13.1 C
Verona
lunedì, 19 Ottobre 2020

Bomber Montagnani lancia il suo Bassano e il Montecchio Maggiore

Non cita il Castelbaldo Masi, con il quale ha conosciuto il trionfo in Promozione due stagioni fa, tra le più accreditate alla vittoria finale del girone “A” di Eccellenza veneta. “Il puffo al tritolo di Boschi S.Anna”, Alex Montagnani, classe 1991, ex Berretti del Siena ed ex Isola di Capo Rizzuto (serie D), ultimo club prima di vivere l’esaltante parabola con le “tigri bianco-rosse” basso-padovane di “patron” Michele Ottoboni, il Castelbaldo Masi, indica nel Montecchio Maggiore lo sparring partner più insidioso degli stessi “giallo-rossi del ponte”, in cui lui stesso trequartista milita da circa un paio di stagioni. “Innanzitutto” premette “stiamo vivendo l’euforia di aver superato il primo turno di Coppa Italia, come capolista, dopo aver battuto mercoledì lo Schio. In campionato abbiamo totalizzato 2 vittorie su 2 , ovvero contro Abano e Villafranca, ora ci aspetta la trasferta a San Martino, senza sapere se dovremo metterci in viaggio per giocare. Poi, ci toccherà un trittico di fuoco, in cui dovremo affrontare in successione di calendario il Montecchio al “Rino Mercante” e al “De Rigo” lo Schio, infine, ospiteremo l’Arcella. Se faremo bene al termine di queste 3-4 gare, allora potremo convincerci di lottare per i quartieri alti della classifica”.

Dove risiede la vostra vera forza, nel pubblico? “Sì, anche in quello, ma principalmente nell’abbondanza di una “rosa” che conta sui 26-27 elementi e tutti dello stesso valore. Qui, la dirigenza vuole vincere, ha nostalgia della Virtus Bassano e della serie C che apparteneva a Renzo Rosso. E, quindi, non nascondo che un po’ di pressione noi giocatori l’avvertiamo”. Tra gli ex atleti che hanno militato in club veronesi, soprattutto i due ex Caldiero, il centrocampista Francesco Peotta e bomber Giovanni Guccione: “Sì, giocatori non veronesi, visto che il primo è vicentino, l’altro è polesano. Vorrei segnalare un giovane molto interessante: Gianluca Gottìn, portiere, ex Primavera del L.R. Vicenza, da noi in prestito, visto che appartiene ai “lanieri” bianco-rossi””.

Hai fino ad ora incontrato 5 avversarie di Eccellenza: chi ti ha maggiormente impressionato? “Abbiamo giocato contro il Camisano, perdendo 1 a 0 e sbagliando noi la partita; a me ha molto colpito il Montecchio Maggiore, anche se l’abbiamo battuto per 3 a 0. Ha una prima linea incredibile, con davanti Franco Ballarini, Casarotto e Marchetti. Noi, comunque, quanto a bocche di fuoco non siamo da meno, schierando il sottoscritto, Alessandro Tescaro (97), Giovanni Guccione e Luca Munarini (93). Poi, contiamo sull’esperienza del 1995 Alex Pellizzier, ex capitano del Cartigliano, del difensore Tommaso Equizi, ex Montecchio Maggiore, classe ’97, di Tommaso Bortot, ex professionista di L.R. Vicenza, ex Bassano Virtus di serie C ed anche ex Padova”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione Riservata

Leggi ancora ...

Ultimi articoli

Terza categoria girone A: il punto sulla 4^ giornata

Prima sconfitta per la Fumanese del presidente Francesco Cottini che perde 1 a 0 in casa del Baldo Junior Team del presidente...

Il punto sulla 5^ giornata del girone B di Serie C

 Il Legnago ha pareggiato all’Euganeo di Padova con un 1 a 1 giudicato giusto da mister Massimo Bagatti e stretto dal mister...

Seconda categoria girone D: il punto sulla 6^ giornata

L'Aurora Marchesino di mister Paolo Novali, lanciatissima, mette un altro mattoncino al bel palazzo che ha in mente di realizzare: ieri i...

Seconda categoria girone C: il punto sulla 6^ giornata

La non ancora battuta - primato, questo, che spetta anche al Locara di mister Carlo Danieli - Bonaldo Santo Stefano prosegue la...

Seconda categoria girone b: il punto sulla 6^ giornata

Non cambiano i colori del vertice, della cuspide del girone "B" di Seconda categoria: sono quelli del Pizzoletta del presidente, il mozzecanese...

I Nostri Social

Verona
nubi sparse
13.1 ° C
18 °
2.8 °
59 %
2.1kmh
40 %
Lun
16 °
Mar
17 °
Mer
18 °
Gio
18 °
Ven
17 °