Archivio: ULTIM’ORA

2/12/18
IL LEGNAGO SALUS E' ORA PIU'...SEREGNO (1-0)

SECONDA VITTORIA CONSECUTIVA DEL LEGNAGO CHE ABBANDONA LA ZONA RETROCESSIONE DIRETTA E SALE IN ZONA PLAY OUT. SABATO L'ATTESO DERBY A VILLAFRANCA

Sette punti nelle ultime tre partite e il Legnago agguanta la zona play out dopo essere stato tanto tempo in zona retrocessione diretta. Dopo la prima vittoria in campo esterno (3 a 1 a Caravaggio) arriva anche la prima vittoria in casa contro un Seregno che ha battuto ben 14 angoli, ma non è riuscito a buttare la palla in rete nella porta del Legnago per la prima volta rimasta inviolata. La vittoria del Legnago è firmata da Riccardo Cocuzza, nato il 27 gennaio 1993 a Vizzolo Predabissi, comune di 4.000 abitanti in provincia di Milano, città metropolitana. Cocuzza, che può giocare come prima o seconda punta, ha militato nel settore giovanile del Parma, poi in C con Gubbio, Sudtirol, Renate, Savona, Alma Juverntus Fano e in serie D nel Milano City. Una trentina i gol realizzati in 114 presenze. L’anno più prolifico nella scorsa stagione nel Milano City con 13 gol.

Dopo l’addio del capitano e bomber del Legnago Niccolò Zanetti sono arrivati due bomber, Danilo Peinado tornato a Legnago dopo quattro mesi a Brindisi, e appunto Riccardo Cocuzza. Zanetti ha firmato ieri il gol della vittoria del Caldiero sul Sona, Cocuzza il gol vittoria del Legnago. Ieri mister Pagan ha confermato la formazione iniziale di Caravaggio con una sola variante: l’uruguaiano Danilo Peinado, tornato a Legnago al posto di Niccolò Zanetti che ha clamorosamente deciso di trasferirsi al Calcio Caldiero. In panchina con il portiere di riserva Colella ci sono Gaba, Rizzo, Mantoan, Sandrini, Kouame, Marchesini, Cocuzza e Veratti.

Subito Legnago in attacco con Vita che serve Peinado “testina d’oro” fermato da un fuorigioco. Si vede che Peinado ha una voglia matta di giocare a Legnago, “la mia seconda casa” ha dichiarato sabato in occasione della sua presentazione nella sala stampa del Legnago. Al 6’ infatti sugli sviluppi di un’azione Vita-Bruni, Peinado incorna verso la porta brianzola come pure poco dopo su cross di Tailor. Peinado gioca a tutto campo e al 10’ serve De Gregorio che impegna il portiere ospite. Al 19’ palla-gol per il Legnago su cross di Taylor: bella inzuccata di Vita ben parata da Lupu. Poco dopo gran balzo del portiere Cuoco per deviare un tiro di  Grandi. Al 37’ traversa del Seregno su tiro spiovente di Capelli. Al 40' azione Vita-Bruni con tiro alto.

Nella ripresa al quarto d’ora di gioco anche il Legnago Salus colpisce una traversa pareggiando il conto dei legni con una bella testata di Peinado servito da Vita. Al 27’ arriva il gol partita biancazzurro: raid sulla sinistra di Diego Vita che conclude a rete rasoterra, il portiere respinge corto e Riccardo Cocuzza ribadisce in rete per l'1 a 0 Legnago. Il Seregno cerca disperatamente il pareggio ma prima Cuoco si oppone ad un tiro di La Camera e poi al 38’ è De Gregorio a salvare sulla linea. Sabato nell'anticipo il derby a Villafranca.

Spogliatoi: L’allenatore Andrea Pagan dichiara: “Era importante dare continuità ai risultati positivi e il successo ci fa salire in zona play out. Abbiamo sofferto nel modo giusto e con il giusto atteggiamento. Peinado è stato bravo a lottare su ogni pallone e Cocuzza ha dimostrato di avere il gol nel sangue". Il presidente Davide Venturato:” Il Legnago ha una filosofia di gioco, ha vinto contro un Seregno che è veramente una bella squadra.” Così il direttore generale Mario Pretto: “Vittoria sofferta ma meritata e conquistata con il cuore.” Fulvio Saini, sulla panchina del Seregno in sostituzione dello squalificato Ardito, ha detto: "Una sconfitta che ci penalizza oltre i demeriti. Il Legnago è squadra combattiva che ha sfruttato i nostri errori, ma dobbiamo essere più cattivi e rabbiosi.”

Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Dabo, De Gregorio, Marin, Di Dionisio, Parrino (1’st Rizzo), Taylor (34’st Kouame), Gulinatti (40’st Sandrini), Peinado (20’st Cocuzza), Vita, Bruni. All. Pagan 
Seregno (2-5-2): Lupu, Bonatti, Gritti, Capelli (18’st Fumagalli), Artaria, La Camera, Grandi (24’st Cavalcante) Fasoli, Esposito, Romeo (29’st Calmi), Ampollini (34’st Ronchi). All. Saini (Ardito squalificato)
Arbitro: Deborah Bianchi di Prato
Reti: 27’st  Cocuzza (L)
Note: Ammoniti De Gregorio, Marin, Gulinatti, Peinado. Angoli 1-14. Recuperi 0’ e 4’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:460