Archivio: ULTIM’ORA

4/10/18
BUONA LA PRIMA DELL’ACADEMY DEL PRESIDENTE NICOLO’ REBONATO

Ha ottenuto la sua prima vittoria ufficiale stagionale nel girone A di Terza categoria la neonata Academy di Pescantina, squadra creata sotto il patrocinio della società PescantinaSettimo. 1 a 0 nel derby vinto in casa contro i cugini dell’Ausonia di Pescantina. Abbiamo incontrato il presidente del club allenato dall’esperto Mario Rossi, Nicolò Rebonato, al quale abbiamo fatto cinque domande.

Presidente, un incarico dirigenziale all’Academy di grande prestigio, come si trova in questo nuovo ruolo? "Sono carico come non mai e molto entusiasta. In accordo con il PescantinaSettimo abbiamo fondato, dal nulla e in pochi mesi, una nuova formazione fatta da giovani in gamba e qualche veterano, come il sottoscritto e Marconi in difesa. Un progetto importante che vuole spazio ad altri calciatori di valore. Lavoriamo sodo per creare una nuova realtà di Terza categoria a Pescantina, che prima mancava".

Come sta andando presidente?
"Veniamo dalle prime due partite, la prima persa a Cadore, ma è stata di rodaggio visto che i neroverdi sono fuori classifica, dovevamo capire come imbastire la manovra in campo e trovare lo spirito di corpo giusto. Il Cadore B è una bella squadra di grande grinta ed orgoglio e anche se è fuori classifica ci ha davvero messo in difficoltà. Abbiamo fatto tesoro di questa sconfitta e ad abbiamo raddrizzato le antenne. Molto sentito il derby della giornata successiva del campionato, in casa nostra, contro l’Ausonia di Pescantina. Ne è venuta fuori una gara combattuta e divertente con varie occasioni da una parte all’altra. Abbiamo vinto uno a zero e ottenuto i nostri primi 3 punti. Ritornando alla gara con il Cadore, abbiamo giocato per un ora producendo dellle belle azioni di gioco ma non siamo riusciti a chiudere le maglie difensive. Contro l’Ausonia, che è sempre stata sul pezzo, ci siamo riscattati. Siamo calati forse fisicamente nel finale ed abbiamo spento la luce. Ma contavano i tre punti per il morale e la classifica e li abbiamo portati a casa. Mi è venuta la pelle d’oca quando sono entrato in campo a Settimo contro l’Ausonia. Si sa che i derby di paese sono sempre sentiti ed emozionanti. E’ stata una giornata meravigliosa, che si è conclusa con una bella grigliata finale con la partecipazione delle due squadre in campo. Dobbiamo lavorare molto ma sono fiducioso. Il gruppo è buono e ritengo che siamo sulla strada giusta".

Due parole sul vostro staff tecnico che è di buona prospettiva?
"Sono contento del lavoro che i nostri due mister stanno facendo. Mister Mario Rossi sa il fatto suo e ci mette l’anima. Ha una squadra che deve crescere come forma e come spogliatoio ma il campionato è ancora lungo. Il suo secondo, Emanuele Boscaini, lo sta supportando al meglio. Direi che è una coppia molto affiatata e ben voluta dai ragazzi".

Qual è l'obiettivo stagionale dell’Academy?
"Quest’anno sicuramente dobbiamo crescere e conoscerci meglio. La rosa è giovane, con tanti ragazzi che stanno entrando nei meccanismi della squadra. Vogliamo provare a puntare in alto, con pazienza arriveranno i risultati. Mi piacerebbe vedere la mia squadra alla fine tra le prime cinque formazioni del nostro girone, sarebbe bello entrare nella griglia dei play off".

Come è il livello tecnico del girone A di Terza categoria?
"Sono rimasto sorpreso in positivo da questo campionato. Non pensavo un livello così buono, ci sono molti giocatori che hanno tanta voglia di vincere. Ci sono squadre combattive che non mollano mai, proprio come piace al sottoscritto. Non sarà una passeggiata per nessuno questo girone di Terza, sono consapevole che ogni partita avrà una storia a se".

Quali sono le squadre accreditate per la vittoria finale?
"Se devo essere sincero vedo benissimo il Borgo Trento, una signora squadra in tutti i sensi. Ben attrezzata in ogni reparto che può far male, sportivamente parlando, a chiunque. Non mi dispiace neppure il Verona International, squadra che ha tanta qualità nelle gambe, inoltre voglio aggiungere il Lessinia che affronteremo da loro domenica prossima. Sarà una bella gara difficile per entrambe le contendenti. Che vinca il migliore!"

Da giovane presidente quali desideri ha?
"Il mio primo desiderio è che questa squadra diventi una bella realtà del nostro calcio dilettantistico. Un progetto chiaro da portare avanti nei prossimi anni con continuità ed ardore. L’ambizione è quella, e lo sottolineo ancora, di crescere in tutti i sensi e senza paura. Vogliamo con umiltà, fare vedere i fatti sul campo. Siamo una realtà nuova e quindi siamo ancora in rodaggio".

Quale è il suo sogno nel cassetto?
"Mi piacerebbe festeggiare la nostra promozione in Seconda categoria assieme a quella del PescantinaSettimo in Promozione. Negli ultimi anni il PescantinaSettimo sta lavorando bene a livello societario e a livello tecnico. Disponiamo di un buon settore giovanile con tanti iscritti allenati da allenatori emergenti e molto preparati. La strada è già tracciata e noi vogliamo percorrerla alla grande".

QUESTA LA ROSA DELL'ACADEMY PESCANTINASETTIMO 2018-19:  
Portieri: Andrea Bosoni e Simone Sturman
Difensori: Luca Ceradini, Enrico Veneri, Daniel Caputo, Alessandro Marconi, Nicolò Rebonato, Filippo Di Stefano, Thomas Ferraro, Francesco Marin Vargas, Alexandre Lodetti, Diego Ceradini .
Centrocampisti: Giovanni Lombardi, Andrea Parlato, Matteo Cressoni, Sofiane Saad, Stefano Campostrini, Sendi Ismailji, Federico Marconi, Steve Famoroti.
Attaccanti: Alessandro Parlato, Matteo Allegri, Andrew Mensah, Denis Benedetti, Matteo Brunelli, Giacomo Sansotta.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:940