Archivio: ULTIM’ORA

25/7/18
JUVENTINA VALPANTENA ALL’INSEGNA DELLA RICONFERMA

Si è tenuto ieri sera presso la hall della Cantina Sociale della Valpantena, a Quinto, la presentazione dell’A.S. Juventina Valpantena del presidente Diego Malaffo, classe 1970. Nel corso dell’incontro è emersa l’importanza della riconferma non solo del trainer – Christian Campagnari -, chiamato a migliorare le sorti dei bianco-neri poianesi già in corso d’opera, ma anche della stragrande maggioranza della “rosa”, che l’anno scorso ha terminato il campionato al 5° posto con 46 punti, questo nel girone “A” di Seconda categoria. “Siamo contenti” ha esordito il massimo dirigente bianco-nero Diego Malaffo, fratello di Giorgio, diggì, “di aver lavorato bene, visto che abbiamo riconfermato non solo mister Campagnari, ma anche il 90% dello zoccolo della passata stagione. Piattaforma, alla quale sono stati inseriti gli elementi necessari. Quest’anno è importante partire con la convinzione e la mentalità di poter fare bene, cercando subito di fare gruppo – priorità essenziale in un’equipe -, in quanto – non sono certo io a scoprirlo – i risultati si ottengono grazie all’impegno non del singolo, ma di tutto il gruppo”.

Per il diesse, l’ex audacino ed ex virtussino, l’assicuratore (professione che svolge nella vita di tutti i giorni) Michele Carcereri tutto è stato sostanzialmente mantenuto in quanto la società e lo staff tecnico pongono fiducia in questo collettivo atletico.  E, questo volge già a favore circa buone attese per il miglioramento del piazzamento ottenuto l’anno scorso e in funzione del campionato che ufficialmente si inaugurerà il prossimo 9 settembre, dopo che la Coppa che decollerà il 26 di agosto. La riconferma di mister Campagnari potrebbe costituire il valore aggiunto. Vi raccomando – ha detto rivolgendosi agli atleti – la concentrazione e la voglia di impegnarsi a lungo”.

Nuovo l’allenatore in seconda, Thomas Salvagno, ex giocatore della mitica Juventina di Poiano, il passato storico del calcio nel paese che si lancia verso la Valpantena. Assieme a Thomas non poteva mancare il presidente onorario Silvano Arbetti, 72 anni, da ben 60 (parole sue!) al seguito del calcio poianese: “Mi piace il continuo crescere della società e lo dico da ultimo presidente della vecchia Juventina Poiano. Bravi i dirigenti che hanno preso in mano le sorti del club bianco-nero, dopo che questo aveva toccato il punto più basso della parabola ed addirittura aveva rischiato di scomparire, alla pari di tante altre società della nostra provincia (restando in vallata, fa testo il caso della meteora Officine Bra Valpantena; per non parlare del vecchio Grezzana, che anni addietro si chiamava Valpantena). Complimenti a questi nuovi dirigenti – i fratelli Diego e Giorgio Malaffo in testa – i quali hanno dato continuità al calcio in paese e che conta oggi più di 200 tesserati, e compagini – come ha puntualizzato il d.g. Giorgo Malaffo – presenti in tutti i Tornei indetti dalla Federazione”.

Per mister Christian Campagnari quella di ieri è stata la presentazione n.13 sostenuta da allenatore di Prime squadre. Il coach ha fatto molta gavetta, seguendo le giovanili, prima di cimentarsi con le categorie: “Riparto dai 3 mesi assieme in cui ho fatto in tempo a conoscere il comportamento e le peculiarità tecniche del 90% del gruppo riconfermato. Il mio ruolo è quello di trasmettere a loro l’esperienza, confidando di agire con un gruppo di ragazzi responsabilizzati. Non mi interessa allenare in questa o in tal altra categoria, importante è sentirsi qualificati, importanti ed utili all’interno di un gruppo di atleti e nei confronti della società che ha deciso di ricommettere su di me. L’aver rinnovato fiducia a trequarti della “rosa” dello scorso anno, significa che la Juventina Valpantena in questi ultimi anni ha lavorato bene, ha posto nel terreno semi importanti. Il compito mio sarà quello di ottimizzare i margini di miglioramento dei ragazzi con cui collaborerò”.

Inizio della preparazione il 16 di agosto: “Sosterremo un’amichevole contro i nostri Juniores, compagine molto valida. L’obbiettivo è quello di mettere in vetrina alcuni di questi elementi, specialmente, i più meritevoli”. Presenti, nel tavolo delle personalità calcistiche, il team manager Stefano Zusi, i dirigenti Fabio Andrian, il fisioterapista Nicolò Rubele, Stefano Dusi, i vice-presidenti Matteo Bogoni e Roberto Bellu, i dirigenti Roberto Salomoni, Roberto Stevanoni, Davide Mattiuzzi, Stefano Guerra, Francesco Matraxia ed Ireneo Signorini. Tra i giocatori di spicco bianco-neri, sicuramente Michael Zago, centrocampista classe 1981 ex Caldiero e Montorio, e Mattia Bogoni, avanti del ’97, di ritorno dall’A.C. Tregnago. Preparatore dei portieri: Maurizio Marogna, dirigenti accompagnatori della Prima squadra: Fabio Andrian e Stefano Dusi. Poi, tranci di pizza per tutti, e bottiglie di ottimo vino (magnifico l’appannato e frizzantino Rosè) offerte dal presidente della Cantina Sociale della Valpantena (il padre di Riccardo Degani) a rischiarare gli afosi palati e a umidificare e a ristorare le vogliose fauci.

QUESTA LA “ROSA” 2018-19 DELL’A.S. JUVENTINA VALPANTENA:
PORTIERI: Lorenzo Favari (1998), Marco Mascellani (1975).
DIFENSORI: Claudio Baltieri (1985), Luciano Dierna (1987), Cesare Falsirollo (1993), Leonardo Ferrari (1995, dall’Olimpica Dossobuono), Mattia Grazioli (2001), Marco Maccini (1992),  Fabio Nicolato (1988 dal Quinto).
CENTROCAMPISTI: Thomas Bertagna (1989), Giacomo Bragantini (1997), Damiano Musu (1993), Leonardo Tommasini (1988), Michael Zago (1981).
ATTACCANTI: Mattia Bogoni (rientro prestito dall’A.C. Tregnago, classe 1997), Mahdi Hamlich (1999), Riccardo Degani (1988), Elia Morandini (1996), Marco Simoni (1993) e Marco Tortella (1991, dalla Fortitudo Verona Hst).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1725