11.3 C
Verona
domenica, 17 Ottobre 2021

Riparte il campionato Primavera 3. Il Legnago perde in casa (2 a 3) contro la Virtus

Al “Bertoldi” di Casaleone, torna finalmente in campo il Legnago Salus di mister Alessandro Montorio, senza più una gara ufficiale disputata pensate da agosto 2020 per causa del Covid-19. La Virtus Vecomp Verona del collega Giuliano Muzzini fa sua l’intera posta in palio, accaparrandosela già al termine dei primi 45 minuti dopo che i rosso-blu borgo-veneziani erano passati 3 volte a 1. Per tutta la ripresa, si è visto un Legnago combattere alla ricerca estrema del pareggio, che non è maturato, nonostante un rigore non concesso per punire uno strattonamento in piena area subito dal 2003 Elia Albertini – il migliore assieme al 2002 Luca Zanetti e al 2003, il molto ordinato n.5, Andrea Cecchetto – dal signor Luka Meta della sezione AIA di Vicenza, una traversa, e una egemonia territoriale fatta di tanto generoso pressing. Più euclidea, più ficcante la Virtus del primo round, sotto però al 16° a causa della punizione direttamente scaraventata alle spalle di Giacomo Mazzei (2004) da Albertini. Il gol sembra dare la scossa non a chi si era portato in vantaggio, bensì a chi l’aveva subito, ed allora ecco l’uno-due nell’arco di 9 minuti dell’ottimo 2003, il n.8 Denis Pinelli, e il tris dell’elegante n.10 virtussino Dennis Calabrese, anche lui classe 2003, bravo a sfruttare un’ingenua incertezza difensiva legnaghese.

Ancora su un calcio piazzato – stavolta su rigore – il secondo gol biancazzurro: l’arbitro indica il dischetto per punire un braccio in area che ha respinto un traversone pennellato dalla fascia da Zanetti. Della trasformazione si incarica il 2002 centravanti Previs Melaca, e per Mazzei non c’è nulla da fare: 2 a 3. Anche se il taccuino annota un palo colto dalla Virtus, deviato sul legno per effetto di una conclusione scoccata dal capitano Matteo Avagliano (2002) e prima deviata da un difensore. Vengono fatti recuperare 6 minuti, ma il risultato non si schioda più dal 2 a 3, che sicuramente ha punto nell’orgoglio i legnaghesi, chiamati, sabato prossimo 27 febbraio nuovamente al “Bertoldi” di Casaleone, a difendersi dalle alabarde che gli verranno scagliate dalla Triestina. Primi 3 punti stagionali, invece, raccolti dalla Virtus Verona dopo la sconfitta subita alla prima giornata contro il Feralpisalò.

LEGNAGO SALUS: Maimihai, Zanetti (Alberti), Saviato (Berini), Moracchiato, Cecchetto, Ferraro, Maneo (Sartori), Barotto, Melaca, Albertini, Gugole (Meneghetti).
A disposizione di mister Alessandro Montorio: n.12 Calabretta, Maietti, Vukovic, Bellinazzo, Signoretto.
VIRTUS VECOMP VERONA: Mazzei, Furlani, Avagliano, Faccini (Dusi), Iurato, Ferrari (Zambelli), Paloka (Brighente), Pinelli (Pellizzari), Bridi, Calabrese (Ahimi Khalifa), Sacco. A disposizione di mister Giuliano Muzzini: n.12 Baravelli, Faltracco, Fanini, Boudhina, Privato, Tacchella.
ARBITRO: Luka Meta (Sez. Aia di Vi); 1° assistente: Graziano Gerardo (Sez. Aia Vicenza), 2° assistente: Matteo Mratinelli (Sez. Aia Verona).
MARCATORI: al 16′ Albertini (L), al 25′ e al 34′ Pinelli (Virtus), al 44′ Calabrese (Virtus), al 74′ Melaca (su rigore).

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
cielo sereno
11.3 ° C
14.1 °
9.2 °
81 %
1.5kmh
0 %
Dom
19 °
Lun
19 °
Mar
18 °
Mer
19 °
Gio
15 °