11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Primavera 3: il Legnago cade con onore a Crema (5-4)

Dopo la bella vittoria contro la Triestina, il Legnago Salus Primavera di mister Alessandro Montorio incontra il rosso a Crema, terreno amico della Pergolettese. Una battuta d’arresto che non tocca affatto il tecnico, il quale ha anzi detto di essersi divertito molto per il fatto di aver assistito a una bella partita di calcio, giocata a viso aperto e senza “braccino corto” da parte di tutte e due le sfidanti. Campo bellissimo e in perfette condizioni, giornata primaverile, insomma, c’erano tutti gli ingredienti per gustarsi una partita tecnicamente valida e aperta ad ogni risultato. Per i cremonesi, ottimo l’impianto di gioco, su cui ha spiccato un numero 10 con i fiocchi – il 2002 Bresciani -, autore di una tripletta degna del “divin codino” Roby Baggio: su punizione, rigore, serpentina in dribbling su 3 avversari prima della conclusione a rete vincente. Già, Bresciani: veramente il valore aggiunto, l’arma in più della Pergolettese. Di contro, i “biancazzurri del Bussè” hanno accusato l’assenza di 2-3 pedine, ma nessuno si è tirato indietro quanto a cuore gettato oltre l’ostacolo. E, questo, fino all’ultima stilla, all’ultima goccia e secondo della gara. Il Legnago ha subito il 4 a 2 su un pallonetto beffardo (infortunio in lettura del portiere), che avrebbe steso anche un toro. “Ma, i ragazzi” commenta mister Montorio “non hanno mai mollato e hanno scritto una poesia del calcio, tanto che sul 4 a 3 per i locali lombardi ci hanno annullato non uno, bensì due reti, in sospetto fuorigioco”.

Il coach legnaghese si attribuisce anche qualche responsabilità: “Una volta raggiunto il 4 a 4, avrei potuto chiudermi in difesa e portare a casa un punto davvero prezioso. Invece, visto il campionato e il girone corto, e il fatto che nel mio ordine di idee da zero punti a un punto cambia poco, ho voluto credere nel miracolo calcistico, e seguire l’entusiasmo, il coraggio dei miei, provando a fare bottino pieno, visto che l’avversario era alle corde. E, ho optato per l’aggiunta di una punta al posto di un difensore. Ma, come spesso accade, un episodio ci ha puniti in abbondante zona Cesarini, senza che io abbia da rammaricarmi di nulla né nei confronti della mia scelta tattica né nella prova offerta dai miei ragazzi”. Il Legnago Salus, nelle prime 3 partite del campionato Primavera 3, è primo nella classifica dei gol fatti, a quota 9, con Marco Gugole (punta classe 2003, ex Caldiero, Colognola ai Colli ed Intrepida), Melaca ed Elia Albertini sugli scudi: “Purtroppo” precisa mister Montorio “sono 9 anche le reti da noi subite fino ad ora, con 3-4 gol nati da episodi sfortunati che hanno troppo penalizzato i miei volonterosi ragazzi e i nostri bravi portieri”. Sabato prossimo, ancora una trasferta. a Bolzano, in casa del SudTirol.

PERGOLETTESE-LEGNAGO SALUS 5-4
PERGOLETTESE: Montagnari, Pozzoni, Donarini, Barbieri, Caruso, Meddah, Perderzoli, Piccineli, Pattarino, Bresciani, Nossa. A disposizione di mister Alessandro Rocchetti: n.12 Locatelli, Lupo Stanghellini, Mazzola, Capuzzi, Perotti, Federico, Mustafaraj, Rocchetti.
LEGNAGO SALUS: Calabretta, Maietti, Saviato, Marocchiato, Cecchetto, Ferraro, Vukovic, Barocco, Melaca, Albertini, Gugole. A disposizione di mister Alessandro Montorio: n. 12 Maimihai, Malavasi, Signoretto, Pasini, Meneghetti, Berini, Alberti, Bellinazzo, Cionca, Bonomo.
Arbitro: Lorenzo Beretta di Bergamo
Assistenti: Francesco Andreoni di Milano Milano e Dario Fantaccioni di Cinisello Balsamo.
Reti: al 1′ Gugole (L), al 20′ Bresciani (Pergo), al 22′ su rigore Bresciani (Pergo), al 24′ Melaca (L), al 43′ Bresciani (Pergo); al 54′ Nossa (Pergo), al 65′ Ferraro (L), all’85’ Gugole (L), al 94′ Perotti (Pergo).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °