Archivio: ULTIM’ORA

14/10/18
OLGINATESE RAGGIUNTA IN EXTREMIS DAL LEGNAGO (1-1)

PAREGGIO DEI BIANCAZZURRI AL 93° CONTRO LA CENERENTOLA. DOMENICA AL “SANDRINI” ARRIVA IL CISERANO E IL LEGNAGO SPERA NELLA PRIMA VITTORIA CHE PERMETTEREBBE DI AGGANCIARE I BERGAMASCHI IN CLASSIFICA

Un solo punto e raggiunto in zona Cesarini per il Legnago che ieri sperava in un colpaccio da tre punti ad Olginate contro la cenerentola del girone. Sperava di raccogliere punti anche perché nelle due precedenti partite il Legnago aveva vinto: il 5 settembre 2010 con allenatore Andrea Orecchia  con doppietta di Trinchieri e il 9 settembre 2013 con mister Lorenzo Di Loreto per 1 a 0 con una punizione all’incrocio di Gramacci. Invece i biancazzurri hanno addirittura evitato la beffa della sconfitta solo al 93° minuto grazie ad una provvidenziale deviazione di testa in rete di Vita sugli sviluppi di una confusa azione in area bianconera. La spizzata di Veratti e la deviazione di un difensore per servire il proprio portiere trova l'inserimento vincente di Vita. L’allenatore Manuel Spinale effettua alcune novità di formazione con inserimento del senegalese Dabo in difesa, il sardo Congiu sulla destra, e Niccolò Zanetti tornato al centro dell’attacco dopo da riduzione della squalifica da 15 mesi a un mese, fino al 10 ottobre scorso, decretata dalla Corte d’appello federale presieduta dall’avvocato Italo Pappa.

Passano quaranta  secondi e il Legnago subisce un rigore per un intervento in area di Parrino su N’Guessan. Dal dischetto Capelluto non perdona. Il Legnago cerca il pareggio con un cross di Congiu (11’). Poi capitan Zanetti voglioso di far bene cerca il gol e ottiene un corner. Al 12’ Vita serve Congiu, anticipato dal portiere. Al 13’ e al 17’ altre due conclusioni di Zanetti. Al 22’ è Parrino a non inquadrare con una inzuccata  la porta. Al 33’ tiro di Lacchini altissimo. Al 39’ bagarre in area bianconera senza esito. Al 43’ bel traversone in area di Dabo.

Nella ripresa dopo 3’ tiro centrale di Congiu parata. Al 5’, al 8’ e all'11’ tre pericolose conclusioni di Vita. Al 19’ il portiere Radaelli para un traversone di Kouame. L’Olginatese impegna Cuoco con Cristofoli che devia in angolo. Al 26’ Vita scatta in profondità e il portiere Andrea Radaelli, classe 1998,  in uscita si salva. Poi Cristofoli (29’) non da pensieri a Cuoco. Al 38’ Vita e Veratti invocano un rigore per un fallo di mano in area di Greco. Al 42’ grande occasione per pareggiare del Legnago, ma il portiere Radaelli con un grande e applaudito balzo respinge il bolide di Michelotto. Il gol del pareggio arriva nel terzo dei cinque minuti di recupero concessi. Il Legnago avrebbe meritato il successo, soprattutto nella ripresa, quando alcuni innesti di Spinale (Kouame e Michelotto, fra i migliori) hanno costretto sulla difensiva Greco e compagni. Adesso l’Olginatese ha un punto in classifica, mentre il Legnago è a 2 e ancora alla ricerca del primo successo stagionale.

“L’aspetto negativo della gara – ammette Spinale - è il gol subito su rigore dopo pochi secondi di gioco, ma la squadra ha lottato soprattutto nel secondo tempo quando ha attaccato da tutte le parti. Il gol del pareggio è stato meritato, ma dovevamo raccogliere di più per vitalità e fraseggio. Non è stato facile con una squadra che si difendeva.” Il presidente Venturato in tribuna con il vice Berlini invita il direttore generale Mario Pretto a parlare. “Un punto strameritato – dichiara Pretto – dopo il rigore, non è stato facile, ma la squadra ha giocato con il cuore e il portiere Radaelli ha effettuato due paratone.” L’allenatore locale Delpiano dice: “La mia squadra attraversa un brutto momento psicologico e dispiace aver subito un gol così. Una vittoria ci avrebbe dato morale contro un Legnago combattivo che ci ha creduto fino al 95° per recuperare lo svantaggio.”

Olginatese (3-5-2): Radaelli, Nasatti (37’st Comotti), Zoia, Guanziroli, Allodi, Greco, Lacchini, Capelluto (32’st Mureno), Cristofoli, Cortesi (40’st Salvati), N’Guessan (17’st Compagnone). All. Alessio Delpiano.
Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Dabo (32’st Gaba), De Gregorio, Marin ( 11’st Kouame), Parrino, Rizzo, Congiu (33’st Matei ), Gulinatti, Zanetti (24’st Veratti), Taylor (11’st Michelotto), Vita. All. Manuel Spinale
Arbitro: Cardella di Torre del Greco
Reti: al 1’ Capelluto (0) rigore; al 93’ Vita
Note: Spettatori 200 circa. Ammoniti Zanetti, Rizzo,  De Gregorio. Angoli 4-6 recuperi 0’ e 5’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:528