11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Game, set & match: il Chievo domina il derby e ne fa 6 al Vicenza

Dopo l’emozionante vittoria di Perugia, conquistata grazie al gol di Martina Gelmetti al 95° minuto, si torna tra le mura amiche dello stadio “Aldo Olivieri”. Le ragazze gialloblù ospitano il Vicenza in una sfida che si presenta come una snodo fondamentale in ottica salvezza. Due modifiche rispetto all’undici iniziale di sette giorni fa, a partire proprio dalla riccioluta numero 18 gialloblù in attacco, oltre alla ritrovata regia di Prost in mezzo al campo. Prova a partire subito forte il Chievo, che cerca immediatamente di imporre il suo gioco. Pronti-via e le gialloblù spaventano le vicentine: al 3′ Valentina Boni, servita da Peretti, conclude di sinistro sulla soglia dell’area di rigore, ma spedisce di poco alto. Dopo questo squillo iniziale, venti minuti di grande equilibrio. La posta in palio è altissima e anche per questo le due squadre faticano a creare occasioni, lottando molto a centrocampo. Il pallino della gara, però, rimane comunque delle scaligere, che provano a sfondare soprattutto sfruttando i costanti movimenti di Peretti e Gelmetti che danno pochi punti di riferimento alle avversarie, nonchè guidate dalla tecnica di Boni e Tardini. Al 24′ la sblocca il Chievo. Punizione battuta da Salaorni che viene respinta sui piedi di Valentina Boni. La numero 10 trova tra le linee Peretti, che è bravissima, con un filtrante nello stretto, a pescare Martina Gelmetti. La numero 18 è glaciale davanti a Bianchi, riuscendo a trovare l’angolino. Altra marcatura molto pesante dell’ex Napoli, che sembra ormai essere tornata la bomber implacabile che si era dimostrata prima dei problemi fisici. Dopo aver sbloccato la gara non si ferma la pressione delle gialloblù, che con grande calma continuano a macinare gioco, trovando anche delle ottime combinazioni per uscire palla al piede impostando dal basso. Alla mezz’ora ci prova anche Sara Tardini dal limite dell’area, ma il suo tiro è bloccato da Bianchi.

Al 37′ arriva il raddoppio clivense. Palla lanciata in profondità da Tunoaia a premiare lo scatto di Martina Gelmetti. La punta vede Bianchi fuori dai pali e con un pallonetto, ormai specialità della casa dopo Perugia, la mette dolcemente in fondo al sacco. Si va dunque sul 2 a 0, score che legittima il dominio di questo primo tempo. Non si ferma il Chievo, libero dal punto di vista mentale grazie al doppio vantaggio. La compagine gialloblù sente l’odore della preda e vuole finirla, chiudendo virtualmente i giochi. Al 42′ ci prova anche Valentina Boni con un destro dalla distanza, deviato in angolo da Bianchi. Sul finire della prima frazione si fanno vedere per la prima volta in avanti anche le ospiti. Incursione dentro l’area di Ferrati che prova il tiro da ottima posizione, deviazione decisiva di Martina Galloni che spinge la sfera sulla traversa. Non c’è un attimo di sosta in questo finale di primo tempo. Palla in profondità, Velo di Gelmetti per Valentina Boni, atterrata in area da La Rocca. Il direttore di gara non ci pensa due volte e assegna la massima punizione, espellendo la numero 18 ospite. Dal dischetto si presenta la nostra numero 10, che è freddissima a battere Bianchi con una trasformazione certosina, portando il risultato sul 3 a 0. Finisce così un primo tempo praticamente perfetto del Chievo. Ottimo l’approccio delle gialloblù, che la sbloccano al 24′ con Gelmetti, bravissima anche a raddoppiare grazie a un pallonetto. La mette in cassaforte poi Valentina Boni, con un rigore impeccabile.

