Archivio: ULTIM’ORA

21/9/18
PARTE IL NUOVO CORSO PER DIVENTARE ARBITRO

CORSO CHE E' ORGANIZZATO DALL’AIA SEZIONE DI VERONA DEL PRESIDENTE MARIO GENNARO.
Non è davvero facile fare l’arbitro, spesso una passione tra le righe che nasce da bambino. Ha detto il grande arbitro internazionale Pierluigi Collina: "Coraggio nel prendere le decisioni, preparazione costante, fiducia nell’abilità del singolo, capacità di sapere imparare dagli errori e tanta forza nell’affrontare anche i momenti difficili. Queste sono solo alcune delle caratteristiche richieste oggi ai migliori arbitri, sia uomini che donne. Il lavoro dell’arbitro è sempre più difficile. Ha un solo secondo per prendere una decisione importante. Spesso sotto grande pressione e davanti agli occhi di stampa e pubblico. Le tue decisioni possono influenzare non solo i risultati sportivi, ma possono avere anche un impatto economico. Un arbitro quindi deve assumersi la responsabilità. Devi conoscere te stesso, i tuoi punti di forza e le tue debolezze. Devi essere in grado di migliorare fino all’ultimo giorno della carriera e rimanere aperto al cambiamento”. Oggi l’arbitro deve essere un atleta. Anche per quanto riguarda l’approccio alle squadre, bisogna essere consapevoli di tanti aspetti. Se studi le tattiche delle formazioni e le caratteristiche dei singoli calciatori riesci a stare un passo avanti nel prendere le decisioni durante la partita. Non è solo la voglia di vincere a fare la differenza; è la volontà di prepararla, se fallisci nel prepararla ti prepari al fallimento”.

Come si dice in questi casi, serve maggiore collaborazione tra arbitri e società nel portare avanti le sfide. Gli arbitri devono essere sempre più preparati, ma i giocatori devono conoscere le regole del calcio. Anche nel nostro bacino d’utenza, qui si parla dei dilettanti, questi concetti non vanno mai dimenticati. E’ partita la nuova stagione targata 2018-19 con tantissime gare in programma. Serietà, passione e costanza nell’impegno dei direttori di gara, i loro assistenti, i giocatori ed i loro tecnici, nonché i vari dirigenti sono chiamati, ognuno a rispettare il proprio ruolo senza pause. E’ fissato per martedì 16 ottobre, presso la sede dell’Associazione Italiana Arbitri sezione di Verona, un interessante corso per nuove leve arbitrali. Sono più di 170 le gare da dirigere a Verona e provincia. E’ innegabile servono nuovi arbitri. Il consiglio direttivo presieduto da Mario Gennaro ha deciso così di organizzare un nuovo corso a cui possono partecipare sia ragazzi che ragazze tra i 15 anni e 30 anni di età. Il corso partirà il prossimo 16 ottobre per concludersi il 14 dicembre 2018. Ai promossi dal corso, oltre che iniziare ad arbitrale nei campionati a livello giovanile e di categoria, verrà consegnata una tessera federale che regalerà l’accesso gratuito a tutti gli stadi italiani, per le partite gestite dalla federazione italiana gioco calcio. Il corso si terrà nelle serate di martedì, mercoledì e giovedì nella sede dell’Aia di Verona sotto la curva nord dello stadio Bentegodi gate 5 a partire dalle ore 19. Oltre alle lezioni teoriche in aule, i futuri arbitri si prepareranno fisicamente nei campi di Bussolengo, San Bonifacio e Verona allenati da un preparatore atletico. Per informazioni basta mandare una mail a verona@aia-figc.it oppure chiamare i numeri 347-4242558 e 333-9077042. Il ruolo dell’arbitro è sempre interessante, perché non diventarlo? L’A.I.A. di Verona vi aspetta.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:610