Squalificato per 9 gare il giovane Emanuele Boschini del Pescantina Settimo

Recita così il Comunicato della Figc Veneto numero 25 del 25 settembre 2019 in merito alle decisioni del Giudice Sportivo sulla gara Malo - PescantinaSettimo del campionato Juniores Elite girone A

1657

SQUALIFICA PER 9 GIORNATE EFFETTIVE: Riferisce l’Arbitro che al termine della gara, il giocatore Boschini Emanuele lasciava il terreno di gioco in preda all’agitazione, apparentemente immotivata, assumendo comportamento provocatorio nei confronti dei compagni e degli avversari, che spintonava ripetutamente. Invitato a mantenere un contegno controllato, non si ravvedeva per cui era espulso con comunicazione a lui ed ai suoi dirigenti. Nella zona antistante gli spogliatoi persisteva nel comportamento, a dispetto dell’espulsione, arrivando a prendere per il collo un dirigente del Malo. Trattenuto dai compagni, che lo portavano nello spogliatoio, ma ne usciva per ben tre volte. In una di queste occasioni si avvicinava all’arbitro, spingendolo contro la porta dello spogliatoio a lei riservato, senza provocare danni fisici, ma accompagnando il gesto con ingiurie e bestemmie, solo dopo dieci minuti riuscivano a trattenerlo all’interno dello spogliatoio di pertinenza, nel quale continuava con le sue intemperanze verbali. Per il comportamento descritto il Giudice Sportivo delibera di applicare al calciatore il cumulo delle sanzioni previste determinate in complessive nove 9 giornate di squalifica.

La Società A.S.D. PescantinaSettimo attraverso un comunicato ufficiale rende noto: “In merito a quanto pubblicato sul Comunicato Ufficiale numero 25 della Figc Regionale Veneto, riguardo la squalifica di un nostro tesserato della nostra formazione Juniores Elite Regionale, la Società da me presieduta precisa quanto segue: “Siamo piuttosto rammaricati e sopratutto in totale disaccordo da quando deciso dal Giudice Sportivo. Dopo verifica con il presidente del Malo, abbiamo avuto, anche da parte dei dirigenti avversari, la smentita dei fatti esposti sul referto arbitrale. Non c’è stato alcuno contatto fisico tra il nostro tesserato e qualche presunto dirigente del Malo. Il presidente del Malo ancora conferma che il nostro ragazzo, si ha alzato la voce e può essere volata qualche parola di troppo, visto il momento di nervosismo, ma non certo tra i dirigenti delle due società. E’ sicuramente non c’è stato nessun tentativo di aggressione, e questo è stato ribadito in fase di ricorso da parte dei testimoni. E’ intenzione da parte del PescantinaSettimo condannare il comportamento maleducato dei nostri atleti è soprattutto non è ammessa nessuna bestemmia. Non accettiamo assolutamente la forma di protagonismo da parte della ragazza che ha arbitrato la partita in merito. Siamo molto favorevoli all’utilizzo delle donne nel calcio maschile, ma non permettiamo che il protagonismo personale possa infangare l’immagine della nostra società. Il PescantinaSettimo dispone di un settore giovanile con oltre 400 tesserati in crescita con allenatori qualificati ed appassionati muniti di regolare patentino. Da noi il rispetto delle regole, l’educazione dei nostri giovani ed il rispetto degli avversari e degli arbitri è tutto. Aspettiamo ora una collaborazione di tutte le forze in campo. A Pescantina le stufe sono state spente da trent’anni… e ci teniamo molto che restino per sempre spente”.

Comunicato del Presidente dell’Asd Pescantina Settimo Lucio Alfuso

© Riproduzione riservata