Ripresa che le gialloblù cominciano con una giocatrice in più e forti di un divario nel risultato molto netto. Al 56′ un Vicenza comunque molto generoso, prova ad accorciarla con Kastrati dal limite dell’area, ma Galloni è attenta e mette in angolo. Al 58′ il Chievo dilaga. Contropiede lanciato dallo strappo palla al piede Salimbeni, che serve in profondità Martina Gelmetti. L’attaccante stoppa bene il pallone e davanti a Bianchi è ancora spietata, riuscendo a piazzare la sfera all’angolino: 4 a 0! Hat-trick per Martina, che può così portare a casa il pallone. Il Vicenza prova a non demordere nonostante il pesante passivo e dopo un’ora di gioco crea la sua seconda vera occasione con Maddalena. La numero 24 ci prova direttamente da calcio di punizione dalla grande distanza, ma Galloni è attentissima e con un miracolo riesce a respingere, aiutandosi anche con la traversa. Il Chievo è in fiducia e si diverte, tra il 66′ e il 70′ colpisce ancora grazie a capitan Boni e alla subentrata Daiana Mascanzoni. Valentina, servita in area, scavalca Bianchi con un pallonetto dolcissimo, realizzando la sua doppietta personale. L’ala classe 1993, invece, deve solo appoggiarla dentro dopo l’incursione di Distefano, realizzando il 6 a 0.

Nonostante il passivo pesantissimo, sono encomiabili le ragazze biancorosse che con orgoglio provano comunque a trovare la via della rete. All’83’ il Vicenza, infatti, accorcia le distanze. Palla lanciata in profondità per Yeboaa, che è freddissima a scartare Galloni e a depositare il pallone in fondo al sacco. Il risultato è quindi 6 a 1, quando mancano sette minuti alla fine della contesa. Il Vicenza continua a giocare con grinta e non molla, trovando a un minuto dal recupero il suo secondo gol grazie a Kastrati. Colpo di testa sugli sviluppi di un corner che buca Galloni. Spirito comunque apprezzabile quello delle ospiti, che pur sotto di una giocatrice hanno lottato fino alla fine. Dopo tre minuti di recupero finisce la gara. Vittoria fondamentale quella del Chievo, che con un tennistico 6 a 2 batte il Vicenza, conquistando tre punti decisivi in ottica salvezza. Ottimo l’approccio delle ragazze clivensi, che di fatto la chiudono già nel primo tempo con il triplo vantaggio. Tutto più semplice nella ripresa, con ampi spazi che le giocatrici scaligere sono state pronte a sfruttare con cinismo, realizzando altri tre gol. Sussulto d’orgoglio nel finale del Vicenza, che però non scalfisce la grande prova del Chievo. Testa a quello che di fatto diventa un match-ball, contro la Roma, che potrebbe diventare l’occasione per raggiungere il traguardo tanto agognato della permanenza in Serie B.

Chievo Women – Vicenza = 6-2
Chievo Women: Galloni; Pecchini, Tunoaia (73′ Carleschi), Salaorni, Mele (73′ Martani); Tardini (77′ Zanoni), Prost (66′ Mascanzoni), Salimbeni; Boni, Gelmetti, Peretti (66′ Distefano).
Vicenza: Bianchi; Menon, Sossella (75′ Fasoli), Missiaggia; La Rocca, Maddalena (75′ Dal Bianco), Piovani (52′ Gobbato), Ferrati, Kastrati; Yeboaa (85′ Broccoli), Basso (52′ Bauce).
Note: Ammonite La Rocca (V); Missiaggia (V); Salaorni (C). Espulsi: La Rocca (V)
Marcatori: 25′ Gelmetti (C); 37′ Gelmetti (C); 45′ Boni (C); 58′ Gelmetti (C); 66′ Boni (C); Mascanzoni (C); 83′ Yeboaa (V); 89′ Kastrati (V).

Ufficio Stampa ChievoVerona Women F.M.
per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °