7 C
Verona
martedì, 13 Aprile 2021

Anche il Valgatara ai nastri di partenza del campionato di Eccellenza

Valgatara, Caldiero, Ambrosiana, Vigasio, Somma e Villafranca, sempre tra la serie D e l’Eccellenza, queste sono le tappe della carriera del forte portiere classe 1986 Federico Cecchini. Nonostante le 35 primavere mette sempre entusiasmo da vendere ogni domenica in gara per chiudere a doppia mandata la propria porta. In questa stagione Federico stava facendo bene nel Valgatara di mister Jodi Ferrari, prima che ad ottobre dell’anno scorso il Corona Virus fermasse il campionato di Eccellenza, con i blaugrana che stavano correndo spediti verso la salvezza. Con 8 punti conquistati, dopo 5 gare giocate, il Valgatara era al 7° posto in classifica alla pari con l’Arcella e il Garda di mister Zomer. La compagine del presidente Silvano Caliari stava provando a recuperare terreno alla capolista Vigasio in vetta con 13 punti ma con una gara in più. Ora si parla con insistenza di una probabile ripresa dell’Eccellenza, manca ancora l’ufficialità, con un nuovo format di due gironi all’italiana composti da 8 squadre ciascuno. Fra le 8 formazioni del girone A che hanno detto sì alla ripartenza c’è anche il Valgatara e Cecchini non nasconde la felicità, è pronto a rimettersi i guantoni per difendere la porta blaugrana nel nuovo torneo. “Ero stufo di stare a casa senza assaporare il calcio giocato. La pandemia ci fa tenere gli occhi aperti e non abbassare mai la guardia ma almeno se si gioca possiamo tornare a gioire con la nostra squadra e a cercare un po’ di normalità della vita sportiva, anche se sappiamo che in quella quotidiana, anche dopo la vaccinazione, ci vorrà più tempo. Ma stiamo sereni perchè prima o poi vedremo la luce in fondo al tunnel”.

Ha avuto diversi allenatori e presidenti, Federico, e tutti gli hanno regalato emozioni e grande passione per il pallone. “Credo che io sono cresciuto come uomo proprio giocando a calcio. Ho militato in squadre blasonate nei diversi momenti della mia vita. Ho dato tanto e raccolto molto, sempre impegnandomi al massimo con dedizione e grande responsabilità. Sono sempre dell idea che il passato è passato e adesso conta solo il presente. Presente che è rappresentato dal Valgatara, una società che a mio parere è un modello da seguire, con programmi chiari e voglia di fare bene. In questa stagione stavamo carburando e il direttore sportivo Fabrizio Gilioli sta lavorando bene e con attenzione su una rosa che era già forte e consistente in tutti i reparti. Con mister Ferrari, tecnico emergente e preparato, potevamo scalare ancora posizioni in graduatoria, ma poi, come tutti sapete, l’arrivo del virus ha complicato tutto. Con un protocollo adatto possiamo ripartire ad aprile, quindi perché non sfruttare l’occasione che la Lega Dilettanti ci mette sul piatto? Io ragiono sempre in termini positivi e sono sempre pronto a mettermi in gioco”.

Gli fa eco mister Jodi Ferrari: “Prima la mia società aveva detto no alla ripartenza, ma poi, con la rinuncia della Opitergina, è arrivato il consenso favorevole alla ripartenza. Io lo sono sempre stato da diversi mesi. Se va avanti la serie D, con il suo rigido protocollo, perché non adottarlo anche nella categoria dell’Eccellenza? Certo bisogna giocare in piena sicurezza quindi ora aspettiamo quando ci daranno il via agli allenamenti. Siamo in attesa anche di sapere il nuovo format che mi intriga parecchio. Ho sempre amato le nuove sfide e questa, in una certa maniera, è una sfida contro il virus. Dobbiamo essere una cosa sola, il calcio è un gioco meraviglioso e il mio Valga, se si ripartirà veramente, proverà a dare del filo da torcere alle rivali. Io sono prontissimo a ripartire e non vedo l’ora di tornare in campo!”

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

I Nostri Social

Verona
pioggia leggera
7 ° C
7.2 °
6.7 °
93 %
1.5kmh
90 %
Mar
8 °
Mer
12 °
Gio
10 °
Ven
13 °
Sab
14 °