Archivio: ULTIM’ORA

5/1/19
DUE RIGHE SU…: BONAVIGO 1961 - U.S. CASTELDAZZANO (1-3)

Il Casteldazzano di mister Riccardo Adami passa sul campo del Bonavigo 1961 e continua, a braccetto con il Gips Salizzole (a 33 punti), la rincorsa alla capo

    a Scaligera (37 punti); fra loro, l’Albaredo a quota 35 punti. Era la prima gara del Casteldazzano senza il d.s. Mauro Zardini, scomparso prematuramente ed improvvisamente nella pausa natalizia. Una persona bonaria e competente, con oltre 25 anni d’esperienza tra i dilettanti, che i ragazzi hanno voluto ricordare, scendendo in campo con il lutto al braccio, ma soprattutto dedicandogli questa vittoria. Lascia sola, una mamma di 91 anni; com’è strana a volte la vita!

    Brutta prestazione del Bonavigo 1961, che paga anche l’aver giocato il primo tempo senza il favore del campo; il terreno nell’area del Casteldazzano era completamente ghiacciato. Impossibile per gli avanti del Bonavigo reggersi in piedi, mentre il Casteldazzano ha potuto mettere al sicuro il risultato già nel primo tempo con il doppio vantaggio, amministrando poi la partita nel secondo tempo. I ragazzi di mister Adami hanno meritato la vittoria anche in virtù del bel gioco messo in mostra, mentre nel Bonavigo qualche giocatore è apparso lontano da una condizione fisico-atletica accettabile.

    Il primo tiro in porta è comunque per i padroni di casa; lo effettua il nuovo acquisto Andrea Marconcini al 10’, quando al limite dell’area, non cerca la penetrazione per i motivi già spiegati, ma calcia direttamente, trovando l’opposizione di Sguazzardo. Poco dopo sul versante opposto, Prati su punizione cerca la testa di Segattini, che manda la palla a colpire la traversa. Al 18’ palla gol per il Casteldazzano: Goncalves tocca sporco di testa in area, la palla arriva a Lanza che da distanza ravvicinata non riesce ad imprimere potenza alla sfera; Bonato si salva, poi la difesa libera. Al 21’ il gol che apre la strada alla vittoria del Casteldazzano; Manuel Prati dalla bandierina crossa perfettamente al centro per la testa di Davide Ferasin che insacca alle spalle di Bonato. Al 24’ Giardino prova il tiro incrociato che Bonato para a terra. Il Bonavigo non riesce a pungere ed il Casteldazzano macina gioco. Al 35’ Goncalves trova il corridoio giusto e mette Fabio Lanza solo contro Bonato in uscita; l’ex Zevio cerca il secondo palo ma la palla esce d’un soffio a lato. Al 40’ il Casteldazzano raddoppia; Manuel Prati corona la sua splendida prestazione con un gol d’antologia; riceve palla sulla trequarti, avanza un paio di metri e lascia partire un tiro di precisione chirurgica. Bonato si allunga tutto ma la palla beffarda lo supera e s’infila bassa a fil di palo.

    Nel secondo tempo, a campo invertito, ci si aspetta la reazione del Bonavigo 1961, ma è il Casteldazzano a chiudere la gara al 9’: Segattini imbuca per Salvatore Bartolomeo che entra in area e fulmina Bonato con un forte tiro a mezz’altezza. Mister Gianluca Corso inserisce a breve distanza Mietto e Curseu, togliendo Zanini e Frison; mister Riccardo Adami risponde inserendo Biondani al posto di Fabio Lanza. Al 18’ Marchiori calcia in mezzo una punizione; sul secondo palo sbuca la testa di Lahcen Chakkou, il veterano del Bonavigo, classe ’79, recordman di presenze, il quale non inquadra la porta. Poco dopo ci prova Mietto con un tiro da fuori che Sguazzardo para a terra. Marconcini e Ciccomascolo si danno un gran daffare ma non riecono ad impensierire seriamente la difesa del Casteldazzano. Al 35’ Pezzino (arrivato dal Raldon), serve Marconcini che calcia al volo dal limite; Sguazzardo para sicuro. Al 37’ Orifici serve Zambelli in area; il bomber prende la mira ed indirizza sul secondo palo. La palla esce d’un soffio ma gli applausi per lui scrosciano dagli spalti del pubblico amico. Al 42’ il Bonavigo accorcia le distanze e lo fa con uno dei veterani della squadra del Presidente Rino Gambin, Nicola Isolan; il difensore sganciatosi in avanti, difende bene la palla appena dentro la l’area e poi con la punta dello scarpino riesce ad indirizzarla sotto la traversa per il gol della bandiera. La gara si chiude con un’incursione di Mazzi sulla fascia destra e con il suo tiro in corsa, deviato in corner da Mirko Bonato.

    Mister Gianluca Corso, giornata nera? “Sul finire del primo tempo hanno chiuso la partita, quando noi speravamo di riaprirla nel secondo tempo con l’inversione di campo”. Qualche giocatore ha deluso le aspettative: “Stiamo recuperando la condizione”. Mister Riccardo Adami commenta: “Vittoria meritata, anche se mi aspettavo qualcosa di più sulla corsa dei miei ragazzi; abbiamo fatto una preparazione pesante per arrivare fino alla fine, però mi aspettavo lo stesso qualcosa di più”.

    Bonavigo 1961: Bonato, Chakkou, Pavan (44’st Corrias), Isolan, Santalucia, Contro, Marconcini, Marchiori (19’st Pezzino), Frison (10’st Curseu), Zanini (9’st Mietto), Ciccomascolo (44’st Perlini). All. Corso.
    U.S. Casteldazzano: Sguazzardo, Orifici, Scarpolini (43’st Igbninedion), Segattini, Maccachero, Ferasin, Goncalves (22’st Mazzi), Lanza (11’st Biondani), Giardino (19’st Zambelli), Prati, Bartolomeo. All. Adami.
    Arbitro: Giulio Fabio Cauzillo di Verona.
    Reti: 21' Ferasin (C), 40' Prati (C), 9’st Bartolomeo (C), 42’st Isolan (B)

    Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:896