Archivio: ULTIM’ORA

2/11/18
BOMBER MATTIA LAVARINI E' FELICE DI STARE AL CALMASINO

Sta forgiando un buon Calmasino, il tecnico di Pescantina Alberto Pizzini, al suo primo anno dalle parti del lago. Una squadra che esprime un gioco votato all’attacco, capace di prendere l’iniziativa fin dalle prime battute della partita. Dopo 8 gare, il Calmasino è 3° in classifica con 14 punti, ed insegue la neo promossa PescantinaSettimo che comanda con 21 punti davanti al Quaderni a 16. Da incorniciare la scorsa domenica del bomber Mattia Lavarini arrivato quest’anno in prestito dal Valgatara del presidente Caliari, che nella sfida giocata in casa del Croz Zai ha segnato una bella doppietta, dando il suo contributo alla vittoria esterna del Calmasino per 5 a 2. Non è stato a guardare nemmeno il suo compagno di reparto Elia Pachera che ha segnato pure lui due splendidi gol, mentre Conti ha completato il pokerissimo calato dai biancoverdi in Zai con i gialloblu di mister Pigatto in gol due volte con Donatiello e una con Pesenato.

"Ci tenevano alla pronta riscossa - afferma Lavarini - dopo la cocente sconfitta in casa per 1 a 0 contro il Pedemonte. Il nostro girone A di Prima categoria è molto equilibrato e niente è scontato. Ogni domenica devi sudare per cercare di fare punti. Onore alla capo

    a PescantinaSettimo che è equipaggiata molto bene per il salto di categoria. Ma anche noi, Quaderni, Pedemonte, Olimpica Dossobuono, Concordia, Real GrezzanaLugo, Parona ed Arbizzano possiamo dire la nostra. Sarà una lotta, a mio giudizio, molto avvincente fino all’ultimo mese di campionato".

    Lavarini ama superare l’ultimo uomo partendo in velocità con guizzi improvvisi. La sua intesa, con i piedi gentili ed esperti di Juan Pablo Ometto, assieme al genio Andrea Marzari, ex Benaco come il furetto Elia Pachera, è perfetta. Ma tutto il gruppo quest’anno è stato messo a assieme con sapienza e sagacia da tutta la società che ha fatto quadrato attorno al suo allenatore Alberto Pizzini dando dei frutti molto positivi. "Siamo una rosa di giocatori molto validi dove tutti in campo sanno cosa devono fare, e tutti vogliono bene al Calmasino, come del resto il sottoscritto. Qui si gioca davvero senza pressioni, solo per divertirsi. E’ chiaro che abbiamo tanta fame di vittorie, ma quello che conta è fare più punti possibili per salvarci in totale tranquillità".

    Lavarini ha già caricato il suo fucile perchè domani c'è un match da tripla contro un Olimpica Dossobuono in gran spolvero. "Un avversario complicato che è rinfrancato dalle due vittorie consecutive nelle ultime due partite. Non sarà per niente facile batterlo ma ce la metteremo tutta. Dobbiamo giocare come sappiamo, senza timori di sorta, facendo girare la palla per poi fare puntate improvvise veloci e non scontate. Io spero di portare a casa una bella vittoria".

    Non si pone limiti Lavarini, fa due lavori, l’impiegato commerciale vicino a Valgatara ed il pizzaiolo alla sera presso la Pizzeria La Lumière a Prun di Negrar. Sentilmentalmente è libero, per ora il suo grande amore è il calcio. E’ il classico ragazzo tutto di un pezzo, umile e con i piedi ben posati a terra. "Vuoi mettere l’emozione che si prova quando segni la domenica pomeriggio. Vorrei arrivare in doppia cifra e spero che il Calmasino mi dia una mano servendomi buoni assist. Non posso offrire da bere tutte le domeniche quando segno - e ride - perchè il borsellino si svuota in fretta".

    Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:926