Coppa Italia di Eccellenza: il San Martino Speme cade in casa contro il Montecchio Maggiore (1-2)

1039

Seconda giornata della fase regionale della Coppa Italia di Eccellenza, nel girone 2 il Montecchio Maggiore di mister Matteo Girlanda vuole dare continuità alla convincente prima uscita del “Cosaro” dove i bianco-rossi hanno regolato 3 a 0 la Belfiorese, del nuovo allenatore Paolo Beggio, con le reti di Dimas (ex Virtus e Sambonifacese), Casarotto e Corazza. Sembrano essersi calmate le acque in casa Speme, dove le liti dirigenziali riguardanti i tesseramenti avevano portato la squadra a non presentarsi domenica scorsa per il primo impegno ufficiale in casa del Castelbaldo Masi. Questa domenica è regolarmente in campo il San Martino Speme di mister Filippo Damini che al “Borgo della Vittoria” davanti al proprio pubblico da l’effettivo start alla propria stagione.

Dopo il minuto di silenzio per ricordare Giuliano Campedelli, 68 anni ed in passato dirigente della società, il direttore di gara Antonio Bissolo (sezione AIA Legnago), coadiuvato dagli assistenti Tarzia e Inviso, entrambi della sezione di Padova, fischia per l’inizio del match. Al 3’ già pericoloso il Montecchio con Santacatterina chiuso da Rossi in uscita, passano solo 3 minuti e il San Martino pareggia subito il numero di occasioni da goal, Oliboni arrivato davanti a Dani tentenna senza poi riuscire a calciare, al 10’ ci prova poi Dimas Goncalves con una conclusione che termina alta sopra la traversa.

Dopo una fase di stallo dopo il vibrante avvio di gara nel recupero di tempo gli uomini di mister Damini trovano il vantaggio su calcio di rigore, Nikolic tocca di mano all’interno dell’area di rigore e per l’arbitro non ci sono dubbi (da quest’anno con le nuove regole qualsiasi tocco di mano sarà da considerarsi falloso senza lasciare all’arbitro una possibile interpretazione sulla volontarietà o meno del tocco). Sul dischetto va Francesco Tomè, subentrato al 25’ a Ciuffo, che spiazza Dani. Si va al riposo sul punteggio di 1 a 0 a favore di un San Martino Speme capace di capitalizzare una delle poche palle goal presentatesi.

Nella ripresa il Montecchio pareggia al 13’ con Matteo Casarotto, che manda in rete un cross dalla sinistra di Giovanni Guccione, arrivato in estate dal Caldiero Terme. Al 24’ è ancora il veloce Casarotto che porta a termine un’azione di contropiede bianco-rossa saltando anche Rossi per poi depositare in rete, rimonta completata. Gli ospiti continuano a premere sull’acceleratore sfiorando il goal del ko al 37’ ma Rossi tiene a galla i suoi chiudendo su Guccione, verso la fine di gara poi il San Martino prova un forcing finale per suggellare l’inizio ufficiale di stagione davanti ai propri tifosi almeno con un pareggio, l’occasione più grossa arriva al 5° minuto di recupero con un colpo di testa del subentrato Lechtaler che si vede negare la gioia del goal da un provvidenziale intervento di Dani.

Finisce 1 a 2 per il Montecchio che esclude matematicamente il San Martino Speme dalla Coppa Italia alla sua prima partita, uomo partita Matteo Casarotto, da sempre bomber insospettato col vizio del gol, arrivato già a 3 reti in due gare di Coppa. Vince anche il Castelbaldo Masi, 0 a 2 in casa della Belfiorese con le due squadre che si affronteranno il 18 Settembre in terra padovana per un dentro-fuori per i quarti di finale, con la differenza reti a favore dei bianco-rosso-blu di mister Antonioli. Nel complesso buona la prima uscita della Speme di mister Damini, tra sette giorni sempre al “Borgo della Vittoria” sarà ancora San Martino Speme-Montecchio Maggiore, ma questa volta si inizia a fare sul serio, inizia il campionato di Eccellenza.

San Martino Speme: Rossi, Amoh, Merci, Ferrarese, De Rossi (8’st Lechtaler), Faedo (29’st Taylor), Rambaldo, Menegazzi, Filippini (23’pt Tomè), Oliboni (25’st Ciuffo), Balde (19’st Lotfi). Allenatore Damini Filippo

Montecchio Maggiore: Dani, Castagna (31’st Trivunovic), Benetti, Mosele (23’st Caregnato), Nilkolic,  Vanzo, Santacatterina, Pegoraro, Guccione (45’+2 st Rigodanzo), Dimas (31’st Mucenji), Casarotto (42’st Corazza). Allenatore Girlanda Matteo

Arbitro: Antonio Bissolo di Legnago
Assistenti: Riccardo Tarzia ed Edoardo Inviso di Padova

Reti: 45’+1 pt rig. Tomè (S), 13’ e 24’st Casarotto (M)

 

Francesco Galvagni (Redazione Giovanigol) per www.pianeta-calcio.it

© Riproduzione riservata