7/18
PROSIT …ALLA PRO SAN BONIFACIO 2018-2019!

Venerdì sera scorso, presso gli impianti sportivi”Renzo Tizian”, si è tenuta la presentazione dell’ASD Pro San Bonifacio. Un club ambizioso, che quest’anno unisce energie provenienti sia dall’SSD Valdalpone (il diesse Massimo Franchetto ed alcuni giocatori ex monscledensi) che dall’A.C. Tregnago (vedi il direttore tecnico Antonio Bogoni, il Segretario Luciano Scolari; che va ad aggiungersi così al già preesistente Gastone Guerriero ed alla new entry, Grazia Galiotto, ex presidentessa dell’Albaredo Calcio).

Prima del rituale “discorso alla Nazione”, è stato consumato un invitante buffet servito dalla Gastronomia Damoli (di Villabella di San Bonifacio), con un brindisi fatto con Prosecco Durello proveniente dalla pregiata e rinomata Cantina Gianni Tessari di Roncà ed appannato Soave Bianco. Microfono in mano, il giorna

    a Federico Vaccari – studioso patito della storia dell’A.C. Cologna Veneta (è in elaborazione una sua documentata tesi!) – ha aperto la kermesse, passando subito la palla al grande anfitrione, il factotum nonché diggì dei rosso e blu, Claudio Fattori.

    E, come in un perfetto e sincronico gioco di squadra, Fattori, dopo aver dato il benvenuto alle forze nuove e a quelle riconfermate, ha passato il testimone al nuovo D.T. Antonio Bogoni, ex difensore di Cagliari, Ascoli, Cesena e Sambenedettese: “E’ un piacere” ha detto Bogoni, rivolgendosi ai giocatori, “vedervi vogliosi di fare bene. Vogliamo un gruppo di uomini prim’ancora che di validi calciatori, e dobbiamo tutti dare il massimo per portare in alto il nome della San Bonifacio calcistica. La quale deve tornare ad essere il punto di riferimento di tutta la vallata ad Est di Verona”.

    Nuovo pure il mister, ex coach dell’SSD ValdalponeRoncà, Salvatore “Totò” Mantovani: “Ringrazio la società Pro Sambo per avermi dato questa grossa opportunità. Dobbiamo tutti sfruttarla al massimo delle nostre forze e capacità, al fine di arrivare il più in alto possibile. Non sarà impresa facile, certo, ma preparandosi bene durante gli allenamenti e cercando di fare subito gruppo, ogni traguardo non ci sarà precluso”.

    Ha preso, poi, la parola la “memoria culturale e politica” sambonifacese, ossia il presidente onorario, il prof. Bruno Gandini: “San Bonifacio deve ritornare ai fasti che sia la tradizione che il prestigio del suo territorio e del suo popolo meritano”. Sulla stessa lunghezza d’onda, il primo cittadino Giampaolo Provoli: “San Bonifacio deve primeggiare non solo nelle sue forze operose, ma anche nello sport. La tribuna a Nord verrà spiantata e trapiantata a La Prova, ma le gesta dei calciatori rosso e blu dovranno richiamare il pubblico delle grandi occasioni”.

    Per il diesse Massimo Franchetto, da Terrossa di Roncà, la Pro Sambo ha tutte le carte in regola per disputare un campionato d’avanguardia. Il dirigente nonché ex a lungo bomber di club della ricca vallata dell’Alpone, Franchetto appunto, è stato il principale protagonista – assieme al dittì Antonio Bogoni – della composizione della nuova “rosa” della Pro Sambo. Che così si presenta ai nastri di partenza della stagione 2018-2019 (26 agosto debutto in Coppa Veneto, 9 settembre decollo in campionato):

    PORTIERI: Patrizio Beltrame (1991 ValdalponeRoncà) e Francesco Altamura (2000, riconfermato).
    DIFENSORI: Alberto Portinari (1990, ValdalponeRoncà), Alessandro Zerbato (1988, ValdalponeRoncà) e il 1992 Giulio Prina, sempre ex ValdalponeRoncà. Nico Crema, classe 1994, ex Cittadella, prelevato dalla Bassa Padovana, Luca Malgarise (dal Caldiero),  Alessio Fattori (1998, dalla Belfiorese), Rachid Muntar (1998, dagli Juniores), Mattia Zemignan (1999, Juniores riconfermato).
    CENTROCAMPISTI: Mounir (1999, promosso dagli Juniores), Mirco Magagnotto (1986, dall’SSD ValdalponeRoncà), Alberto Vallisari (1989, dall’A.C. Tregnago), Matteo Dal Cero (1997, riconfermato), Fabinho Da Lima Silva (1988, riconfermato), Luis Gustavo (dal Brasile, 1999), Giovanni Bersani (1997, riconfermato).
    ATTACCANTI: Francesco Fattori (1997, riconfermato) e Gianmarco Ravelli (1990, dall’A.C. Zevio), Bejar Gonzalez Luìs Andrès (1993, dall’A.C. Tregnago) e Shahini Albi (1994, dal Lonigo). 

    STAFF TECNICO: mister Salvatore “Totò” Mantovani (dall’ASSD Valdalpone), allenatore in seconda Fulvio Cenci, preparatore dei portieri Luigi Linzi, massaggiatore Piero Zambrotta e Stefano Bertolazzi.

    QUESTI, INVECE, I QUADRI DIRIGENZIALI DELL’ASD PRO SAMBO: Presidente onorario, prof. Bruno Gandini, presidente Gabriele Tessari, vice-presidente Federico Agresti, diggì Fattori Claudio, dittì Antonio Bogoni, diesse Massimo Franchetto, dirigente accompagnato Mirco Bottaro. Dirigenti facenti parte del Consiglio direttivo. Omar Gobbi, Davide Poletto, Antonio Sterchele, Franco Zorzi. I segretari sono: Gastone Guerriero, Luciano Scolari e Grazia Galiotto (ex presidentessa dell’Albaredo Calcio). I Responsabili del Settore Giovanile sono Franco Zorzi e Antonio Sterchele mentre quelli della Scuola Calcio sono Tiziano Malgarise, Daniele Ferraro e Danilo Granzarolo.
     
    Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2541
- Adv -
- Adv -
- Adv -