Archivio: ULTIM’ORA

26/7/18
IL MOZZECANE E' PRONTO A BALLARE LA SAMBA IN PROMOZIONE

Un’ASD Mozzecane che vuole celebrare il suo ingresso per la prima volta in Promozione a ritmo di samba: infatti, tra i  volti nuovi che infarciscono la “rosa” 2018-19 dei “rosso e blu del bocciodromo” ci saranno alcuni interessanti giocatori non propriamente del Comune, che, in fatto di “fubal”, in tutta la provincia di Verona sembra non avere uguali né temere concorrenza (anche la squadra di calcio femminile rende lustro alla comunità a Sud della popolosa Villafranca militando in serie B). Bella la cornice del vernissage, tenutosi ieri sera presso l’”Agriturismo Santa Lucia”, tra le splendide colline moreniche che punteggiano di mille colori di verde la cintura di Valeggio sul Mincio. E, il menù servito si è accompagnato alla bella atmosfera che si è respirata, rievocando tempi in cui si viveva di solo calcio e parrocchia: prosciutto e melone come antipasto, bis di tortellini di Valeggio e bigoli al torcolo al ragù come primo piatto, pollo ben cucinato al forno con patate e contorni misti e verdure cotte di stagione. Dolce della casa, infarcito di mele, menta e cioccolato. Ad innaffiare le pietanze,  rigorosamente – visto che siamo a un tiro di scoppio dal Sacrario! - bianco Custoza appannato,  che ha maramaldeggiato tutta la notte con il nero (cioè rosso) Bardolino.

Il giovane, classe 1978, presidente mozzecanese Riccardo Montefameglio ha ringraziato l’ASD Mozzecane nella figura di tutti i suoi principali interpreti e soci dirigenti: “E’ stato un crescendo rossiniano” ha detto Montefameglio “graduale e importante, frutto di un club grande e valoroso. Capace di prendere al balzo l’opportunità di fondersi con il Bardolino, e sodalizio già pronto all’imminente sfida settembrina a livello anche non di atleti, ma anche di struttura societaria”.

Non poteva mancare la “memoria storica” del fubal mozzecanese, ovvero Giorgio Giavoni, ieri massimo dirigente del calcio che ha toccato la Prima categoria con su le magliette la mangimistica Hendrix ed oggi presidente onorario e speaker dagli impianti sportivi all’ombra del bocciodromo: “Negli ultimi due anni il calcio maschile di Mozzecane ha compiuto passi da gigante e strabilianti: promozione in Prima categoria con 3 giornate di anticipo, campioni d’inverno l’anno scorso ed eliminati ai play off senza accusare l’onta della sconfitta. Da quando siamo nati – era il 1970 -, per 21 stagioni siamo stati in Terza categoria, 22 in Seconda, 5 volte in Prima; ed ora siamo in Promozione. E’ questa non ciliegina, ma il melone sopra la torta e, quando leggerò le formazioni, non mi sembrerà vero ricordare “campionato di Promozione, girone “A””, tanto sarò emozionato. Ma, la storia del fubal insegna che ci sono state società che in 4 stagioni sono andate dalla serie D in serie A e viceversa, quindi bisogna fare attenzione; ed, io, in 35 anni di presidente ho ancora belle cose da vedere, offerte dall’ASD Mozzecane”.

Ed ancora Giorgio Giavoni: “I recenti Mondiali di Russia hanno dimostrato che Nazionali con fuoriclasse hanno dovuto cedere il passo ad altre in cui hanno fatto la differenza giocatori umili, compatti e votati al sacrificio…Qui, da Santa Lucia ai Monti a voi Roma!...”. La “rosa” 2018-19 dell’ASD Mozzecane annovera ben 25 elementi, tra cui due brasiliani. Ecco i nuovi volti rosso e blu: Mattia Bellesini, attaccante del 2000 prelevato dal Villafranca, il suo coetaneo Leonardo Bertasini, difensore centrale dal Vigasio, il difensore centrale 1999 Nicolò Bortolotti dal Villafranca. Il centrocampista 1992, ex Pol. Virtus, Daniele Romano, giunto dal Bardolino, il difensore centrale Davide Sbampato (1996) dal Castiglione delle Stiviere Mantova, il centrocampista, classe 2001 Giacomo Dondi dal Mantova, il compagno di reparto Mattia Bellinazzi dall’F.C. Valgatara, classe 1997; dalla Gabetti Valeggio è giunto il terzino mancino 1998 Mattia Parisse, dall’A.C. Lugagnano la punta 1995 Riccardo Risi, dal Calvina (Eccellenza Bresciana) l’avanti albanese 1991 Arsid Selmani e sempre in prima linea, ultimissimo acquisto, Andrea “El Principe” Mileto, classe 1990, giunto dall’Aurora Cavalponica. Infine, due coetanei del 2000, entrambi brasiliani: Gabriel, difensore centrale dall’Atletico Mineiro e Ramirez, terzino sinistro dalla serie A della Lettonia.

