Archivio: ULTIM’ORA

25/11/18
DUE RIGHE SU…: AURORA CAVALPONICA - VIRTUS (2-1)

Preziosa vittoria dell’Aurora Cavalponica che batte la Virtus e l’aggancia al quinto posto in classifica con 18 punti. Partita vivace con rapidi capovolgimenti di fronte ed una serie infinita di calci d’angolo; non è un caso che le reti siano scaturite tutte su palla inattiva.

Al 6’ Armin Mezildzic approfitta di un passaggio all’indietro di un difensore, dribbla a rientrare ma poi calcia alto sopra la traversa. Al 10’ l’Aurora Cavalponica si porta in vantaggio: dalla bandierina il cross sul quale irrompe di testa il difensore Matteo Franchetto, classe ’99, che mette in rete da due passi. Accusa il colpo la Virtus ed i ragazzi di mister Carnovelli hanno la possibilità di raddoppiare al 24’: Moro raccoglie una palla vagante fuori area e scaglia un missile angolato che solo la bravura del portiere Federico Cargnel, impedisce alla stessa di terminare in rete. Dalla bandierina la palla perviene ancora a Nicolò Moro piazzato sul versante opposto, ma stavolta il tiro non crea problemi a Cargnel. Piano, piano la Virtus comincia a macinar gioco ed al 26’ una bella incursione sulla sinistra di Tebaldi, è sventata da Colognese che ne mura il cross. Al 28’ capitan Romellini raccoglie una palla schizzata fuori area e prova il tiro dalla lunga distanza, chiamando Cargnel alla parata a terra. Al 30’ sempre sugli sviluppi di un corner ci prova Simone Dassiè, ma senza inquadrare la porta. Un minuto dopo Federico Marostica ruba palla a centrocampo e s’invola prendendo in contropiede la difesa avversaria, poi calcia sul portiere in uscita che gli respinge il tiro. La partita si mantiene vivace; la Virtus cerca la manovra avvolgente, mentre l’Aurora predilige le vie centrali.

Nel secondo tempo i ragazzi di mister Alberto Baù pareggiano i conti al 3’; Michele Tebaldi si avventa su una respinta di Mantovanelli sul tiro di Mezildzic e mette la palla in rete. Neanche il tempo di assaporare il pareggio che la Virtus subisce la seconda rete. Ancora su palla inattiva, si sgomita a centro area, saltano di testa in due e la palla giunge a Franchetto che da un metro insacca la sua personale doppietta (giornata indimenticabile per lui). Protesta la Virtus per un presunto fuorigioco dello stesso giocatore ma l’arbitro è inamovibile nella sua decisione. Al 15’ viene espulso mister Carnovelli per aver richiamato un fallo, ma lo stesso nega di essere il responsabile; l’arbitro non si scompone ed il mister lascia il campo amaramente. Al 27' Marostica in area offre la palla a Nicolas Musso che evita un avversario e dal dischetto calcia a rete; la palla esce vicino al palo. Sul rovesciamento di fronte Armin Mezildzic calcia forte, Mantovanelli respinge in tuffo. Al 32’ mister Baù cambia modulo ed inserisce una punta, Di Cristo, al posto del difensore Veronesi. Al 36’ i ragazzi del t.m. Walter Micheloni hanno l’occasione per pareggiare: Tebaldi in mischia calcia da due passi; la palla passa tra le gambe di un difensore e sembra insaccarsi ma l’ex Belfiorese Mantovanelli para e salva il risultato.

Il mister ospite Alberto Baù commenta: “Oggi non abbiamo giocato bene; un passo indietro rispetto a domenica scorsa. Aldilà degli episodi, loro hanno giocato con maggior determinazione e meritato la vittoria”. Sconsolato mister Flavio Carnovelli per l’ingiusta espulsione, ma si rallegra per la bella ed importante vittoria: “Eravamo in piena emergenza, Soave influenzato, Pimazzoni infortunato e lo stesso Colognese che ha giocato per onor di firma, quindi ci teniamo ben stretta questa vittoria”.

Aurora Cavalponica: Mantovanelli, Bonomi, Franchetto Colognese (3’st Pimazzoni), Castagnini, Romellini, Musso (32’st Soave), Marostica, Piccoli (23’st Sartori), Beltramo, Moro. All. Carnovelli.
Polisportiva Virtus: Cargnel, Boarotto (7’st Zanini), Veronesi (32’st Di Cristo), Dassiè (20’st Butucaru), Poletto (1’st Castelli), De Boni, Tebaldi, Forgia, Mezildzic, Leoni, Brizzi (15’st Castellini). All. Baù
Arbitro: Pietro Brentegani di Verona
Assistenti: Valerio Meneghello di Verona e Fabio Rizzioli di Legnago.

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:1083