Archivio: ULTIM’ORA

9/10/18
IL PRESIDENTE QUATRINI SI GODE IL MOMENTO D'ORO DEL SUO RIVOLI

Fra le squadre che più stanno sorprendendo di più nel girone A del campionato di Terza categoria c'è sicuramente l'U.S.D. Rivoli 1964 del presidente Massimo Quatrini che dopo le prime tre partite di campionato comanda la classifica a punteggio pieno alla pari del Verona International, uniche due squadre ancora imbattute in un girone che curiosamente non ha ancora visto un pareggio dopo 18 gare. Ricordiamo che la nuova realtà calcistica di Rivoli Veronese è nata solo nell'estate del 2017 per dare l'opportunità ai giovani della paese e delle zone limitrofe di poter giocare a calcio e divertirsi.

Soddisfatto e sorpreso dell'ottimo inizio il presidente Quatrini che ci dice: "Il nostro obiettivo è quello di migliorare gradualmente, stagione dopo stagione, quindi quest'anno non vogliamo soffrire come lo scorso anno visto che abbiamo subito in campionato ben 79 reti in 26 partite di cui solo 4 vinte. Logicamente, dopo aver già vinto tre volte in altrettante gare giocate, la speranza di essere fra le protagoniste di questa stagione c'è, ma io penso che dovremo aspettare altre due o tre gare per vedere la nostra reale forza".

Ma cosa è cambiato dall'anno scorso presidente? "Non moltissimo, stiamo portando avanti il nostro progetto con il massimo impegno di tutti. Fare una squadra a Rivoli, per ovvie questioni logistiche, non è certo facile. L'anno scorso siamo partiti solo con l'intento di divertirci e riportare i bimbi a giocare a Rivoli. Quest'anno, con l'aiuto del nuovo diesse Maicol Tinelli, arrivato dal Castelnuovosandrà, siamo riusciti a ritoccare la squadra con buoni giocatori fra i quali Alberto Cocaglia, giunto da Ponti sul Mincio, poi Marco Bertoldi, Paolo Rizzi, Davide Joppi e il kosovaro Clirim Krasniqi, tutti ragazzi ex Bardolino giunti dal Mozzecane da dove arriva anche il nostro nuovo mister Massimiliano Nigro, che l'anno scorso guidava gli Juniores Provinciali rossoblu e che finora sta lavorando con molto impegno e grande bravura."

Ieri sera avete vinto il posticipo a Bardolino 3 a 0 grazie alle reti di Cappagli, Krasniqi e Akantor, quindi è aumentata ulteriormente l'autostima della sua squadra? "Si ha sempre l'ambizione di migliorare e di guardare verso l'alto - ammette il presidente del Rivoli -, e noi della dirigenza cercheremo di aiutare il gruppo con l'inserimento a dicembre di altri due o tre ritocchi importanti. Il paese è vicino alla squadra come pure il Garda che collabora con noi a livello giovanile. Il paese sta rivivendo la gioia di giocare a calcio dopo la scomparsa nel 2013 del Rivoli che allora militava nel campionato di Eccellenza. E' grande soddisfazione per noi avere già una squadra Giovanissimi, una Esordienti, i Pulcini e i Primi calci".

"Voglio ringraziare tutti coloro che danno una mano alla dirigenza che oltre al sottoscritto vede anche il vice presidente Guido Astro e il dirigente  Michele Aloisi che ci sta dando una grossa mano facendo un po' di tutto senza nessuna pretesa. Queste persone sono davvero importanti per noi piccole società, dove gli aiuti non sono mai troppi".

Allora presidente, il Rivoli 1964 sarà o no fra le protagoniste del girone A di Terza categoria? "Siamo molto contenti e sorpresi di questa partenza a razzo ma è ancora troppo presto per dirlo. Abbiamo vinto in casa del Lessinia e da noi contro il Quinto Valpantena, due squadre ben attrezzate e che lotteranno per il titolo, specialmente quest'ultima che ha giocatori di categoria e che domenica ha battuto il Borgo Trento, altra squadra fra le papabili al titolo assieme al Verona International che in vetta con noi a punteggio pieno. La nostra squadra è molto giovane con quasi tutti ragazzi poco più che diciottenni guidati dall'estro dei vari Riccardo Cappagli (già 6 gol in 3 gare), Clirim Krasniqi e Zaki Akantor, ragazzo marocchino molto forte fisicamente e molto educato, come tutti i nostri ragazzi che spero ci regalino una stagione piena di soddisfazioni".

la redazione di www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1204