Lo staff tecnico vede la riconferma del trainer mozzecanese Nicola Santelli, con il quale collaborerà il preparatore atletico Nicolò Carrarini, il massaggiatore Roberto Giordani. L’immagine dell’ASD Mozzecane la curerà Paolo Petrìn, giovane cameraman ed addetto stampa rossoblu. I cespugli mozzecanesi sono affidati alla cura di Alberto Cristofoli, il cui padre Gianni è uno storico dirigente. Per la parte organizzativa, si parla del dr Paolo Giavoni, già presidente nell’èra del rinascimento calcistico rosso e blu. Per il trasporto delle più giovani leve calcistiche ci pensa Ermes Recchi, nuovo Segretario è Paolo Zamboni, nuovo vice-presidente è il mitico Antonio Trematore, molisano doc, come la famosa pasta della reclame in tivù. “El Trema” per il fubal mozzecanese ha fatto proprio di tutto: il Segretario, l’autista di pulmini, l’imbianchino, altro. Ma, citazioni particolari sono andate da parte di Riccardo Montefameglio anche ai soci Consiglieri dell’ASD Mozzecane, Nicola Recchi ed Orfeo Chiaramonte.

Non poteva mancare colui che rappresenta la comunità mozzecanese, ovvero il primo cittadino, l’ex giocatore e mister Tomas Piccinini: “E’ bello ritrovare in Prima squadra giocatori che ho allenato ed anche mister Nicola Santelli. Un passo alla volta ed abbiamo messo piede in Promozione. La tradizione calcistica la si può vedere attraverso la presenza di dirigenti che ancora oggi formano il Consiglio direttivo societario. Ciò significa che a Mozzecane c’è cultura di calcio, tant’è che, grazie al calcio femminile, il nome del nostro paese giunge agli occhi ed agli orecchi di molte altre province e paesi italiani. Lo sport, il calcio in particolare, è da sempre scuola e palestra di vita. La nostra Amministrazione comunale ha già varato il progetto di creare a Grezzano di Mozzecane (frazione che ha dato i natali a Gino Anselmi)  una piccola “Cittadella dello Sport”. Interpreti di questo ambizioso disegno sono Gino Anselmi e Luca Melotto”. 

Mister Santelli ha posto l’accento sulla difficoltà che nasconde il nuovo campionato di Promozione: “Quando ai primi di maggio il presidente mi aveva comunicato che eravamo in Promozione, sono diventato tachicardico. Chiedo ai più giovani di non avere paura, perché grazie al lavoro e al costante e continuativo impegno ci toglieremo soddisfazioni che mai avremmo pensato di cogliere”. Presente per la FIGC scaligera il Delegato, il vigasiano e milanista Claudio Prando: “Siete in Promozione e vi attende un doppio salto e un doppio impegno, che sono sicuro che onorerete attraverso il grande impegno e la voglia di fare bene. Dovete raddoppiare le energie da 50 a 100!”.

Chi, da buon demiurgo greco, ha  plasmato la nuova statua mozzecanese è “Il Moggi della Postumia”, al secolo Diego Pasotto, crappa rasata come un pirata della Malesia ed orecchino alla Luca Tortuga: “Grazie all’ASD Mozzecane, perché mi permette di crescere sempre più nel mio ruolo. I giovani sono molto promettenti ed interessanti e mi riferisco a Mattia Bellesini, a Leonardo Bertasini, a Mattia Parisse, a Daniele Romano. E’ stato, quello che sta andando in porto, un mercato difficile e sorprendente, impegnativo e interessante. Su questo zoccolo duro, sono certo che mister Santelli porrà il suo valore aggiunto”.

Parole anche dal numero 2 del C.R.V. Figc-Lnd, il Consigliere Regionale, il ceretano (ex centrale difensivo del Padova di serie C per 4 stagioni, più tre gettoni di presenze in Coppa Italia con la maglia del L.R.Vicenza, Mario Furlàn: “Era da una vita che non vedevo il vostro sindaco Tomas Piccinini. La vostra è una società ben piantata nelle sue fondamenta ed animata da prospettive ambiziose. Ma, è lo specchio di un territorio, dove già siete famosi grazie al calcio in gonnella. Come Selezionatore delle Rappresentative regionali venete, vi dico che quello che state per affrontare è un balzo, un salto di qualità notevole. Importante è che la logica del gruppo prevalga su quella della squadra e del singolo amante di protagonismo. Noi veneti, come Giorgione di Castelfranco, quest’anno ci siamo cuciti sul petto gli scudetti dei Giovanissimi e degli Allievi. Ricordate, oltre al biglietto da visita della Prima squadra, di non trascurare, di innaffiare sempre il vostro vivaio, fucina del Mozzecane del domani e del dopodomani”.

Questi i giocatori riconfermati del Mozzecane 2018-19:
Portieri: Avanzini e Biasi '99
Difensori: Gozzi, Calandrelli, Bombarda
Centrocampisti: Benedetti, Segala, Stella, Begnoni
Attaccanti: Sandrini
Questi i nuovi arrivati del Mozzecane 2018-19:
Difensori: Sbampato, Bortolotti '99, Bertasini '00, Parisse '98, Ramirez '00, Gabriel 2000
Centrocampisti: Romano, Bellinazzi, Paglietta 2001 (dal sett. giovanile), Dondi 2001
Attaccanti: Risi, Selmani, Mileto, Aio 1999 (dal settore giovanile), Bellesini.
Staff tecnico del Mozzecane 2018-19:
Mister Nicola Santelli
aiuto mister Orfeo Chiaramonte
aiuto mister Melotto Luca 
preparatore dei portieri Amos Picone  
preparatore atletico Nicolò Carrarini
massaggiatore Roberto Giordani

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:2367