Archivio: ULTIM’ORA

20/1/19
IL LEGNAGO VINCE IL DERBY SALVEZZA CON L’AMBROSIANA (1-0)

MATCH DECISO DA UN RIGORE DI COCUZZA. AMBROSIANA IN DIECI CERCA INVANO IL PAREGGIO, MENTRE IL LEGNAGO FALLISCE IL RADDOPPIO CON IBE.

Il Legnago ha vinto il derby-salvezza contro l’Ambrosiana grazie al rigore realizzato con freddezza da Riccardo Cocuzza al 10° della ripresa. Il rigore è sorto da un fallo di mano in area di Speri che è stato espulso per doppia ammonizione. Pur in dieci l’Ambrosiana ha cercato il pareggio, mentre il Legnago ha fallito il raddoppio con Ibe e con l’esordiente Darraji, classe 2001. Il Legnago si schiera con qualche novità rispetto alla formazione sconfitta una settimana fa in trasferta dalla Virtus Bergamo. Torna in formazione Dabo, Orchi fa il centrale difensivo con Parrino poiché Porcaro è reduce da un leggero acciacco, Debutto in serie D per Zakaria Darraji, classe 2001, arrivato dal settore giovanile del Padova e spesso in gran spolvero con la formazione juniores nazionale di mister Nicola Corestini. In panchina, con Colella, ci sono Turato, Di Dionisio, Porcaro, Gulinatti, Mantovani, Miatton, Ibe e Bruni. Diego Vita è in tribuna per un infortunio al collaterale mediale del ginocchio sinistro rimediato ad Alzano Lombardo domenica scorsa. L’Ambrosiana si schiera nella formazione annunciata e mister Chiecchi fa sedere in panchina Martini, Aloisi, Righetti, Testi, Filippini, Dall’Agnola, Buxton, Rossi e Rivic. Sugli spalti circa 300 spettatori.

Dopo 2’ Cocuzza conclude alto. Al 7’ una punizione di Marin da lunga distanza è parata. Al 10’ Ambrosiana pericolosa con un tiro improvviso di  Borgogna che il portiere biancazzurro Cuoco devia in angolo. Un minuto dopo sono ancora rossoneri in area del Legnago, Cuoco alza sulla traversa la conclusione di Scapini. Al 14’ è  Cocuzza a tentare di sorprendere l’estremo difensore ospite con una conclusione da fuori che Dani devìa in angolo. I ritmi sono bassi e la paura di perdere condiziona il gioco. Al 25’ Alba inzucca verso la porta del Legnago e palla fuori bersaglio di un nulla. Al 31’ punizione di Alba per un fallo di Kouame, il rasoterra è fuori. Al 42’ capitan Parrino conclude a rete di testa, salva la porta rossonera Scapini. Un minuto prima del riposo ottimo slalom di Cocuzza con una destro alto sulla traversa.

Nella ripresa al 6’ Speri conclude alto. Al 9’, per un atterramento di Darraji, batte la punizione Marin: Speri in area colpisce il pallone con un braccio, l’arbitro concede il penalty ed ammonisce per una seconda volta il n. 8 rossonero che viene quindi espulso. Dal dischetto Cocuzza tira un rasoterra di sinistro sulla destra del portiere rossonero Dani per l'1 a 0. Il gol galvanizza il Legnago che cerca il raddoppio con Cocuzza (palla fuori). Al 19’ bagarre in area del Legnago: Biasi in un contrasto con Cocuzza s’infortuna e deve abbandonare il campo con una fasciatura in testa per una ferita. Il numero 6 ospite ex Hellas deve essere trasportato in ambulanza al pronto soccorso. L’Ambrosiana, pur in dieci, si fa viva al 23’ con un bel cross in area di Acri che Scapini non riesce a controllare. La partita cambia interpreti con varie sostituzioni. Al 32’ Ibe, che ha preso il posto di Peinado, conclude a rete fiaccamente. Al 37’ azione Darraji-Gulinatti con cross corto parato. Al 39’ Alba, per un fallo di Parrino, batte una punizione debole che Cuoco para con facilità. Al 41’ ottimo assist in profondità  di Gulinatti per Ibe che solo davanti al portiere s’impappina e il portiere ribatte. Al 42’ ancora il Legnago vicino al raddoppio. Il portiere Dani rinvia male e Darraji s’inserisce nella traiettoria tira a rete, ma il portiere rossonero riesce a deviare sul palo. Sei  minuti di recupero non cambiano il risultato e il Legnago esulta con i suoi tifosi per un importante successo.

Con 19 punti il Legnago aggancia il Ciserano e lo avvicina alla zona salvezza diretta, ora a due punti e occupata dal Caravaggio. L’Ambrosiana rimane a quota 17 punti, due punti di vantaggio sulla zona rossa e a quattro punti dalla salvezza diretta. Domenica prossima Legnago in trasferta nel bergamasco contro il Villa D’Almè vittorioso a Legnago per 4 a 0. L’Ambrosiana sarà in casa con il Pontisola, vittorioso nell’andata per 3 a 1. Negli spogliatoi mister Pagan è contento del successo che voleva e si lamenta di qualche errore dei suoi ragazzi in zona gol, l’allenatore ospite Chiecchi rileva che la sua squadra non era in gran giornata e che il derby è stato deciso da un episodio.

Legnago Salus (4-3-3): Cuoco, Dabo, De Gregorio, Marin (27’st Di Dionisio), Orchi,  Parrino, Kouame (14’st Gulinatti), Sandrini (20’st Mantovani), Peinado (29’ st Ibe), Cocuzza, Darraji (44’st Bruni). (a disp. Colella, Turato, Porcaro, Miatton). All. Pagan
Ambrosiana (4-2-3-1): Dani, Menini, Acri ( 37’st Buxton), Santuari, Contri, Biasi (21’st Dall’Agnola), Manconi (14’st Righetti), Speri, Scapini, Alba, Borgogna (22’st Rivic). (a disp. Martini, Aloisi, Testi, Filippini, Rossi). All. Chiecchi
Arbitro: De Capua di Nola
Rete: 10’ st Cocuzza (rigore).
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti Kouame, Marin, Orchi, Biasi, Speri poi espulso al 9’st per doppio giallo. Angoli 7-6 Recuperi 1’ e 6’.

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it

Visualizzazioni:641