Archivio: ULTIM’ORA

12/7/18
INCREDIBILE: LA MATRICOLA VIGO GIA’ RUGGISCE!

Ieri sera, presso la trattoria-pizzeria “Al ranch” di Bonavicina di San Pietro di Morubio – locale gestito da Davide Peroni, ex coach del Concamarise, in odore in autunno di guidare gli Juniores Regionali dell’Atletico Città di Cerea - si è presentato al pubblico e alla stampa sportiva il GSP Vigo 1944.

Una matricola davvero agguerrita, quella bianco-granata, “creatura” del presidente Raimondo De Angeli da Saletto di Padova, ed appena atterrata sul pianeta della Seconda categoria, che ha già avvertito le big del girone “D” di questo raggruppamento che dovranno fare i conti anche con la neo-promossa compagine di mister Stefano Rossignoli, detto “El Cina” (riconfermatissimo).

Il massimo dirigente vighiano, lanciato dal più pacato, meno passionale dirigente Bruno Tagliaferro (papà del difensore 1992 Emanuele), ha messo subito le mani avanti: “Abbiamo riconfermato per trequarti lo zoccolo vincente dell’anno scorso, inserendo 7-8 innesti di qualità. Chiaro che non ci accontenteremo di condurre un campionato all’insegna dell’anonimato o della passeggiata turistica, ma vogliamo toglierci anche qualche bella soddisfazione”. Che, in soldoni, significa obbiettivo minimo i play off.

“L’anno scorso ci ha visto trionfare nel nostro Torneo, andare molto lontani in Coppa Verona arrivando in finale e perso solo ai rigori la finale del titolo provinciale. E’ il gruppo più affiatato che abbia mai avuto in questi ultimi 5-6 anni, ed andava dunque ragionevolmente riconfermato nella sua stragrande maggioranza. Ritengo che abbiamo i numeri per disputare un Torneo di Seconda categoria da alta classifica!”

Del resto, i nuovi volti non si discutono: sono calibri di Prima categoria e con esperienze maturate anche – per taluni – in Promozione: è il caso dell’ex Bovolone Rozan Halilaga, molosso albanese del centrocampo, dell’ex difensore e del Cologna Veneta e del Coriano, il biondo Andrea Morìn, del centrocampista offensivo di Spinimbecco, Massimiliano Urban – giunto dopo anni di Casaleone -, del bomber di Noventa Vicentina Riccardo Trivellìn, del compagno di reparto Alessandro Modini, arrivato dall’Atletico Città di Cerea, in compagnia di Matteo Perazzolo Gallo.

E’ stato… pregato, meglio dire invitato, a fare due parole anche il “preparatore spirituale” don Luciano originario di Bevilacqua ma parroco di Vigo, molto vicino alle vicende dei vittoriosi bianco-granata lo scorso campionato: “Il calcio deve essere sport di equipe, in cui tutti devono remare verso la stessa direzione per poter raggiungere certi risultati. In 2^ categoria, gli sforzi dovranno essere raddoppiati per fare bene”.

Presente anche il Delegato della Figc di Verona, il vigasiano Claudio Prando: “Vi ho seguito ed apprezzato sia in campionato che in Coppa Verona, il vostro presidente De Angeli merita ogni soddisfazione e per passione e per investimenti umani”, il Consigliere regionale, il ceretano Mario Furlàn aggiunge: “Vincere un campionato è sempre difficile; ma, non per il presidente De Angeli, da sempre circondato da preziosi collaboratori”.

Poi, la parola è passata al riconfermato mister Stefano Rossignoli: “Dobbiamo il prima possibile calarci” ha detto il coach “nel clima di battaglia e di tanti derby come quello con cui dovremo fare i conti nel girone “D” di Seconda categoria. Abbiamo certamente le carte in regola per fare bene, ma, prima arriviamo alla salvezza e poi puntiamo a guardare verso il cielo”.

Ha parlato anche il capitano, prossimo a disputare il suo 8° anno con il GSP Vigo, Enrico Gambìn, classe 1984: “La nostra forza è stata e deve rimanere il gruppo. Chiedo ai nuovi, di un certo spessore tecnico, di fare subito quadrato con il nostro zoccolo duro; così potremo andare lontano e toglierci delle belle soddisfazioni”.

All’antipasto a base di fettine di prosciutto e melone ha fatto seguito risotto a volontà alla veneta. Poi, carne alla brace fin quando ne avevi voglia, accompagnate da patatine fritte. Un tiramisù a base di pesche ed amaretti, addolcito da uno sgargiante Prosecco Superiore Valdobbiadene Bortolomiol, Banda Rossa, millesimato 2017 doc, ha chiuso con gli onori di casa, chiudendo una serata vissuta en plen air, gustando pietanze e condividendo ore di compagnia e di serenità sotto le grandi piante e le larghe fronde color verde scuro che costeggiano ed introducono alla nota locanda.

QUESTA LA “ROSA” GIOCATORI GSP VIGO 1944 2018-19:

PORTIERI: Stefano Saleri (1991, r), Denis Fante (1999, dall’Aurora Cavalponica).
DIFENSORI: Daniele Faccioli (1993, r), Pietro Rossignoli (1992, r), Andrea Morìn (1997, dal Coriano), Marco Pasqualini (1992, r), Yari Furlani (1993, r), Emanuele Tagliaferro (1992, r), Enrico Gambin (capitano, 1984).
CENTROCAMPISTI: Emanuele Mucchi (1995, r), Leonardo Bari (1995), Massimiliano Urban (spinimbecchese doc, 1981, dal Casaleone), Marco Rigobello (1980, r), Marco Farinazzo (il “militare minerbese”, 1994), Davide Sarti (1992, dal Montebello, e dall’A.C. Zevio), Matteo Perazzolo Gallo (1988, dall’Atletico Città di Cerea), Rozan Halilaga (1985, dal “vecio” Bovolone).
ATTACCANTI: Marco Covassìn (il tecnico radiologo, classe 1992, r), Domenico “Mimmo” Pepe (1987, r) , Alessandro Modini (1995, dall’Atletico Città di Cerea), Riccardo Trivellin (1987, dal ValtramignaCazzano), El Hasnaoui Mohammed (1993, r), Jacopo Vidali (1999, mamma di Panama, dalla Sampietrina).

ALLENATORE: Stefano Rossignoli, detto “El Cina”, riconfermato.
PREPARATORE DEI PORTIERI: Robin Tommasetti
DIRETTORE SPORTIVO: Dennis Bellettato
TEAM MANAGER: Bruno Tagliaferro,
PREPARATORE SPIRITUALE: don Luciano.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2070